Mariangela Gualtieri

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Mariangela Gualtieri

Mariangela Gualtieri (Cesena, 1951) è una poetessa e scrittrice italiana.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Laureata in architettura allo IUAV di Venezia, ha fondato, insieme a Cesare Ronconi, il Teatro Valdoca nel 1983.[1]

Poetica[modifica | modifica wikitesto]

Nelle sue opere, sia poetiche che teatrali, ha spesso accentuato l'aspetto della "inadeguatezza della parola".[2]

Riferimenti letterari[modifica | modifica wikitesto]

Nelle interviste rilasciate dalla poetessa sono citati spesso i poeti da lei amati: Dante, Rebora, Amelia Rosselli, Dylan Thomas.

Il teatro della Valdoca ha rappresentato poesie di Mario Luzi, Franco Loi, Franco Fortini, Maurizio Cucchi, Piero Bigongiari. [3][4]

Opere[modifica | modifica wikitesto]

Premi[modifica | modifica wikitesto]

  • Premio Drammaturgia in/finita a Mariangela Gualtieri per la trilogia Antenata (1994)
  • Premio Nazionale di Poesia Tronto 13ª edizione a Mariangela Gualtieri per Parsifal (2000)
  • Selezione Premio Camaiore 19ª edizione Mariangela Gualtieri per Senza polvere senza peso (2006)
  • Selezione Premio Letterario G. Dessì 21ª edizione Mariangela Gualtieri (2006)
  • Premio Nazionale Rhegium Julii - Premio "Lorenzo Calogero" per la poesia, per Senza polvere senza peso (2006)[5]
  • Premio Malatesta Novello 2ª edizione a Mariangela Gualtieri (2008)
  • Premio Elisabetta Turroni 5ª edizione a Mariangela Gualtieri e Cesare Ronconi (2009)
  • Premio nazionale letterario Pisa 54ª edizione, sezione Poesia, a Mariangela Gualtieri per Bestia di gioia (2010)[6]
  • Premio Selezione Ceppo 55ª edizione a Mariangela Gualtieri per Bestia di gioia (2011)
  • Premio Letterario Metauro 18ª edizione a Mariangela Gualtieri per Bestia di gioia (2011)
  • Premio Hystrio alla drammaturgia 13ª edizione a Mariangela Gualtieri (2011)
  • Premio di Poesia Mauro Maconi 6ª edizione a Mariangela Gualtieri per Le giovani parole (2015)
  • Premio Brancati per Le giovani parole (2016)[7]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Sara Chiappori, Mariangela Gualtieri, la poesia è pace, in la Repubblica, 5 giugno 2006. URL consultato il 1º gennaio 2013.
  2. ^ Patrizia Sambuco, Corporeal Bonds. The Daughter-Mother Relationship in Twentieth-Century Italian Women's Writing, Toronto, Buffalo, London, University of Toronto Press, 2012.
  3. ^ Giorgia Bongiorno, Una luce « senza ristoro d'ombra ». La poesia di Mariangela Gualtieri, in Italies. Littérature civilisation société. Revue d'études italiennes, Université de Provence, 2009. URL consultato il 15 ottobre 2019.
  4. ^ Giorgia Bongiorno, Intervista a Mariangela Gualtieri, in Italies. Littérature civilisation société. Revue d'études italiennes, Université de Provence, 2009. URL consultato il 29 settembre 2016.
  5. ^ Albo d'oro, su Il Blog del Rhegium Julii. URL consultato il 3 novembre 2018.
  6. ^ Albo d'oro, su premionazionaleletterariopisa.onweb.it. URL consultato il 7 novembre 2019.
  7. ^ Zafferana Etnea. Premio Brancati 2016, su etnalife.it. URL consultato il 6 novembre 2019.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autoritàVIAF (EN318778 · ISNI (EN0000 0000 7847 0521 · SBN IT\ICCU\RAVV\046156 · LCCN (ENnr2004036271 · GND (DE121308731 · BNF (FRcb155247330 (data) · WorldCat Identities (ENnr2004-036271