Silvana La Spina

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

Silvana La Spina (Galliera Veneta, ...) è una scrittrice italiana.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Nata in provincia di Padova[1] da padre siciliano e madre veneta,[2] dopo gli studi in collegio si sposò, a 18 anni, contro la volontà dei genitori: il matrimonio fu però annullato dal Tribunale della Rota Romana.[1] Si è poi trasferita a Catania, dove vive; la Sicilia è ambientazione principale delle sue opere.[1] Nel 1993 ha vinto il Premio letterario Piero Chiara per il suo romanzo Scirocco (1992).

Opere[modifica | modifica wikitesto]

Narrativa[modifica | modifica wikitesto]

  • Morte a Palermo, Milano, La tartaruga, 1987
  • L'ultimo delitto di madame, 1987
  • Scirocco e altri racconti, Milano, La tartaruga, 1992
  • L'ultimo treno da Catania, Milano, Bompiani, 1992
  • Quando Marte è in Capricorno, Milano, Bompiani, 1994
  • Un inganno dei sensi malizioso, Milano, Mondadori, 1995
  • L'amante del paradiso, Milano, Mondadori, 1997
  • Penelope, Milano, La tartaruga, 1998
  • La creata Antonia, Milano, Mondadori, 2001
  • Uno sbirro femmina, Milano, Mondadori, 2007
  • La bambina pericolosa, Milano, Mondadori, 2008
  • Un cadavere eccellente,Milano, Mondadori, 2011
  • La continentale, Milano, Mondadori, 2014
  • L'uomo che veniva da Messina, Firenze, Giunti, 2015

Saggi[modifica | modifica wikitesto]

  • La mafia spiegata ai miei figli (e anche ai figli degli altri), Milano, Bompiani, 2006

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ a b c Silvana La Spina: Donne in una società di crisi (PDF), ondemediterranee.it. URL consultato il 4 ottobre 2012.
  2. ^ Salvatore Ferlita, Silvana La Spina, in La Repubblica Palermo, 18 luglio 2010, p. 9.

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]