Francesca Rigotti

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search

Francesca Rigotti (Milano, 6 febbraio 1951) è una filosofa e saggista italiana.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Nata e cresciuta a Milano, Francesca Rigotti ha conseguito la maturità classica al Liceo Alessandro Manzoni di Milano nel 1970 e si è laureata in Filosofia all'Università Statale di Milano, dove è stata allieva di Mario Dal Pra, Maria Assunta Del Torre e Salvatore Veca, nel 1974. Dopo aver ricevuto borse di studio presso l'Istituto Italiano per gli Studi Storici di Napoli e la Fondazione Feltrinelli di Milano, ha conseguito il dottorato in Scienze Sociali all'Istituto Universitario Europeo di Fiesole (Firenze) nel 1984. Trasferitasi a Göttingen (NI, Germania), è stata assistente alla cattedra di Teoria Politica di Walter Euchner dell'Università di Göttingen[1] e ha conseguito la libera docenza (Habilitation) in Scienze politiche nel 1991. Ha avuto quattro figli con il suo compagno di vita Detlev Schild: Claudio (1982), Anna Teresa (1984), Guido e Cosimo (1988).

Dal 1991 al 1996 ha ricevuto un “Heisenberg-Stipendium”[2] della DFG (Società tedesca della ricerca), grazie al quale ha potuto godere di un periodo di fellowship all'Università di Princeton e dal 1996 insegna come docente a contratto alla Facoltà di scienze della Comunicazione dell'Università della Svizzera italiana[3]. Nel 2008 ha tenuto un semestre di insegnamento all'Università di Zurigo.

Premi ricevuti[modifica | modifica wikitesto]

  • 2001 premio “Città di Chiavari”
  • 2003 Primo premio al concorso di Filosofia “Viaggio a Siracusa”
  • 2008 Premio “Capalbio” di Filosofia
  • 2016 “Outstanding Woman Award”
  • 2020 Premio della Fondazione del Centenario della BSI[4]

Opere[modifica | modifica wikitesto]

Libri[modifica | modifica wikitesto]

  • L'umana perfezione. Saggio sulla circolazione e diffusione dell'idea di progresso nell'Italia del primo ottocento, Bibliopolis, Napoli 1981.
  • Metafore della politica, Il Mulino, Bologna 1989.
  • Il potere e le sue metafore, Feltrinelli, Milano 1992
  • Übers. i. Dt. Die Macht und ihre Metaphern. Über die sprachlicher Bilder der Politik, Campus Verlag, Frankfurt 1994
  • La verità retorica. Etica, conoscenza e persuasione, Feltrinelli, Milano 1995.
  • L'onore degli onesti, Feltrinelli, Milano 1998
  • La filosofia in cucina. Piccola critica della ragion culinaria, Il Mulino, Bologna 1999 e 2002 (Tr. ted.. Beck, München 2002 e 20042; Sp. Herder, Barcelona 2001; Kor., 2003; Slov. Studia Humanitatis, Lubiana, 2006, Gr. Plytropon 2008, Serb. Geopoetika 2009)
  • Il filo del pensiero, Il Mulino, Bologna 2002
  • La filosofia delle piccole cose, Novara, Interlinea, 2004 e 20052 (Übers. i. Serb. 2009)
  • (con Giuseppe Ferraro) Agli estremi della filosofia, introduzione di Remo Bodei, Mantova, Tre Lune, 2005
  • Il pensiero pendolare, Bologna, il Mulino, 2006
  • Il pensiero delle cose, Milano, Apogeo, 2007
  • Gola. La passione dell'ingordigia, Bologna, il Mulino, 2008 (Übers. i. Ungar. 2009)
  • Le piccole cose di Natale, Novara, Interlinea, 2008
  • con Giuseppe Pulina, Asini e filosofi, Novara, Interlinea, 2010
  • Partorire con il corpo e con la mente, Torino, Bollati Boringhieri, 2010
  • con Duccio Demetrio, Senza figli. Una condizione umana, Milano, Cortina, 2012
  • Nuova filosofia delle piccole cose, Novara, Interlinea, 2013
  • Un posto al sole. Filosofia di una soap opera, Milano, Mimesis, 2013
  • Metafore del silenzio, Milano, Mimesis, 2013
  • Gli altri. Inferno o paradiso?, Roccafranca (BS), Massetti Rodella Editori, 2013
  • Onestà, Milano, Cortina, 2014
  • Manifesto del cibo liscio. Per una nuova filosofia in cucina, Novara, Interlinea, 2015
  • (con Anna Longo), Una donna per amico. Dell'amicizia e anche dell'amicizia delle donne, Napoli-Salerno, Orthotes, 2016
  • De senectute, Torino, Einaudi, 2018.
  • Buio, Bologna, Il Mulino, 2020

Collaborazioni[modifica | modifica wikitesto]

  • Schleier und Fluss. Überlegungen über das Vergessen, in Michael Buchholz (Hrsg.), Metaphernanalyse, Vandenhoeck & Ruprecht, Göttingen 1993.
  • The House as Metaphor, in Z. Radman (Hrsg.), From a Metaphorical Point of View. A Multidisciplinary Approach to the Cognitive Content of Metaphor, De Gruyter, Berlin 1995.
  • Cultura animi, cultus Dei. Worship as agriculture in Seneca and Saint Augustine, in Ralph Bisschops & René Dirven (eds.), Lover, Sheperd, Father. Metaphor and Religion, John Benjamins, Amsterdam, 1997
  • La symbolique et la métaphorique de la souveraineté dans la tradition républicaine: souveraineté du prince et souveraineté des lois', in Actes du Colloque organisé par Gian Mario Cazzaniga et Yves-Charles Zarka, Naissance et affirmation de la souveraineté à l'époque moderne, Paris, FIAP, 2000
  • El hilo de tejer y el hilo del piensamento, in Microfisuras, Murcia, 2002
  • Inglese T., Mayer R.E., Rigotti F., Using Audiovisual TV Interviews to Create Visible Authors thar Reduce the Learning Gap Between Native and Non-Native Language Speakers, in Learning and Instruction, 2007, 17.
  • Die schwere Entbindung der Entbindungsphilosophie in Familiendynamik. Systemische Praxis und Forschung, 37/1 2012, pp. 34–41.

Note[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autoritàVIAF (EN56674145 · ISNI (EN0000 0001 2134 189X · SBN IT\ICCU\CFIV\028809 · LCCN (ENn81091016 · BNF (FRcb122951918 (data) · WorldCat Identities (ENlccn-n81091016