Silvana Grasso

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

Silvana Grasso (Macchia di Giarre, 3 giugno 1952) è una scrittrice italiana.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Nata a Macchia di Giarre, vive a Gela . È filologo, scrittore e giornalista.

È stata assessore ai Beni Culturali del Comune di Catania (2007-2008) impegnata soprattutto nel progetto «Una cultura da Castello» per rivalutare il Castello Ursino.

Note[modifica | modifica wikitesto]


Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

RACCONTI

Nebbie di ddraunàra, Milano, La Tartaruga, 1993 (Premio Grinzane Cavour «Giovane Autore Esordiente»; Premio Mondello)

7 uomini 7. Peripezie di una vedova, Palermo, Flaccovio, 2006.

Pazza è la luna, Torino, Einaudi, 2007.

Il cuore a destra, Valverde, Le Farfalle, 2014.

ROMANZI

Il Bastardo di Mautàna, Milano, Anabasi, 1994; Torino, Einaudi, 1997; Venezia, Marsilio, 2011.

Ninna nanna del lupo, Torino, Einaudi, 1995; Venezia, Marsilio, 2012.

L’albero di Giuda, Torino, Einaudi, 1997; Venezia, Marsilio, 2011 (Premio Napoli, Premio Vittorini; Premio internazionale Sileno d'oro).

La pupa di zucchero, Milano, Rizzoli, 2001.

Disìo, Milano, Rizzoli, 2005 (Premio Grinzane Cavour)

L’incantesimo della buffa, Venezia, Marsilio, 2011.

Solo se c’è la la luna,Venezia, Marsilio 2017.

POESIA

Enrichetta sul Corso, Catania, OBI-orizzonti bibliofilia italiana, 2001.

Enrichetta, edizione bilingue italiano-olandese, a cura di Gandolfo Cascio, Amsterdam, Istituto Italiano di Cultura, 2017.

TEATRO

Atthis. Dell’Eterna Ferita, a cura si Gandolfo Cascio, Giarre, Archivio Silvana Grasso, 2017.


TRADUZIONI

Archestrato di Gela, I piaceri della mensa, Palermo, Flaccovio, 1987.

Matrone di Pitane, Un banchetto attico, ivi, 1988.

Galeno, La dieta dimagrante, ivi, 1989.

Eronda, Mimiambi. Commediole del III sec. a. C.,ivi, 1989.

Riconoscimenti[modifica | modifica wikitesto]

Ha vinto il Premio Grinzane Cavour per Disìo nel 2006 nella sezione "Narrativa Italiana"; ha vinto il Premio internazionale Sileno d'oro nel 1997 per "L'albero di Giuda" .

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autorità VIAF: (EN27245378 · LCCN: (ENnr95029314 · SBN: IT\ICCU\CFIV\058741 · ISNI: (EN0000 0000 7987 7657 · GND: (DE139364536 · BNF: (FRcb13741791x (data)