Elizabeth Strout

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Elizabeth Strout a Roma, 2013

Elizabeth Strout (Portland, 6 gennaio 1956) è una scrittrice statunitense.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Laureata in letteratura inglese al Bates College nel 1977 e in giurisprudenza alla Syracuse University, ha insegnato al Manhattan Community College e i suoi racconti sono apparsi su Redbook, Seventeen, Oprah Magazine e New Yorker.

Nel 2000 è stata tra i finalisti dell'Orange Prize ed è stata nominata per il Premio PEN/Faulkner per la narrativa. Nel 2007 ha insegnato alla Colgate University come professoressa del National Endowment for the Humanities. Nel 2009 ha vinto il Premio Pulitzer per la narrativa con Olive Kitteridge (2008) romanzo che nel 2010 le ha permesso di aggiudicarsi anche il Premio Bancarella, con l'edizione tradotta e pubblicata dalla Fazi Editore nel 2009. Nel 2012 ha vinto il Premio Mondello.

Vive tra il Maine e New York, con il marito James Tierney, avvocato e politico, e la figlia.

Opere[modifica | modifica wikitesto]

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autorità VIAF: (EN66631918 · LCCN: (ENn98033426 · ISNI: (EN0000 0000 8146 4464 · GND: (DE138335400 · BNF: (FRcb13560571k (data)