Maria Mulas

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search

Maria Mulas (Manerba del Garda, 1935) è una fotografa e pittrice italiana.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Nata a Manerba del Garda il 24 ottobre 1935, si trasferisce a Milano[1] nel 1956 dove inizia la sua attività di pittrice per continuare, a metà degli anni sessanta, il suo percorso artistico nella fotografia, attività di famiglia visto che era già praticata dal fratello maggiore Ugo Mulas, che rimarrà il suo mezzo di espressione definitivo. Tra il 1965 e il 1976[1] realizza soprattutto fotografie di teatro e ritratti, e nello stesso tempo conduce una ricerca su riti cosiddetti "sociali".

Del 1976 è la sua la prima esposizione personale presso la galleria Diaframma di Milano. Vengono esposti una serie di ritratti di artisti e attori del tempo.

Una collaborazione importante e che si è protratta per diversi anni è stata con la rivista internazionale di moda Vogue. Per loro documenta le serate mondane, come quelle dei "dopo-Scala" presso residenze di prestigio, oppure gli incontri culturali a casa Feltrinelli sul lago di Garda.[2]

"Se fotografare e un modo di raccontare senza essere interrotti (ne contraddetti) - ha ben scritto di lei Lea Vergine nel 1985 - si potrà ben sostenere, nel caso di Maria Mulas, che il suo non e solo un discorso ma una girandola, addirittura un fuoco di artificio, con esiti clowneschi e raggelati al tempo stesso".

Maria Mulas ha realizzato una serie di libri fotografici:

Mostre[modifica | modifica wikitesto]

Le opere di Maria Mulas sono state esposte in numerose mostre personali e collettive tra le quali la mostra personale alla Galleria del Milione a Ferrara.

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ a b Mario Franco, Ritratti Foto di Maria Mulas lo sguardo attento che cattura l'anima, 11-5-2010. URL consultato il 27-1-2014.
  2. ^ Biografia di Maria Mulas, su mandelliarte.com.

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autoritàVIAF (EN32217702 · ISNI (EN0000 0004 5304 3637 · SBN IT\ICCU\MILV\045560 · LCCN (ENn95045235 · GND (DE120824906 · ULAN (EN500349259 · WorldCat Identities (ENviaf-32217702