Alessandro Tamburini

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Alessandro Tamburini

Alessandro Tamburini (Rovereto, 29 marzo 1954) è uno scrittore, insegnante e sceneggiatore italiano, autore di raccolte di racconti, romanzi e saggi.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Nato nel 1954 a Rovereto da genitori emiliani, si è laureato in filosofia a Bologna e dopo aver abitato in diverse città da parecchi anni vive e lavora a Trento. Si è occupato di musica contemporanea e nel 1986 ha pubblicato il saggio Il calcolatore e la musica (Franco Muzzio Editore, Padova). Ha esordito nella narrativa nel 1988 con la raccolta di racconti Ultima sera dell'anno (Il lavoro editoriale, 1988). In seguito ha pubblicato le raccolte di racconti Nel nostro primo mondo (Marsilio, 1990) e La porta è aperta (Marsilio, 1994), e Uno sconosciuto alla porta (peQuod, 2008). nonché i romanzi Le luci del treno (Marsilio, 1992), L'onore delle armi (Bompiani, 1997), Due volte l'alba (Marsilio, 2002), Bagaglio leggero (peQuod, 2006), Quel che so di Adonai (Italic-peQuod, 2010) e "Giostra primavera (Pequod, 2018). Inoltre ha pubblicato il saggio "L'uomo al muro. Fenoglio e la guerra nei ventitre giorni della città di alba" (Italic-peQuod, 2016). Suoi racconti sono compresi in diverse antologie, da Italiana. Antologia dei nuovi narratori (Mondadori 1991, poi negli Oscar 1996) a Patrie impure (Rizzoli, 2003). Ha scritto soggetti e sceneggiature per il cinema e per la televisione, testi radiofonici e un monologo teatrale. Suoi racconti, saggi e interventi sono apparsi sulle pagine culturali di vari quotidiani e riviste, tra cui Nuovi Argomenti, Il Racconto, La Rivista dei libri, L'Unità, Avvenire, Il Mattino di Napoli, Il Secolo XIX, l'Alto Adige, l'Adige. Di quest'ultimo quotidiano è attualmente editorialista.

Opere principali[modifica | modifica wikitesto]

  • Il calcolatore e la musica, Franco Muzzio Editore, Padova 1986
  • Ultima sera dell'anno, Il lavoro editoriale, Ancona 1988
  • Nel nostro primo mondo, Marsilio, Venezia 1990 (Premio Settembrini)
  • Le luci del treno, Marsilio, Venezia 1992 (Premio Sirmione-Catullo)
  • La porta è aperta, Marsilio, Venezia 1994
  • L'onore delle armi, Bompiani, Milano 1997 (Premio Città di Catanzaro, Premio Grinzane Cavour)
  • Due volte l'alba, Marsilio, Venezia 2002 (Premio Circeo. La letteratura del mare)
  • Bagaglio leggero, peQuod, Ancona 2006
  • Uno sconosciuto alla porta, peQuod, Ancona 2008 (Premio selezione Giovanni Comisso)
  • Quel che so di Adonai, Italic - peQuod, Ancona 2010
  • Italo Allodi. Ascesa e caduta di un principe del calcio, Italic - peQuod, Ancona 2012
  • L'uomo al muro. Fenoglio e la guerra nei Ventitré giorni della città di Alba, Italic - peQuod, Ancona 2016
  • Giostra primavera, Italic - Pequod, Ancona 2018

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autoritàVIAF (EN22193450 · ISNI (EN0000 0000 7831 609X · SBN IT\ICCU\CFIV\093158 · LCCN (ENnr93050902 · BNF (FRcb122256331 (data)