Radio Rai

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
(Reindirizzamento da Radio RAI)

1leftarrow blue.svgVoce principale: Rai.

Radio Rai
Logo
Studi Rai di Via Asiago 10.jpg
Sede di Radio Rai a Roma in via Asiago 10
StatoItalia Italia
Fondazione6 ottobre 1924
GruppoRai
SettoreTelecomunicazioni
ProdottiNotizie, musica
Slogan«Che il suono sia con te»
Sito web

Radio Rai è la direzione che si occupa della realizzazione dei programmi radiofonici della Rai, nonché della pianificazione generale della divisione radiofonica.

Il termine è utilizzato in modo più generico per indicare il bouquet di canali radiofonici della Rai prodotti nella sede del CPR di Via Asiago 10 a Roma.

Il direttore della struttura Radio Rai è Roberto Sergio, mentre il direttore artistico è Carlo Conti, noto presentatore televisivo.[1]

Canali radio generalisti[modifica | modifica wikitesto]

LCN tivùsat Logo Nome AM FM Via cavo DAB/DAB+ RaiPlay Radio iTunes DTT tivùsat
601 Rai Radio 1 - Logo 2017.svg Rai Radio 1 Yes check.svg Yes check.svg Yes check.svg Yes check.svg Yes check.svg Yes check.svg Yes check.svg Yes check.svg
602 Rai Radio 2 - Logo 2017.svg Rai Radio 2 X mark.svg Yes check.svg Yes check.svg Yes check.svg Yes check.svg Yes check.svg Yes check.svg Yes check.svg
603 Rai Radio 3 - Logo 2017.svg Rai Radio 3 X mark.svg Yes check.svg Yes check.svg Yes check.svg Yes check.svg Yes check.svg Yes check.svg Yes check.svg
  • Rai Radio 1 - informazione, approfondimento e sport;
  • Rai Radio 2 - musica nelle sue diverse forme e intrattenimento leggero;
  • Rai Radio 3 - cultura nelle sue diverse forme, musica classica, letteratura, arte e cinema.

Le tre reti generaliste vengono diffuse su tutti i dispostivi e in tutti gli standard ad eccezione dell'AM, presente solo per Rai Radio 1.

Canali radio tematici[modifica | modifica wikitesto]

LCN tivùsat Logo Nome AM FM Via cavo DAB/DAB+ RaiPlay Radio iTunes DTT tivùsat
630 Rai Radio Tutta Italiana logo.svg Rai Radio Tutta Italiana X mark.svg X mark.svg Yes check.svg Yes check.svg Yes check.svg X mark.svg Yes check.svg Yes check.svg
605 Rai Radio Classica logo.svg Rai Radio Classica X mark.svg Yes check.svg[2] Yes check.svg Yes check.svg Yes check.svg X mark.svg Yes check.svg Yes check.svg
640 Rai Radio Techete' logo.svg Rai Radio Techetè X mark.svg X mark.svg X mark.svg Yes check.svg Yes check.svg X mark.svg Yes check.svg Yes check.svg
607 Rai Radio Live logo.svg Rai Radio Live X mark.svg X mark.svg X mark.svg Yes check.svg Yes check.svg X mark.svg Yes check.svg Yes check.svg
606 Rai Radio Kids logo.svg Rai Radio Kids X mark.svg X mark.svg X mark.svg Yes check.svg Yes check.svg X mark.svg Yes check.svg Yes check.svg
699 Rai Isoradio - Logo 2017.svg Rai Isoradio X mark.svg Yes check.svg[2] X mark.svg Yes check.svg Yes check.svg X mark.svg Yes check.svg Yes check.svg
604 Rai Gr Parlamento - Logo 2017.svg Rai Gr Parlamento X mark.svg Yes check.svg X mark.svg Yes check.svg Yes check.svg X mark.svg Yes check.svg Yes check.svg
  • Rai Radio Tutta Italiana - musica italiana dal 1960 ad oggi, senza interruzioni pubblicitarie;
  • Rai Radio Classica - opera, musical e operetta sono gli ingredienti del canale che trasmette senza interruzioni pubblicitarie;
  • Rai Radio Techetè - ripropone documenti audio che hanno fatto la storia di Rai Radio dal dopoguerra ad oggi;
  • Rai Radio Live - finestra completa sugli avvenimenti live, pop, rock, dance più importanti del presente e del passato in Italia e nel mondo;
  • Rai Radio Kids - dedicato ai bambini con musica, storie e giochi dalle 06:30 alle 20:30, fiabe e musica fino alle 06:00 del mattino successivo;
  • Rai Isoradio - informazioni continue sul traffico per gli automobilisti in viaggio sulle autostrade italiane intervallate da brani musicali;
  • Rai Gr Parlamento - trasmette le sedute parlamentari con dirette e differite dalla Camera dei Deputati e dal Senato della Repubblica.

Le reti tematiche vengono diffuse su tutti i dispositivi e in tutti gli standard ad eccezione di:

  • Rai Radio Classica che in FM raggiunge solo cinque città italiane (Ancona, Milano, Napoli, Roma, Torino) coperte dalla relativa modulazione di frequenza;
  • Rai Isoradio che in FM viene diffusa in esclusiva sulla rete autostradale italiana comprese le aree delle città metropolitane di Roma, Torino, Palermo e Milano;
  • Rai Radio Tutta Italiana e Rai Radio Classica che in filodiffusione, tramite i canali analogici di Telecom Italia, raggiungono solo gli abbonati al relativo servizio;
  • Rai Radio Tutta Italiana che in FM viene diffusa in simulcast nell'arco temporale 19:35 - 07:00 (19:35 - 08:00 la domenica) da Rai Radio Trst A nel solo Friuli Venezia Giulia e a livello nazionale su Rai Gr Parlamento nelle ore serali e notturne e comunque nei momenti in cui non vengono diffusi programmi di politica o d'informazione.

Canali radio regionali[modifica | modifica wikitesto]

Le sedi regionali della radiotelevisione pubblica realizzano per il proprio territorio canali radio locali in lingua:

  • Rai Radio Trst A, in lingua slovena, presso la sede per il Friuli-Venezia Giulia di Trieste. Diffusa in FM, in AM e sul DTT in Friuli-Venezia Giulia e in FM e AM nelle zone confinanti della Slovenia, nell'Istria croata nel Quarnero e nella Dalmazia nonché in streaming sul sito web istituzionale. Nell'arco temporale 19:35 - 07:00 (19:35 - 08:00 la domenica) trasmette in simulcast Rai Radio Tutta Italiana.
  • Rai Radio 1-FVG, in lingua italiana, friulana e dialetto giuliano, presso la sede per il Friuli-Venezia Giulia di Trieste. Diffusa in FM e sul DTT in Friuli-Venezia Giulia e in FM nelle zone confinanti della Slovenia e dell'Istria croata nonché in streaming sul sito web istituzionale. Nelle ore di non trasmissione locale si collega con Rai Radio 1.
  • Rai Radio Südtirol, in lingua italiana, tedesca e ladina, presso le sedi delle due province autonome di Trento e Bolzano. I programmi in italiano sono trasmessi sulle frequenze di Rai Radio 2, coprendo la diretta nazionale, ogni giorno nel primo pomeriggio. Le trasmissioni in tedesco e ladino, invece, hanno un canale dedicato: Rai Südtirol. L'emittente locale in lingua tedesca, così come le trasmissioni locali in lingua italiana, sono disponibili su tutto il territorio regionale e nei comuni limitrofi in FM e DAB+.[3]

Filodiffusione[modifica | modifica wikitesto]

Magnifying glass icon mgx2.svgLo stesso argomento in dettaglio: Rai Filodiffusione.
Logo di Radio Rai utilizzato negli anni novanta

Rai Filodiffusione è il servizio di filodiffusione della Rai, diretto dalla struttura Canali Radio di Pubblica Utilità all'interno di Radio Rai[4]. Il servizio fu inaugurato il 1º dicembre 1958 e le trasmissioni con palinsesto iniziarono il 3 gennaio 1959 (su tre canali) quando la copertura radiofonica via etere non era capillare e la qualità del suono in modulazione di ampiezza (AM) spesso lasciava a desiderare. Questo perchè la larghezza di banda AM era di 4,5 kHz, mentre la filodiffusione permetteva di ricevere i programmi con una qualità del suono maggiore, perché la banda era 15 kHz, e garantiva una diffusione su tutto il territorio nazionale, grazie alla trasmissione via cavo. Dopo l'introduzione della modulazione di frequenza e con l'avvento delle radio private la filodiffusione fu relegata sempre di più nella nicchia degli appassionati di musica classica e degli ascoltatori di "fascia alta". Con la conversione delle centraline telefoniche di Telecom Italia da analogico a digitale negli anni novanta, la copertura non è mutata (sono serviti i capoluoghi di provincia), ma questo ha coinciso con una caduta di notorietà del servizio.[senza fonte]

Informazione[modifica | modifica wikitesto]

I radiogiornali e i notiziari sul traffico di Rai CCISS vanno in onda sui tre canali generalisti e sono curati rispettivamente dal Giornale Radio Rai e dallo stesso CCISS e in modo continuativo su Rai IsoRadio. Rai Radio 1 trasmette inoltre i notiziari regionali realizzati dalle redazioni locali della TGR.

Stazioni chiuse[modifica | modifica wikitesto]

Riprese audio[modifica | modifica wikitesto]

Radio Rai si occupa anche delle riprese audio di particolari eventi musicali, spesso andati in onda anche in tv, come Il Rigoletto a Mantova[5] e La Cenerentola[6], e le dirette da importanti teatri lirici italiani.

Attilio Parelli (info file)
«Segnale di apertura dei programmi radio Rai»

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Area Editoriale Radiofonia, rai.it.
  2. ^ a b Solo in alcune aree
  3. ^ Rai BZ, su www.raibz.rai.it. URL consultato il 07 ottobre 2016.
  4. ^ Canali Radio di Pubblica Utilità – Cosa sono, Rai. URL consultato il 18 marzo 2011 (archiviato dall'url originale il 19 febbraio 2011).
  5. ^ Comune di Mantova - L'impegno Rai per un evento in diretta mondiale
  6. ^ Rai 1 - La diretta, la guidaTV e tutte le novità sulla programmazione del primo canale, su www.rai1.rai.it. URL consultato il 22 gennaio 2018.

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]


Editoria Portale Editoria: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di editoria