Jonathan Coe

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Jonathan Coe, mentre firma autografi in una libreria di Roma

Jonathan Coe (Birmingham, 19 agosto 1961) è uno scrittore britannico.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

È nato a Bromsgrove, Worcestershire. Ha studiato alla King Edward's School, Birmingham, al Trinity College, Cambridge e all'Università di Warwick, dove ha anche insegnato poesia inglese. Ha in seguito lavorato nel campo musicale, scrivendo musica jazz e cabaret, ha poi fatto il correttore di bozze, prima di diventare scrittore e giornalista freelance. Nel 2012 è stato insignito del titolo di duca di Prunes dal sovrano del Regno di Redonda. Le sue opere contengono spesso una preoccupazione per le questioni sociali, anche se generalmente espressa in modo umoristico nella forma di satira. Il contesto storico e politico in cui si svolgono i suoi romanzi non è mai un semplice scenario di sfondo ma è trattato dettagliatamente, riuscendo ad accompagnare i personaggi in un'Inghilterra quasi reale.

Di particolare rilievo è il suo affresco dell'Inghilterra degli ultimi trent'anni: questo parte da "La Banda dei Brocchi" che inquadra l'Inghilterra negli anni settanta, con il problema sindacale e del razzismo; la parte rappresentante l'Inghilterra degli anni ottanta è "La Famiglia Winshaw" che mostra sotto forma di allegoria una famiglia fortemente artigliata al potere ed economicamente violenta; il nuovo millennio inglese è descritto da "Circolo Chiuso" che riprende la vicenda de "La Banda dei Brocchi" negli anni duemila, senza però sapere (se non per alcuni sprazzi) ciò che hanno fatto i protagonisti nei dieci anni antecedenti. Quest'ultimo libro inquadra un'Inghilterra diversa ma anche simile: c'è qualcosa di consumistico, nel costo della vita, il razzismo è ancora fortemente presente ma vi è anche un senso politico ed economico diverso.

Opere[modifica | modifica wikitesto]

Romanzi[modifica | modifica wikitesto]

Racconti[modifica | modifica wikitesto]

Libri per bambini[modifica | modifica wikitesto]

  • La storia di Gulliver, (L'Espresso, 2011)
  • Lo specchio dei desideri, (Feltrinelli, 2012)

Biografie[modifica | modifica wikitesto]

Premi[modifica | modifica wikitesto]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ (EN) The John Llewellyn Rhys Prize, su foyles.co.uk. URL consultato il 21 aprile 2020.
  2. ^ (EN) Bollinger Everyman Wodehouse Prize Winners, su goodreads.com. URL consultato il 15 gennaio 2020.
  3. ^ (EN) Alison Flood, Jonathan Coe wins Costa prize for ‘perfect’ Brexit novel, su theguardian.com, 6 gennaio 2020. URL consultato il 15 gennaio 2020.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autoritàVIAF (EN7446091 · ISNI (EN0000 0001 2095 5339 · SBN IT\ICCU\LO1V\132782 · Europeana agent/base/60718 · LCCN (ENn88677236 · GND (DE115580824 · BNF (FRcb122455099 (data) · BNE (ESXX1082872 (data) · WorldCat Identities (ENlccn-n88677236