Enrico Vanzina

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

Enrico Vanzina (Roma, 26 marzo 1949) è uno sceneggiatore, produttore cinematografico e giornalista italiano.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Primogenito del regista e sceneggiatore Steno e di Maria Teresa Nati, nonché fratello maggiore del regista e produttore Carlo Vanzina, ha frequentato il Lycée Chateaubriand di Roma[1].

Ha vinto molti premi tra i quali una Grolla D'oro, il premio De Sica, il premio Flaiano, il Nastro d'Argento, il premio Charlot, il premio America, il Telegatto e il Premio America della Fondazione Italia USA.

Ha inoltre prodotto molti programmi televisivi, tra cui le serie I ragazzi della 3ª C (1987-1989), Amori (1989), Anni '50 (1998), Anni '60 (1999) e Un ciclone in famiglia (2005-2008).

È stato consulente generale e capo della produzione Penta Film di Mario e Vittorio Cecchi Gori nel biennio 1990-1991.

Autore della commedia teatrale Bambini cattivi, messa in scena da Giuseppe Patroni Griffi, ha pubblicato anche i romanzi Colazione da Bulgari (Salerno Editrice), La vita è buffa (Gremese), Le finte bionde e Una famiglia italiana (Mondadori), Commedia all'italiana, Il gigante sfregiato e Il mistero del rubino birmano (Newton Compton).

Dopo aver collaborato per cinque anni al Corriere della Sera, dal 1998 cura una rubrica settimanale di costume per Il Messaggero.

Filmografia[modifica | modifica wikitesto]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Fonte: MYmovies. [1]. Vedi anche un suo intervento sul Corriere della Sera del 2 ottobre 1993. [2]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autorità VIAF: (EN237200244 · ISNI: (EN0000 0003 8564 7147 · SBN: IT\ICCU\CFIV\072364 · LCCN: (ENn97022582 · GND: (DE143555472