Silvia Avallone

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Silvia Avallone

Silvia Avallone (Biella, 11 aprile 1984) è una scrittrice e poetessa italiana.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Silvia Avallone è nata a Biella nel 1984 e vive a Bologna, dove si è laureata in Filosofia e specializzata in Lettere.

Nel 2007 ha pubblicato la raccolta di poesia Il libro dei vent'anni (Edizioni della Meridiana), vincitrice del premio Alfonso Gatto sezione giovani. Sue poesie e racconti sono apparsi su Granta Italia e Nuovi Argomenti. Ha scritto per Il Corriere della Sera e per Vanity Fair. Con il suo romanzo d'esordio Acciaio (Rizzoli, 2010) ha vinto il premio Campiello Opera Prima, il premio Flaiano, il premio Fregene, e si è classificata seconda al premio Strega 2010. Il romanzo è stato tradotto in 23 lingue e in Francia, con D'Acier, ha vinto il Prix des lecteurs de L'Express 2011. Da Acciaio è tratto il film omonimo, per la regia di Stefano Mordini, con Michele Riondino e Vittoria Puccini, prodotto da Palomar.

Sempre ad Acciaio è ispirata l'omonima canzone di Noemi che apre l'album Made in London del 2014.

Acciaio è stato tradotto[ha senso indicare l'editore? sarebbe meglio il traduttore]:

  • negli Stati Uniti e nel mondo inglese[con che titolo?] (Swimming to Elba) da Viking;
  • nei Paesi Bassi (Staal) da De Bezige Bij;
  • in Francia (D'acier) da Liana Levi;
  • in Germania (Ein Sommer aus Stahl) da Klett-Cotta;
  • in Ungheria (Acel) da Európa Könyvkiadó;
  • in Giappone da Hayakawa;
  • in Russia (Стальное лето) da Ripol;
  • in Croazia (Čelična Mladost) da Leeseopchangjak;
  • in Repubblica Ceca da Motto - Albatros Media;
  • in Svezia (Stål) da Natur & Kultur;
  • in Brasile (Aço) da Objetiva / Alfaguara;
  • in Spagna (De acero) e nel mondo ispanico da Alfaguara, in castigliano;
  • in Spagna (D'Acer) da Edicions 62, in catalano;
  • in Portogallo da A Esféra Dos Livros;
  • in Corea da Leeseopchangjak;
  • in Grecia da Synchroni orizontes;
  • in Norvegia da Aschehoug;
  • in Israele da Ofir Feldman / Kinneret Zmora;
  • in Polonia da Sonia Draga;
  • in Turchia da Parodi Kitap;
  • in Finlandia (Teräs) da Minerva Kustannus;
  • in Serbia da Evro-Giunti;
  • in Macedonia da Antolog.

Il suo successivo romanzo s'intitola Marina Bellezza (Rizzoli, 2013) ed è stato tradotto in tedesco, olandese, svedese e norvegese.

Riconoscimenti[modifica | modifica wikitesto]

Per Il libro dei vent'anni:

  • Premio Alfonso Gatto 2008, opera prima.

Per Acciaio:

Opere[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autorità VIAF: (EN108091467 · LCCN: (ENno2010047519 · SBN: IT\ICCU\BIAV\089034 · ISNI: (EN0000 0001 1930 9495 · GND: (DE140207325 · BNF: (FRcb16276097f (data)