Massimo Griffo

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

Massimo Griffo (Palermo, 8 aprile 1932Firenze, 14 ottobre 2016[1]) è stato uno scrittore, saggista e giornalista italiano.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Nato a Palermo, ha una moglie e una figlia. Laureato in giurisprudenza, ha lavorato come dirigente d'azienda e giornalista. Poiché è stato anche antiquario, ha collaborato alla redazione di alcuni volumi riguardanti mobilia antica. Ha vinto il Premio Viareggio opera prima per Futuro anteriore, il Premio Vallombrosa per Fiaba perversa e il Premio Dessì per L'Orango pitagorico.

Opere[modifica | modifica wikitesto]

Curatele[modifica | modifica wikitesto]

  • Il mobile dell'Ottocento, Novara, De Agostini, 1984
  • Il mobile del Seicento, Novara, De Agostini, 1985
  • Il mobile del Rinascimento, Novara, De Agostini, 1985

Narrativa[modifica | modifica wikitesto]

  • Futuro anteriore, Milano, Rusconi, 1981
  • Fiaba perversa, Milano, Rusconi, 1987
  • L'orango pitagorico, Milano, Rusconi, 1987
  • Mira il tuo popolo..., San Cesario, Manni, 2007
  • Amaritudine, Firenze, Polistampa, 2008

Saggi[modifica | modifica wikitesto]

  • Firenze antica: dalle origini a Lorenzo il Magnifico, Milano, Camunia, 1986
  • Storia di Firenze, Milano, Camunia, 1986
  • Il balilla col cappotto, Arezzo, Helicon, 2003

Note[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autorità VIAF: (EN66492894 · LCCN: (ENnr88004275 · ISNI: (EN0000 0000 8145 7109 · BNF: (FRcb12085064j (data)