Gian Carlo Roscioni

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search

Gian Carlo Roscioni (Roma, 1927Bracciano, 10 dicembre 2012[1]) è stato un critico letterario e scrittore italiano.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Studioso di letteratura francese, è stato per molti anni consulente della casa editrice Einaudi [2]. In questa veste entrò in contatto con Carlo Emilio Gadda, che dopo la morte gli lasciò parte del suo archivio e della sua biblioteca (venduti da Roscioni nel 2000 alla Biblioteca Trivulziana [3]). Allo scrittore lombardo Roscioni ha dedicato inoltre importanti monografie e articoli [4], curandone anche l'edizione della Meditazione milanese (Torino, Einaudi, 1984). Ha insegnato Storia della lingua francese presso il Magistero di Roma.

Opere principali[modifica | modifica wikitesto]

  • Beat Ludwig von Muralt e la ricerca dell'umano, Roma, Edizioni di Storia e letteratura, 1961
  • La disarmonia prestabilita: studio su Gadda, Torino, Einaudi, 1975
  • L' arbitrio letterario: uno studio su Raymond Roussel, Torino, Einaudi, 1985
  • Sulle tracce dell'Esploratore turco. Letteratura e spionaggio nella cultura libertina del Seicento, Milano, Rizzoli, 1992
  • Il duca di Sant'Aquila: infanzia e giovinezza di Gadda, Milano, Mondadori, 1997
  • Il desiderio delle Indie: storie, sogni e fughe di giovani gesuiti italiani, Torino, Einaudi, 2001 (Premio Grinzane Cavour 2002)

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ la notizia su Rainews24 Archiviato il 12 dicembre 2012 in Internet Archive.
  2. ^ Luisa Mangoni, Pensare i libri: la casa editrice Einaudi dagli anni Trenta agli anni Sessanta, Torino, Bollati Boringhieri, 1999, passim
  3. ^ Gadda Roscioni (sec. XX) – Archivi storici – Lombardia Beni Culturali
  4. ^ un elenco

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

  • Alberto Asor Rosa, Dizionario della letteratura italiana del Novecento, ad vocem

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autoritàVIAF (EN64018867 · ISNI (EN0000 0001 0908 5774 · SBN IT\ICCU\CFIV\064362 · LCCN (ENn82004850 · GND (DE119513188 · BNF (FRcb12022511c (data) · NLA (EN35790011 · BAV ADV10194682 · WorldCat Identities (ENn82-004850