Mario Lunetta

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search

Mario Lunetta (Roma, 23 novembre 1934Roma, 6 luglio 2017) è stato uno scrittore italiano.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Di famiglia piccolo borghese, nacque e crebbe alla Garbatella. Sperimentatore nei più diversi generi letterari e artistici, collaborò ai programmi culturali della RAI e a decine di giornali e riviste italiane e straniere, tra cui L'Unità, Corriere della Sera, Il Messaggero, Rinascita, Il manifesto e Liberazione. Fu curatore di importanti antologie (Il surrealismo, Roma, Editori Riuniti, 1976; Poesia italiana oggi, 1981, e, in collaborazione con Franco Cavallo, Poesia italiana della contraddizione, 1989, entrambe edite a Roma, Newton Compton).

Negli anni 1988-95 diresse la collana di poesia La camera rossa (Ed. Il Ventaglio), pubblicando opere di Claudio Rendina, Luigi Fontanella, Franco Cavallo, Paolo Guzzi, Francesco Paolo Memmo, Anna Malfaiera, Giuseppe Favati e Stefano Lanuzza, nonché la propria silloge In abisso, prefata da Gianni Toti, con la quale vinse il Premio Europa Sud (1989 e 1990).

Introdusse e curò opere, tra gli altri, di Italo Svevo, Emily Brontë, Émile Zola, Federico De Roberto, Gustave Flaubert, Dino Campana, Stefano Docimo e Velso Mucci. Nel 2004 vinse il Premio Nazionale Letterario Pisa nella sezione Narrativa (lo stesso premio, ma per la Poesia aveva vinto due volte, nel 1974 e nel 1983)[1] e nel 2006 il Premio Alessandro Tassoni alla carriera [2]. Fu inoltre due volte finalista al Premio Bergamo , nel 1999 e nel 2006.[3]

Insegnò italiano presso l'Istituto Tecnico Agrario Statale "Giuseppe Garibaldi" di Roma.

Opere principali[modifica | modifica wikitesto]

  • Invito alla lettura di Italo Svevo, Milano, Mursia, 1972
  • Dell'elmo di Scipio, Venezia-Padova, Marsilio, 1974
  • I ratti d'Europa, Roma, Editori riuniti, 1977
  • La presa di Palermo: poesie 1972-77, Manduria, Lacaita, 1979
  • Chez Giacometti: 13 poesie 13, Roma, Carte segrete, 1979
  • Morsure, prefazione di Mario Socrate, Roma, Edizioni Florida, 300 esemplari numerati e firmati dall'autore, copertina colorata a mano, 1983
  • Flea market, Napoli, Guida, 1983
  • In abisso, Roma, Il Ventaglio, 1989
  • Puzzle d'autunno: romanzo, Milano, Camunia, 1989
  • Le dimore di Narciso, Roma, Rai-Eri, 1997
  • Montefolle: romanzo, Roma, Quasar, 1999
  • Roulette occidentale: poesie 1991-1997, Lecce, P. Manni, 2000
  • Cani abbandonati: racconti, Roma, Odradek, 2003
  • Doppio fantasma: 91 poesie per 91 artisti, Roma, Fermenti, 2003
  • Figure lunari, Roma, Robin, 2004
  • La notte gioca a dadi, Roma, Newton Compton, 2008
  • Metasintassi, Alfio Di Bella/Mario Lunetta, Roma, Onyx, 2012

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Albo d'oro, su premionazionaleletterariopisa.onweb.it. URL consultato il 7 novembre 2019.
  2. ^ Risultati 2006 Premio Alessandro Tassoni [1]
  3. ^ RACCOLTA PREMIO NAZIONALE DI NARRATIVA BERGAMO, su legacy.bibliotecamai.org. URL consultato il 7 maggio 2019.

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autoritàVIAF (EN79127592 · ISNI (EN0000 0001 0919 0849 · SBN IT\ICCU\CFIV\011489 · LCCN (ENn79121658 · GND (DE119439514 · BNF (FRcb12709757q (data) · WorldCat Identities (ENlccn-n79121658