Roberto Sanesi

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

Roberto Sanesi (Milano, 18 gennaio 1930Milano, 2 gennaio 2001) è stato un critico d'arte, storico dell'arte, poeta e saggista italiano.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Inizia la propria attività creativa multiforme nel 1951 come critico d'arte per la rivista «aut aut», diretta da Enzo Paci. Collabora con alcuni quotidiani, tra cui il «Corriere d'Informazione» e «Il Gazzettino», nonché a diverse riviste letterarie: «Inventario«, «La Fiera Letteraria», «L'Approdo», «Il Verri», «Poesia e critica» (che collabora a fondare), «Origini».

È stato vincitore nel 1955 del "Premio Del Duca" con un saggio su Dylan Thomas e successivamente, nel 1960, del premio "Byron Award" per l'Europa, nel 1961 del "Premio Cercia" e nel 1964 del "Premio Tarquinia Cardarelli" in omaggio al poeta.

Nel 1957 fonda le Edizioni del Triangolo che si propone di pubblicare testi di poeti in relazione con disegni d'artisti contemporanei. Nel 1958 è invitato al "Seminario di Studi Americani" di Salisburgo. Fino al 1960 soggiorna a lungo nel sud del Galles, dove traduce Yeats e altri poeti, diventando amico dello scultore Henry Moore, e di molti altri artisti e scrittori.

Nel 1960, dopo il "Byron Award", è invitato come "poeta residente" all'Harvard University, dove tiene alcune lezioni e incide due dischi.

Dal 1970 al 1975 è direttore artistico del "Centro internazionale delle arti e del costume" di Palazzo Grassi a Venezia. Ha collaborato all'attività della Piccola Scala, per la quale ha tradotto in versi un'opera di Benjamin Britten, e del Piccolo Teatro di Milano. Per la Radio Svizzera Italiana cura l'Enrico V e il Riccardo III di Shakespeare e il Doctor Faustus di Marlowe.

Nel 1972 organizza per il "Museo d'arte moderna" di Città del Messico una grande mostra di pittura italiana contemporanea.

Nel 1978 organizza al Palazzo Ducale di Urbino una mostra del pittore Natale Addamiano di cui ne cura il catalogo della stessa.

Ha insegnato all'Accademia di belle arti di Urbino, Venezia, Verona e per 34 anni "Storia dell'arte" e "Letteratura comparata" all'Accademia di belle arti di Brera.

Nel 1987 scrive il libretto per l'opera lirica Da capo, con musica di Gaetano Giani Luporini.

Nell'aprile del 1997 l'artista bergamasco Giovanni Bonaldi incontra Roberto Sanesi al quale sottopone il progetto di un libro d'artista che, in seguito, il noto poeta e saggista curerà con un suo scritto introduttivo. Il 21 novembre, a seguito di accordi con l'editore, il libro d'artista “Curva di fuga” (incisioni di Giovanni Bonaldi, poesie e scritti inediti di Alda Merini, introduzione di Roberto Sanesi, copertina in pergamena contenente 14 quartini di cm. 44x31) viene pubblicato con le edizioni dell'Ariete e presentato da Alda Merini e Sanesi presso il Castello Sforzesco di Soncino (Cr) in occasione del conferimento della cittadinanza onoraria alla poetessa milanese.

Ha tradotto poesie di Dylan Thomas, Thomas Stearns Eliot, William Butler Yeats, Conrad Aiken, Christopher Marlowe, Hart Crane, Percy Bysshe Shelley, Archibald MacLeish, William Blake, John Milton, Lewis Carroll, William Shakespeare, Seamus Heaney, Harold Pinter, James Joyce, Vernon Watkins, Walt Whitman ecc. Molti di più ne ha introdotti. Allo stesso tempo ha presentato molti poeti e artisti visivi italiani. Le sue opere poetiche, per larga parte in plaquettes numerate, sono state tradotte in diversi paesi d'Europa ed in America.

È morto a Milano nel 2001. Dopo la cremazione, le sue ceneri vengono tumulate nella Galleria BC di Levante Inferiore del Cimitero Monumentale di Milano, al Riparto XII, nella celletta 105[1].

Le sue carte e la biblioteca sono presso il "Centro di ricerca sulla tradizione manoscritta di autori moderni e contemporanei" dell'Università di Pavia che dal 2009 organizza incontri internazionali biennali sulla traduzione dedicati alla sua memoria.

Opere[modifica | modifica wikitesto]

Poesia[modifica | modifica wikitesto]

  • Il feroce equilibrio, Guanda, Parma 1957
  • Rapporto informativo, Feltrinelli, Milano 1966
  • L'improvviso di Milano, Guanda, Parma 1969
  • Stultifera, poesia 1978 - acquaforte, acquatinta di Antonio Papasso - Studio Bibliografico Marini
  • Alterego & altre ipotesi, Munt Press, Samedan 1974; ristampa con inediti in Il secondo profilo di Alterego, Seledizioni, Bologna 1982
  • La cosa scritta, Guanda, Milano 1981
  • Recitazione obbligata, Guanda, Milano 1981
  • Téchne, Scheiwiller, Milano 1984
  • La differenza, Garzanti, Milano 1988
  • Senza titolo, Book Editore, Castel Maggiore 1989
  • Dialogo di Yuste, Book Editore, Castel Maggiore 1991 (teatro in versi)
  • Visible, Book Editore, Castel Maggiore 1991 (scrittura visuale)
  • Mercurio, Scheiwiller, Milano 1994 (raccolta)
  • L'incendio di Milano e altre poesie 1957-1989, Book Editore, Castel Maggiore 1995 (antologia a cura di Vincenzo Guarracino)
  • Il primo giorno di primavera, Book Editore, Castel Maggiore 2000
  • L'interrogazione infinita: Roberto Sanesi poeta, a cura di Giuseppe Langella, prefazione di Giovanni Raboni, con un'appendice di inediti e rari, Interlinea, Novara, 2004
  • Dieci poemetti, La Vita Felice, 2009

Prosa[modifica | modifica wikitesto]

  • La polvere e il giaguaro, Palazzi, Milano 1972; Book Editore, Castel Maggiore 1990
  • Malbianco, Do Soul, Milano 1980
  • Lettera seconda, Il paniere, Verona 1980
  • Carte di transito, Amadeus, Montebelluna 1989

Saggistica e critica[modifica | modifica wikitesto]

  • Dylan Thomas, Lerici, Milano 1960; Garzanti, Milano 1977; Editori Riuniti, Roma 1994
  • T. S. Eliot, CEI, Milano 1966
  • Byron, CEI, Milano 1966; Luisè, Rimini 1990
  • The Graphic Work of Ceri Richards, Cerastico, Milano 1973
  • Hans Richter, La Nuova Foglio, Macerata 1975
  • Nella coscia del gigante bianco, La Nuova Foglio, Macerata 1976
  • Saggi sul linguaggio organico di Henry Moore, fotografie di Maria Mulas (nata a Manerba 1935), La Nuova Foglio, Macerata 1977
  • Taliesin a Gower, Sandro Maria Rosso, Biella 1978
  • "Annotazioni sul linguaggio di Hans Richter" fotografie di Maria Mulas (nata a Manerba 1935). La Nuova Foglio, 1978
  • Graham Sutherland, Zarathustra, Milano 1979
  • Emilio Scanavino, La Nuova Foglio, Macerata 1979
  • La valle della visione, Garzanti, Milano 1985
  • Blake & Newton: appunti per una lezione, Book Editore, Castel Maggiore 1993
  • La trasparenza dell'ombra, Stamperia dell'Arancio, Grottammare 1995
  • Curva di fuga, incisioni di Giovanni Bonaldi con poesie e scritti inediti di Alda Merini, introduzione di Roberto Sanesi, la copertina in pergamena contiene 14 quartini di cm. 44x31, edizione numerata dalle edizioni dell'Ariete, Crema 1997.

Antologie[modifica | modifica wikitesto]

  • Poesia inglese del dopoguerra, Schwarz, Milano 1958
  • Poeti americani 1900-1956, Feltrinelli, Milano 1958
  • Poeti inglesi del '900, Bompiani, Milano 1960; nuova ed. 1978 e 1991
  • Poesie scelte di Salvatore Quasimodo, Guanda, Parma 1960
  • Poeti metafisici inglesi del Seicento, Guanda, Parma 1961; nuova ed. 1976 e 1990
  • Poemi anglosassoni, Lerici, Milano 1966; Guanda, Milano 1975
  • Dizionario di centouno capolavori della letteratura inglese, Bompiani, Milano 1966
  • Le 100 poesie più belle della letteratura italiana, Euroclub, 1990

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Comune di Milano, App di ricerca defunti Not 2 4get.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autorità VIAF: (EN37041259 · LCCN: (ENn79021314 · SBN: IT\ICCU\CFIV\009778 · ISNI: (EN0000 0001 0888 4355 · GND: (DE119361086 · BNF: (FRcb127210756 (data) · BAV: ADV12582247