Fernando Bandini

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

Fernando Bandini (Vicenza, 30 luglio 1931Vicenza, 25 dicembre 2013) è stato un poeta, scrittore e docente italiano di stilistica e metrica.

Opere[modifica | modifica wikitesto]

Nel 1962 pubblicò In modo lampante, la sua prima opera, per i tipi di Neri Pozza. Seguono Per partito preso nel 1965, Memoria del futuro nel 1969 e La mantide e la città nel 1979, questi ultimi due editi da Arnoldo Mondadori Editore.

Le successive raccolte Santi di dicembre (1994), Meridiano di Greenwich (1998) e Dietro i cancelli e altrove (2007) sono state pubblicate da Garzanti. Per quest'ultima opera gli è stato consegnato a Marradi, sabato 6 ottobre 2007, il Premio di Poesia "Dino Campana".

Bandini pur non avendo fatto studi classici scrive anche poesie in lingua latina. "Avevo questo cruccio del latino" ha detto, "leggevo i classici e ne ero affascinato, pur non capendo nulla di quello che era scritto; ma a furia di leggerli sono diventato esperto della loro struttura!".[1]

Fernando Bandini scrive (oltre che in latino e in italiano) poesie in dialetto vicentino. Dice di lui Andrea Zanzotto:

« Bandini è un poeta eccezionale tra pacatezza e meditazione; a sua differenza, è un poeta trilingue... »

([2])

Raccolte poetiche [3][modifica | modifica wikitesto]

  • In modo lampante, Neri Pozza, Venezia 1962
  • Per partito preso, Neri Pozza, Venezia 1965
  • Memoria del futuro, Mondadori, Milano 1969
  • La mantide e la città, Mondadori, Milano 1979
  • Santi di Dicembre, Garzanti, Milano 1994 (seconda edizione 1995)
  • Meridiano di Greenwich, Garzanti, Milano 1998
  • Dietro i cancelli e altrove, Garzanti, Milano 2007
  • Quattordici poesie, Edizioni l'Obliquo, Brescia 2010
  • Un altro inverno, Il Girasole, Valverde 2012
  • Tutte le poesie, a cura di R. Zucco, Mondadori, Milano 2018

Premi[modifica | modifica wikitesto]

Il 12 ottobre 2008 ha vinto il Premio Senigallia di Poesia Spiaggia di Velluto 2008 [4].

È stato vincitore del Premio Librex Montale 2012.

Ebbe nel 1987 la magna laus nel Certamen poeticum Hoeufftianum.

Incarichi[modifica | modifica wikitesto]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ L. Renzi, Vita e opere di Fernando Bandini (PDF), su accademiaolimpica.it.
  2. ^ Radio Rai 3 Fernardo Bandini Archiviato il 2 gennaio 2014 in Internet Archive., visto 29 novembre 2008
  3. ^ Fernando Bandini, Tutte le poesie, Bibliografia a cura di S. Tonon, Milano, Mondadori, 2018, pp. 692-693, ISBN 9788804684602.
  4. ^ Premio Senigallia - vincitore, visto 29 novembre 2008
  5. ^ Accademia Olimpica di Vicenza

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autoritàVIAF (EN27878980 · ISNI (EN0000 0004 4456 6954 · SBN IT\ICCU\CFIV\082042 · LCCN (ENn88115246 · GND (DE119321580 · BNF (FRcb12284683k (data) · NLA (EN35823826 · BAV ADV12086358