Tommaso Colliva

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search

Tommaso Colliva (Genova, 1981) è un produttore discografico italiano.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Originario di La Spezia, inizia a lavorare a Contatto Radio di Carrara, per poi trasferirsi a Milano, dove frequenta la Scuola per tecnici del suono. Nel frattempo entra nelle Officine Meccaniche di Mauro Pagani, dove rimane a lavorare dal 2002 al 2006[1]. In quel periodo inizia la collaborazione con gli Afterhours e con i Muse. Da allora è fonico e produttore principalmente attivo nella scena alternative rock degli anni 2000.

In Italia ha partecipato, tra gli altri progetti, a: Folfiri o Folfox, I milanesi ammazzano il sabato e Padania della band Afterhours[2], Io tra di noi di Dente[3], Carne con gli occhi dei Marta sui Tubi, Manifesto tropicale, Loreto Paradiso e Selton dei Selton, Colonna Sonora Originale di Roberto Dell'Era, Semmay Semiplay dei Mariposa, L'imbarazzo di Tricarico, Domani e Creuza De Ma 2004 di Mauro Pagani, Anima Blues di Eugenio Finardi, Per un passato migliore dei Ministri.

Sulla scena internazionale collabora dal 2006 con la band inglese Muse, per la quale cura parte delle registrazioni dei dischi Drones[4], The 2nd Law[5], Black Holes and Revelations[6], The Resistance[7] e HAARP e di alcuni altri progetti come i brani Who Knows Who, Neutron Star Collision (Love Is Forever) dalla colonna sonora del film The Twilight Saga: Eclipse, New Kind Of Kick[8]. Per il lavoro sull'album The 2nd Law è candidato ai Grammy Awards 2013[9]. Per il suo lavoro sull'album Drones vince un Grammy Awards 2015[4]

Altri artisti internazionali con cui ha collaborato sono Twilight Singers, Gutter Twins, Phoenix, Jesus and The Mary Chain[10], Damon Albarn[11] e Franz Ferdinand.

È inoltre ideatore e fondatore della band Calibro 35, con cui ha registrato e prodotto cinque album distribuiti in tutto il mondo[12]. Musica della band è stata campionata da Dr. Dre nel disco Compton[13] e da JayZ per il disco Magna Carta[14].

Ha vinto il premio Marte Award come miglior produttore dell'anno[15] nel 2011 e ha curato, insieme a Claudia Galal, l'edizione italiana del libro canadese "The New Rockstar Philosophy" di Hoover & Voyno (edito da NdA Press), vincitore del premio Miglior Libro Indipendente al MEI/MEDIMEX 2011[16].

Nel 2012 ha vinto il Premio Indipendente della Musica Italiana (promosso dal Meeting delle Etichette Indipendenti) come miglior produttore artistico[17]. Sempre nel 2012 il disco Padania degli Afterhours, prodotto, registrato e mixato da Colliva, si aggiudica la Targa Tenco[18], il premio PIMI[18] e il premio della critica di Musica e Dischi[19] come disco dell'anno.

Discografia[modifica | modifica wikitesto]

Colonne sonore[modifica | modifica wikitesto]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ [1] rockit
  2. ^ "Padania" il nuovo album in uscita il 17 aprile, su afterhours.it (archiviato dall'url originale il 2 marzo 2012).
  3. ^ Il nuovo album di Dente "Io Tra Di Noi" in uscita l'11/10/2011, su ghostrecords.it.
  4. ^ a b (EN) Tommaso Colliva, in GRAMMY.com, 14 maggio 2017. URL consultato il 3 gennaio 2018.
  5. ^ Muse "The 2nd Law" credits on artistdirect.com, su artistdirect.com.
  6. ^ Muse "Black Holes And Revelations" credits on artistdirect.com, su artistdirect.com.
  7. ^ Muse "The resistance" credits on discogs.com, su discogs.com.
  8. ^ Muse, MUSE - New Kind Of Kick, 28 ottobre 2016. URL consultato il 3 gennaio 2018.
  9. ^ Billboard / Grammy Awards Nominees, su billboard.biz.
  10. ^ a b (EN) The Jesus And Mary Chain - Damage And Joy, su Discogs. URL consultato il 3 gennaio 2018.
  11. ^ a b (EN) The Orchestra Of Syrian Musicians & Guests - Africa Express Presents… The Orchestra of Syrian Musicians & Guests, su Discogs. URL consultato il 3 gennaio 2018.
  12. ^ Interview with Tommaso Colliva / Calibro 35, su parisdjs.com.
  13. ^ (IT) Dr.DRE sampled CALIBRO 35 in his new album Compton - Record Kicks, su www.recordkicks.com. URL consultato il 3 gennaio 2018.
  14. ^ Jay-Z's 'Picasso Baby' - Discover the Sample Source, su WhoSampled. URL consultato il 3 gennaio 2018.
  15. ^ Tutti i vincitori dei MArteAwards, su marteawards.it (archiviato dall'url originale l'11 maggio 2012).
  16. ^ Il MEI premia THE NEW ROCKSTAR PHILOSOPHY come Miglior Libro Indie del 2011, su meiweb.it.
  17. ^ Premio Tenco 2012, su rockit.it.
  18. ^ a b Premi PIMI 2012, su meiweb.it.
  19. ^ Musica e Dischi Premio Della Critica 2012, su musicaedischi.it.
  20. ^ Sugar Rush (album), in Wikipedia, 19 dicembre 2017. URL consultato il 3 gennaio 2018.
  21. ^ Ghemon racconta Mezzanotte, traccia dopo traccia, in Red Bull. URL consultato il 4 gennaio 2018.

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]