Mariapia Veladiano

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Mariapia Veladiano

Mariapia Veladiano (Vicenza, 17 aprile 1960) è una scrittrice italiana.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Mariapia Veladiano ha conseguito la maturità classica presso il Liceo "Antonio Pigafetta" di Vicenza e si è laureata in Filosofia presso l'Università di Padova con una tesi sull'assunzione della colpa nella teologia di Dietrich Bonhoeffer. Ha conseguito il Baccellierato in Teologia presso la Facoltà teologica dell'Italia settentrionale a Milano con una tesi sulla teologia dei sacramenti e la Licenza in Teologia fondamentale presso l'Università Lateranense a Roma con una tesi sul problema del male nella teologia di Dietrich Bonhoeffer.

Ha insegnato Lettere[1] per più di vent'anni e dal 2011 è preside, prima a Rovereto, poi a Vicenza[2]. Per un anno è stata redattrice del settimanale della Diocesi di Vicenza La Voce dei Berici.

Dal 1992 collabora con la rivista Il Regno di Bologna[3], per la quale scrive articoli e recensioni; da gennaio 2014 tiene sulla rivista una rubrica dal titolo “Riletture”, in cui propone libere riletture di testi classici e non. Collabora regolarmente con il quotidiano la Repubblica per argomenti legati alla scuola e ai giovani, e occasionalmente con Avvenire e L'Osservatore Romano. Nel 2012 ha tenuto la rubrica “Mattutini” per Avvenire.

Nel 2010 ha vinto il Premio Italo Calvino[4] per autori inediti con il romanzo La vita accanto e nel 2011 ha pubblicato il romanzo con Einaudi nella collana "Stile libero". La vita accanto nel 2012 ha vinto anche il Premio Alabarda d'oro e il Premio Cortina d'Ampezzo, si è classificato secondo al Premio Strega[5] e ha vinto il premio opera prima per l'Italia al Festival du prémier roman di Chambéry. Il romanzo è stato tradotto in inglese con il titolo A life apart (MacLehose) e in francese con il titolo La vie à coté (Stock) ed è in corso la traduzione spagnola.

Con il romanzo Il tempo è un dio breve, pubblicato nel 2012 con Einaudi nella collana "Stile libero", la scrittrice ha narrato attraverso le vicende di una madre e di un figlio un'intensa meditazione su Dio e il dolore. Nel 2013 ha pubblicato con Rizzoli il romanzo per ragazzi Messaggi da lontano e con Einaudi nella collana "Stile Libero" Ma come tu resisti, vita, un piccolo breviario laico sui sentimenti e le azioni della vita quotidiana, e nel 2014 il piccolo saggio Parole di scuola con le Edizioni Erickson (poi interamente riveduto e ripubblicato con Guanda nel 2019).

Con il romanzo Una storia quasi perfetta, pubblicato da Guanda nel 2016, la scrittrice racconta una storia di seduzione, tradimento e resilienza; il romanzo ha vinto il Premio "Scrivere per amore" 2016.[6] Il romanzo ha vinto anche il Premio Viadana 2016 (ex aequo con Gli anni al contrario di Nadia Terranova)[7].

Mariapia Veladiano ha partecipato alle edizioni 2011 e 2012 della “Milanesiana” con interventi su temi teologici. Dal 2013 è membro ordinario dell'Accademia degli Agiati di Rovereto, mentre nel 2020 è stata nominata membro ordinario dell'Accademia olimpica di Vicenza.

Il 26 ottobre 2017 è uscito il romanzo Lei, per l'editore Guanda[8]. Nel 2021 è uscito Adesso che sei qui, romanzo che mette a tema le relazioni familiari e la malattia di Alzheimer, vincitore del premio Flaiano per la narrativa.[9]

Opere[modifica | modifica wikitesto]

Narrativa[modifica | modifica wikitesto]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ La vita accanto di Mariapia Veladiano, su premiostrega.it, 23 dicembre 2011. URL consultato il 10 aprile 2020.
  2. ^ Roberto Carnero, Mariapia Veladiano: «La fede mi ha liberata dalla paura», su famigliacristiana.it, 2 novembre 2017. URL consultato il 10 aprile 2020.
  3. ^ Maria Simonetti, Una marziana allo Strega, su espresso.repubblica.it, 30 maggio 2011. URL consultato il 10 aprile 2020.
  4. ^ La vita accanto: presentato da Elisabetta Rasy Cesare Segre, su premiocalvino.it. URL consultato il 10 aprile 2020.
  5. ^ Désirée Paola Capozzo, Edoardo Nesi vince il Premio Strega 2011, su elle.com, 8 luglio 2011. URL consultato il 10 aprile 2020.
  6. ^ Mariapia Veladiano vince la XXI edizione di Scrivere per Amore con "Una storia quasi perfetta" edito da Guanda, su premioscrivereperamore.it (archiviato dall'url originale il 19 ottobre 2016).
  7. ^ Premio Viadana 2016, vincono Nadia Terranova e Mariapia Veladiano, su oglioponews.it, 11 giugno 2016. URL consultato il 10 aprile 2020.
  8. ^ Federica Augusta Rossi, Con gli occhi di lei. Intervista a Mariapia Veladiano, su premiocomisso.it. URL consultato il 10 aprile 2020.
  9. ^ Premio Flaiano, vincono Mariapia Veladiano e Maddalena Fingerle, su la Repubblica, 4 luglio 2021. URL consultato il 6 luglio 2021.

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autoritàVIAF (EN168982685 · ISNI (EN0000 0001 1959 7263 · SBN RCAV255032 · LCCN (ENno2011049803 · WorldCat Identities (ENlccn-no2011049803