Ettore Serra

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search

Ettore Serra (La Spezia, 1890Roma, 26 dicembre 1980) è stato un poeta e ufficiale italiano. Amico, estimatore e promotore di Giuseppe Ungaretti, stampa la sua prima raccolta, Il porto sepolto, a Udine nel 1916, in un'edizione di ottanta copie.[1] Le poesie erano state originariamente scritte su foglietti che Ungaretti, soldato sul Carso durante la Grande Guerra, teneva raccolti alla rinfusa dentro il tascapane, "destinati a nessun pubblico". Ma il giovane tenente Serra "portò con sé il tascapane, ordinò i rimasugli di carta" e dopo qualche tempo portò al poeta le bozze dell'opera.[2] Ungaretti ricorda l'amico all'inizio della lirica Commiato: Gentile / Ettore Serra / poesia / è il mondo l'umanità / la propria vita...[3]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Giuseppe Ungaretti, Vita d'un uomo. Tutte le poesie, Milano 1969, p.LVIII
  2. ^ ibidem, p.522
  3. ^ ibidem, p.58

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autoritàVIAF (EN60478522 · ISNI (EN0000 0000 8244 7869 · SBN IT\ICCU\VIAV\085999 · LCCN (ENn84050194