Carlo Carabba

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search

Carlo Carabba (Roma, 24 novembre 1980) è un poeta e scrittore italiano.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Nato a Roma nel 1980, è attualmente responsabile editoriale della narrativa italiana Mondadori[1].

Laureato in Storia della Filosofia Moderna, appassionato di wrestling[2], ha collaborato con varie testate, tra cui il quotidiano Il Riformista e il settimanale Il Venerdì di Repubblica ed è stato caporedattore del trimestrale Nuovi Argomenti[3].

Ha esordito nel 2008 con la raccolta poetica Gli anni della pioggia (Premio Mondello Opera Prima), alla quale ha fatto seguito Canti dell'abbandono (Premio Giosuè Carducci e Premio Palmi 2011)[4].

Fratello minore dello scrittore Enzo Fileno Carabba[5], il suo esordio nella prosa è previsto per marzo 2018 con il romanzo-memoir Come un giovane uomo[6].

Opere[modifica | modifica wikitesto]

Poesia[modifica | modifica wikitesto]

Romanzi[modifica | modifica wikitesto]

Antologie[modifica | modifica wikitesto]

Saggi[modifica | modifica wikitesto]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Censimento poeti, su pordenonelegge.it. URL consultato il 18 gennaio 2018.
  2. ^ (IT) Wrestling Spoon River [vintage version] - Nazione Indiana, in Nazione Indiana, 31 gennaio 2010. URL consultato il 20 febbraio 2018.
  3. ^ Carlo Carabba: abbandoni, su letteratura.rai.it. URL consultato il 18 gennaio 2018.
  4. ^ "I buoni libri da pubblicare li cerco su social e autobus", su ilgiornale.it. URL consultato il 18 gennaio 2018.
  5. ^ La zia subacquea e altri abissi famigliari, su ilfoglio.it. URL consultato il 18 gennaio 2018.
  6. ^ Tra memoir e autofiction, Carabba al debutto nella prosa, su illibraio.it. URL consultato il 18 gennaio 2018.

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autoritàISNI (EN0000 0000 6154 3376