Michele Anzalone

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Michele Anzalone

Michele Anzalone (Castrogiovanni, 1º novembre 1912Bologna, giugno 1984) è stato uno scrittore italiano conosciuto principalmente per la sua opera “Favole a Castroforte”.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Michele Anzalone era nato a Castrogiovanni (l'odierna Enna) il 1º novembre 1912. Ha vissuto e lavorato a Bologna, dove ha esercitato la professione di medico e di docente. Ha alternato il suo impegno nella professione con la sua passione per la letteratura. È morto a Bologna nel giugno del 1984.

Opera[modifica | modifica wikitesto]

Ha pubblicato diversi libri di narrativa come “Tra poco è giorno”, “Il sasso e l'erba”, “Finché c'è luce”.

Fra le sue opere di maggior pregio “Favole a Castroforte” in cui, tra storia e favola, racconta vicende, episodi pubblici e familiari della città di Enna in cui nacque e ove trascorse gli anni della primissima gioventù.

Titoli[modifica | modifica wikitesto]

  • Tra poco è giorno, 1972;
  • Nozioni di patologia respiratoria, Esculapio, Bologna, 1972;
  • Il sasso e l'erba, Longo, Ravenna, 1974;
  • Finché c'è luce, Forum, 1975;
  • Negli orti della regina, M. Boni, 1977;
  • Favole a Castroforte, Città armoniosa, Reggio Emilia, 1979;
  • L'umana compagnia, Città armoniosa, Reggio Emilia, 1982.

Premi e riconoscimenti[modifica | modifica wikitesto]

Ha ricevuto, nel 1983, il Premio Napoli per L'umana compagnia (1982). [1]

Gli è stato assegnato il premio Euno, dal Kiwanis Club di Enna, alla sua prima edizione nel 1985.

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Vincitori Archiviato il 27 settembre 2007 in Internet Archive. del Premio Napoli di narrativa.

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]