Daria Galateria

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search

Daria Galateria (Roma, 20 settembre 1950) è una scrittrice, accademica e traduttrice italiana.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Si è laureata in Lettere con una tesi sul monologo in Mallarmé e Valéry propostale da Giovanni Macchia presso l'Università "La Sapienza" di Roma, dove dal 1975 insegna lingua e letteratura francese[1].

La sua ricerca si è focalizzata sulla memorialistica, specialmente femminile. Ha curato, insieme con Alberto Beretta Anguissola a volumi alterni, la prima edizione commentata al mondo di Alla ricerca del tempo perduto di Marcel Proust, nell'edizione i Meridiani Mondadori, con la traduzione di Giovanni Raboni e la direzione di Luciano De Maria[2].

Nel 1996 ha vinto il premio speciale Grinzane Cavour per la saggistica d'autore con il libro Fughe dal Re Sole[3].

Nel 2005 il Ministero della Cultura francese l'ha promossa al grado di "Officier" nell'Ordre des Arts et des Lettres.

Per la RAI ha condotto programmi culturali collaborando con Rai Radio 3 (Spazio Tre) e Radio 2 (Alle otto della sera)[4]. Dal 2012 affianca Antonio Debenedetti e Paolo Di Paolo alla conduzione di Cartoline dal paese dei libri su Radio Città Futura[5]. Ha inoltre collaborato con Il manifesto e dal 1990 scrive regolarmente per la Repubblica[6][7] e l'Espresso[8].

Si è occupata inoltre di narrativa rosa collaborando in particolare a Intorno al rosa (Essedue, 1987) e a Maestre d'amore (Dedalo, 1986).

È membro della Commissione per l'assegnazione di premi di traduzione, designata dal Ministero per i Beni e le Attività Culturali, e dal 2021 della giuria del Premio Campiello.

Daria Galateria è stata sposata per un periodo con Giuseppe Scaraffia.

Opere principali[modifica | modifica wikitesto]

Romanzi[modifica | modifica wikitesto]

  • Il tè a Port-Royal, Collana La memoria n.240, Palermo, Sellerio, 1995, ISBN 978-88-389-1111-8. [romanzo vincitore del "Premio Alassio"]

Saggi[modifica | modifica wikitesto]

  • Invito alla lettura di André Breton, Milano, Mursia, 1977, ISBN 978-88-425-9244-0.
  • Parigi 1789. Le vecchie e le nuove abitudini tratte dai Mémoires del tempo, Collana La diagonale n.42, Palermo, Sellerio, 1989, ISBN 978-88-389-0573-5.
  • Fughe dal Re Sole. Memorie di cortigiani riluttanti, Collana La diagonale n.90, Palermo, Sellerio, 1996, ISBN 978-88-389-1231-3.
  • Scritti galeotti. Letterati in carcere, Collana Centominuti, Roma, Rai-Eri, 2000, ISBN 978-88-397-1120-5.
    • Scritti galeotti. Narratori in catene dal Settecento a oggi, Collana La memoria n.892, Palermo, Sellerio, 2012, ISBN 978-88-389-2710-2.
  • Entre nous. Incontri di scrittori italiani e francesi del Novecento, con un testo di Alain Elkann, Collana La memoria n.530, Palermo, Sellerio, 2002, ISBN 978-88-389-1777-6.
  • Mestieri di scrittori, Nota di Sergio Valzania, Collana Alle 8 della sera n.14, Palermo, Sellerio, 2007, ISBN 978-88-389-2258-9.
  • L'etichetta alla corte di Versailles. Dizionario dei privilegi nell'età del Re Sole, Collana La memoria n.1028, Palermo, Sellerio, 2016, ISBN 978-88-389-3490-2.
  • Memorabile Elvira in: AAVV, La memoria di Elvira, Palermo, Sellerio, 2015
  • Avarizia, in AAVV, Vivere con i classici, Palermo, Sellerio, 2020.
  • Intorno alla Bibliothèque Nationale, in AAVV, Douce France, Roma, Gremese, 2021.
  • Il bestiario di Proust, Collana La memoria n.1237, Palermo, Sellerio, 2022, ISBN 978-88-389-4349-2.

Traduzioni e cure[modifica | modifica wikitesto]

  • Maria Mancini, I dispiaceri del Cardinale, Sellerio, 1987.
  • Ortensia Mancini, I piaceri della stupidità, Sellerio, 1987.
  • Marcel Proust, Ritorno a Guermantes, avant-textes, Studio Tesi, 1988.
  • Principessa Palatina, Lettere, Sellerio, 1988.
  • Madame de Caylus, Souvenirs, Sellerio, 1988.
  • Madame de Duras, Il segreto, Sellerio, 1989.
  • Charlotte de Robespierre, Memorie sui miei fratelli, Sellerio, 1989.
  • Ninon de Lenclos, Lettere sulla vecchiaia, Sellerio, 1991 (corrispondenza con Saint-Evremond).
  • Roger de Bussy-Rabutin, Storia amorosa delle Gallie, Sellerio, 1992.
  • Buffon, Discorso sullo stile, Studio Tesi, 1994.
  • Denis Diderot, Il sogno di d'Alembert, Sellerio, 1994 (con Il sogno di una rosa di Eugenio Scalfari).
  • Sarah Bernhardt, Gita in pallone, Jouvence, 1995.
  • Nicolas de la Bretonne, Lettere di una scimmia, Sellerio, 1995.
  • Madame de Staal-Delaunay, Memorie, Adelphi, 1995.
  • Jean Giono, L'ussaro sul tetto, Guanda 1995.
  • Jean Giono, Una pazza felicità, Guanda 1996.
  • Paul Morand, Il Sole offuscato - Fouquet e Luigi XIV, Corbaccio 1996.
  • Vivant Denon (attribuito), La notte meravigliosa, ES, 1996.
  • Louise de Vilmorin, Madame de V*** vede solo nero, ES, 1997.
  • Honoré de Balzac, L'eredità del peccato, Jouvence, 1997.
  • Mathilde Mauté, Moglie di Verlaine, Sellerio, 1998.
  • Boris Vian, La Parigi degli esistenzialisti. Manuale di Saint-Germain-des-Prés, Editori Riuniti, 1998.
  • Grace Dalrymple Elliott, La nobildonna e il duca, Fazi, 2001.
  • Charles Perrault, Fiabe, Marsilio, 2002.
  • Françoise Sagan, La guardia del cuore, Sellerio, 2003.
  • Raymond Radiguet, Il ballo del conte d'Orgel, Sellerio, 2004.
  • Madame de Charrière, Lettres écrites de Lausanne, Sellerio, 2005.
  • Henri-Frédéric Amiel, Philine. Frammenti del Diario intimo, Dadò, 2005.
  • Béatrix Saule, La giornata di Luigi XIV, Sellerio, 2006.
  • Isabelle de Charrière, Tre donne, Dadò, 2008.
  • Laure de Surville Balzac, Balzac mio fratello, Sellerio, 2008.
  • Un secolo di moda femminile. Parigi 1794-1894, Sellerio, 2008.
  • Anatole France, Il procuratore della Giudea, Sellerio, 2008.
  • Jacques Chessex, Il vampiro di Ropraz, Fazi, 2009.
  • Marcel Proust, Gelosia, Introd., trad. di Cristiana Fanelli, Roma, Editori Riuniti, 2010; nuova ed. riveduta,
  • Stéphane Audeguy, Mio fratello Rousseau, Fazi, 2010.
  • Allen S. Weiss, Baudelaire cerca gloria, Sellerio, 2010.
  • Denis Diderot, Mystification, Archinto, 2001
  • Albert Thibaudet, Marcel Proust, Elliot, 2005
  • Marcel Proust, Un amore di Swann (trad. di Giacomo Debenedetti), Elliot, 2016
  • Madame de Staël, Manuscrits déguisés, Portaparole, 2017.

Note[modifica | modifica wikitesto]

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autoritàVIAF (EN66598226 · ISNI (EN0000 0000 6156 8346 · SBN CFIV016975 · LCCN (ENn78073058 · GND (DE1166792250 · BNE (ESXX5178082 (data) · BNF (FRcb12962631n (data) · J9U (ENHE987007590700605171 · WorldCat Identities (ENlccn-n78073058