Ignazio Delogu

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

Ignazio Delogu (Alghero, 5 novembre 1928Bari, 28 luglio 2011) è stato uno scrittore e traduttore italiano.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Ignazio Delogu è stato uno studioso di letteratura spagnola e latino-americana, uno scrittore e poeta e un attivo protagonista della vita culturale italiana.[1]

Dopo gli esordi presso l'Università di Roma La Sapienza, ha insegnato Letteratura spagnola presso diversi atenei, ed in particolare presso l'Università di Bari, fino ad approdare nella sua Sardegna all'Università di Sassari.[2]

Ignazio Delogu ha nella sua vita svolto molti lavori, tanto che il suo amico e poeta Mario Lunetta lo ha definito personalità multipla: narratore e poeta (in lingua sia sarda che italiana), saggista, traduttore, inviato speciale, interprete internazionale, militante in difesa dei diritti umani, nonché docente di letteratura spagnola e catalana.[3]

È stato curatore e traduttore di alcuni tra i maggiori scrittori e poeti classici e moderni spagnoli, latino-americani e catalani, tra cui Pablo Neruda, Rafael Alberti ed Ernesto Che Guevara. L'amicizia per Pablo Neruda lo portò anche a convincere Luigi Granetto a pubblicare preziosi inediti nel volume edito dalla Lato Side, Poesie e scritti in Italia.[4]

Ha scritto numerosi testi letterari e poesie, spesso sperimentando nuovi linguaggi.

È infine stato un assiduo pubblicista, anche in relazione alla dimensione politica degli argomenti trattati, ed ha collaborato con numerosi quotidiani, tra cui L'Unità, e varie riviste italiane.

Nel 1992 ha vinto il Premio Dessì per la poesia con Oscura Notizia.

Premi[modifica | modifica wikitesto]

  • Premio Dessì per la poesia nel 1992

Opere[modifica | modifica wikitesto]

Narrativa

  • Tre racconti postgotici, Roma 1980
  • Lo strano Sig. Hérmes e La carrozza dell'Imperatore, Empoli 1988
  • L'Amico Natta, Il lettore di provincia, Faenza 1990
  • Oscura Notizia, 1992
  • Una città una strada, Sassari, 1994
  • Una città una strada e altri racconti, Sassari, 2000
  • La luna di via Ramai, Sassari 2003

Saggi, curatele e traduzioni

  • Rafael Alberti, Disprezzo e meraviglia. Introduzione, traduzione e note di Ignazio Delogu, Editori Riuniti, 1972
  • Ignazio Delogu, Per conoscere Rafael Alberti, Mondadori, 1978
  • Pablo Neruda Poesie e scritti in Italia, a cura di Ignazio Delogu, Lato Side, Roma, 1981
  • Giulio C. Argan e Ignazio Delogu, Salvatore Fancello, Ilisso, 1998
  • Ignazio Delogu, Pablo Neruda e l'Italia (1949-1973), Marotta e Cafiero, 2007
  • Ignazio Delogu, Pablo Neruda in Italia. Luoghi, lettere, poesie, Ibiskos Ulivieri, 2008

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Addio all'ispanista Ignazio Delogu. Aveva 83 anni, è stato a lungo docente universitario a Sassari, La Nuova Sardegna, 28 luglio 2011.
  2. ^ Per una dettagliata biografia, con i relativi incarichi accademici, si veda Ignazio Delogu, in Annali dell'Università di Sassari, 2003.
  3. ^ Mario Lunetta, La personalità multipla di Ignazio Delogu, Le reti di Dedalus.
  4. ^ Pablo Neruda Poesie e scritti in Italia, Lato Side, Roma, 1981.

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autorità VIAF: (EN209508244 · LCCN: (ENn87948511 · SBN: IT\ICCU\CFIV\043930 · ISNI: (EN0000 0000 8384 062X · GND: (DE119386658 · BNF: (FRcb145937948 (data)