Premio Dessì

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Giuseppe Dessì

Il premio letterario Giuseppe Dessì è stato istituito nel 1986 a Villacidro, paese d'origine dello scrittore sardo grazie alla volontà del poeta monserratino Gigi Dessì (http://www.portaleletterario.net/notizie/arte-e-cultura/858/gigi-dessi-il-poeta-che-continuera-a-vivere-di-neria-de-giovanni)con il contributo della Regione Autonoma della Sardegna e del Comune di Villacidro. Il premio si articola nelle sezioni "narrativa", "poesia" e "premio speciale della giuria" e viene assegnato ad autori di narrativa e di poesia in lingua italiana.

Dal 1999 è operativa la Fondazione dedicata a Dessì che ha sede nella casa che fu dello scrittore. Dal 2006 tutta l'organizzazione del Premio è a carico dell'ente. La Fondazione è costituita da un comitato direttivo di sette membri, espressione della Regione Autonoma della Sardegna e dal Comune di Villacidro, oltre a un componente della famiglia. Il Segretario generale della Fondazione è fin dall'inizio delle attività Mauro Pittau. Hanno ricoperto la carica di presidente della Fondazione Salvator Angelo Spano, Emilio Loru, Massimo Murgia e Giuseppe Marras. Da marzo 2015 ad agosto 2016 la carica di Presidente è stata affidata a Christian Balloi mentre è attualmente in carica Paolo Lusci.

Cronologia[modifica | modifica wikitesto]

Anno Poesia Narrativa Premio Speciale della Giuria Premio Speciale della Fondazione Premio Speciale della Fondazione Sardegna
1986 Piero Bigongiari Giulio Petroni
1987 Maura Del Serra Franco Rella Angelo Mundula
1988 Roberto Sanesi Fiora Vincenti Marcello Cocco
1989 Giorgio Orelli Salvatore Mannuzzu Raffaele De Grada
1990 Margherita Guidacci Massimo Griffo Oreste Macrì
1991 Silvio Ramat Maria Corti Luigi Pintor
1992 Ignazio Delogu Roberto Barbolini Nando Dalla Chiesa
1993 Paolo Ruffilli Claudio Marabini Antonio Cossu
1994 Alfredo Giuliani Nico Orengo Giovanni Dettori
1995 Alessandro Fo Roberto Piumini Maria Giacobbe
1996 Maria Luisa Spaziani Laura Pariani Antonio Romagnino
1997 Giuseppe Conte Marcello Fois Alfredo Chiappori
1998 Franco Marcoaldi Elio Bartolini Bachisio Zizi
1999 Franco Cocco Sandro Onofri Massimo Carlotto
2000 Roberto Mussapi Enrico Palandri Paolo Cherchi
2001 Elio Pecora, Per altre misure Diego Marani, Nuova grammatica finlandese Francesco Cossiga
2002 Alda Merini, Magnificat, un incontro con Maria Giuseppe Pederiali, L'Osteria della Fola Sergio Zavoli
2003 Biancamaria Frabotta, La pianta del pane Francesca Sanvitale, L'ultima casa prima del bosco Alberto Bevilacqua
2004 Giovanni Campus, Mediterranee Andrea Vitali, La signorina Tecla Manzi Sergio Romano
2005 Cesare Viviani, La forma della vita Giulio Angioni, Alba dei giorni bui Enzo Bettiza
2006 Giancarlo Pontiggia, Bosco del tempo Cesare De Marchi, La furia del mondo Arnoldo Foà
2007 Patrizia Cavalli, Pigre divinità e pigra sorte Alessandro De Roma, Vita e morte di Ludovico Lauter Maria Lai
2008 Antonella Anedda, Dal balcone del corpo Simona Vinci, Strada provinciale tre Giuseppe Ayala
2009 Fabio Pusterla, Le terre emerse. Poesie scelte 1985-2008 Michela Murgia, Accabadora Marco Pannella
2010 Antonio Riccardi, Aquarama e altre poesie d'amore Francesco M. Cataluccio, Vado a vedere se di là è meglio Piero Angela Cristiana Collu
2011 Eugenio De Signoribus, Trinità dell’esodo (2005-2010) Niccolò Ammaniti, Io e te Ascanio Celestini Paolo Grossi
2012 Gilberto Isella, Mappe in controluce Salvatore Silvano Nigro, Il Principe fulvo Giulio Rapetti
2013 Gian Piero Bona, Serenate per l'angelo Giuseppe Lupo, Viaggiatori di nuvole Philippe Daverio Pinuccio Sciola
2014 Alba Donati, Idillio con cagnolino Antonio Pascale, Le attenuanti sentimentali Toni Servillo
2015 Mariagiorgia Ulbar, Gli eroi sono gli eroi Maurizio Torchio, Cattivi Piera Degli Esposti Vinicio Capossela
2016 Milo De Angelis, Incontri e agguati Edgardo Franzosini, Questa vita tuttavia mi pesa molto Salvatore Settis Giacomo Mameli

Coro di Neoneli

2017 Maria Grazia Calandrone, Gli scomparsi Carmen Pellegrino, Se mi tornassi questa sera accanto Remo Bodei

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]