Davide Rondoni

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Davide Rondoni

Davide Rondoni (Forlì, 1964) è un poeta e scrittore italiano.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Si è laureato in letteratura italiana all'Università di Bologna con Ezio Raimondi. Ha fondato e diretto il Centro di Poesia Contemporanea in seno all'Università felsinea. Ha scritto diverse raccolte di poesia, pubblicate in Italia, nei principali Paesi europei, nonché negli Stati Uniti. L'opera che lo ha posto all'attenzione della critica è Il bar del tempo (1999)[1], seguita da alcuni libri che hanno ricevuto i più importanti premi di poesia, tra cui le opere: "Avrebbe amato chiunque" (Guanda, 2003), "Apocalisse amore" (Mondadori 2008).

Rondoni ha tenuto e tiene corsi di poesia e di letteratura negli atenei di Bologna, Milano Cattolica, Genova, allo Iulm, e negli Stati Uniti (all'Università di Yale e alla Columbia University).

Svolge un'intensa attività pubblicistica: ha fondato e dirige la rivista clanDestino, è opinionista di Avvenire, è stato critico letterario nel supplemento domenicale de Il Sole 24 Ore. Saltuariamente pubblica sul Corriere della Sera.

Dal 2006 conduce, sull'emittente televisiva TV2000, Antivirus, un programma di poesia. Ogni puntata è dedicata a un autore; Rondoni ne spiega la poetica, ne svela i maestri, ne legge pubblicamente alcuni versi.

Opere[modifica | modifica wikitesto]

Poesia[modifica | modifica wikitesto]

  • La frontiera delle ginestre, Forum - Quinta generazione, 1985
  • O les invalides, N.c.e. 1988
  • A rialzare i capi pioventi, N.c.e - Guaraldi, 1993
  • Il tempo delle cose cieche, N.c.e, 1995
  • Il bar del tempo, Guanda, 1999
  • Non sei morto, amore, Quaderni del battello ebbro, 2001
  • Avrebbe amato chiunque, Guanda, 2003
  • Compianto, vita, Marietti, 2003
  • Il veleno, l'arte, Marietti, 2004
  • L'acqua visitata dal fuoco, Marietti, 2005
  • Vorticosa, dipinta, Marietti, 2006
  • Apocalisse amore, Mondadori 2008
  • Le parole accese. Poesie per bambini e non. Rizzoli, 2009
  • 3, Tommaso, Paolo, Michelangelo, Marietti 2009
  • Ballo lentamente con le tue ombre. Poesie per il tango. Tracce 2009
  • Rimbambimenti. Poesie di tipo romagnolo. Raffaelli, 2010
  • Si tira avanti solo con lo schianto, whyflypress 2013

Narrativa[modifica | modifica wikitesto]

  • I santi scemi, Guaraldi, 1996
  • Hermann, Rizzoli 2010
  • Gesù un racconto sempre nuovo, Piemme 2013

Saggi[modifica | modifica wikitesto]

  • L'avvenimento della poesia, on-line, Guaraldi-Logos, 1999
  • Non una vita soltanto. Scritti da un'esperienza di poesia, Marietti, 2002
  • La parola accesa, Edizioni Di Pagina, 2006
  • Il fuoco della poesia, In viaggio nelle questioni di oggi, BUR, Rizzoli, 2008
  • Contro la letteratura, Il Saggiatore, 2010
  • Nell'arte, vivendo, Marietti 2012
  • L'amore non è giusto, .Cartacanta 2013

Teatro[modifica | modifica wikitesto]

  • Giotto, l'uomo che dipinse il cielo (Compagnia Elsinor)
  • Barabba il liberato (per Flavio Bucci, Alvia Reale e Patrizia Zappa Mulas)
  • Non sei morto amore (per david Riondino e Sandro Lombardi)
  • La locanda, le stelle (per Andrea Soffiantini)
  • Compianto, vita (per Virginio Gazzolo)
  • Il veleno, l'arte (per Iaia Forte)
  • Dalle linee della mano (Teatro Biondo, Regia di Pietro Cariglio)
  • Passare delicatamente la mano. Per E. e per tutti (teatro Elsinore)

Antologie e curatele principali[modifica | modifica wikitesto]

  • La poesia è il tempo, Franco Mara Ricci, 2007
  • Mettere a fuoco Dio, antologia di poesia, BUR, Rizzoli, 2007
  • Dante, Commedia, Rizzoli, 2001
  • Il pensiero dominante. Antologia della poesia italiana 1970-2000, Garzanti, 2001
  • Leopardi, l'amore, Garzanti, 1999
  • Charles Péguy, Lui è qui, Rizzoli, 1999
  • Ada Negri, Mia giovinezza, Rizzoli, 1996
  • La sfida della ragione, Guaraldi, 1998 (con Antonio Santori)
  • T.S. Eliot, I cori da La rocca, Rizzoli, 1996
  • Mettere a fuoco Dio, Rizzoli 2008
  • Poeti con il nome di donna, Rizzoli 2009
  • Traduz de Les Fleurs du Mal, Salerno 2010

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ La Voce di Romagna, 24 ottobre 2011.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autorità VIAF: (EN52834932 · ISNI: (EN0000 0001 0901 655X · SBN: IT\ICCU\CFIV\059850 · LCCN: (ENn95014441 · GND: (DE131913824 · BNF: (FRcb137472376 (data)