Timothy Garton Ash

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Timothy Garton Ash

Timothy Garton Ash (12 luglio 1955) è un saggista e giornalista britannico, professore di Studi Europei presso l'Università di Oxford.
È autore di vari saggi di scrittura politica o 'storia del presente' che hanno aiutato la trasformazione dell'Europa nell'ultimo quarto di secolo.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Dopo aver studiato Storia moderna a Oxford, le sue ricerche sulla Resistenza tedesca e Hitler lo portarono a Berlino, dove, per parecchi anni, ha vissuto sia nella parte orientale sia in quella occidentale della città.
Da Berlino ha cominciato a viaggiare dietro la cortina di ferro.

Durante gli anni ottanta, ha raccontato e analizzato l'emancipazione dell'Europa Centrale dal comunismo in contributi al New York Review of Books, The Independent, The Times e The Spectator.

È autore di vari saggi di scrittura politica o 'storia del presente' che hanno aiutato la trasformazione dell'Europa nell'ultimo quarto di secolo.

È stato editore estero per lo Spectator, editorialista per gli affari dell'Europa centrale per The Times, e editorialista di affari esteri per The Independent.

Attività giornalistica[modifica | modifica wikitesto]

Suoi saggi appaiono regolarmente nel New York Review of Books mentre un suo articolo appare settimanalmente sul Guardian, quotidiano largamente venduto in Europa, Asia e nelle Americhe.
Contribuisce anche al New York Times, al Washington Post, al Wall Street Journal, al The Globe and Mail e suoi contributi appaiono su la Repubblica.

Nel 2008 gli è stato conferito il Premio Ischia Internazionale di Giornalismo, mentre il 25 maggio 2017 riceve ad Aquisgrana il Premio internazionale Carlo Magno (Internationaler Karlspreis der Stadt Aachen).

Studi[modifica | modifica wikitesto]

Opere[modifica | modifica wikitesto]

  • (DE) Und Willst du Nicht Mein Bruder Sein...Die DDR Heute, Rowohlt, 1981, ISBN 3-499-33015-6.
  • (EN) The Polish Revolution: Solidarity, 1980–82, Scribner, 1984, ISBN 0-684-18114-2.
  • (EN) The Uses of Adversity: Essays on the Fate of Central Europe, Random House, 1989, ISBN 0-394-57573-3.
  • Le rovine dell'Impero. Europa centrale 1980-1990 (The Magic Lantern: The Revolution of 1989 Witnessed in Warsaw, Budapest, Berlin, and Prague, 1990), traduzione di M. Papi, Collana Saggi, Milano, Mondadori, 1992, ISBN 978-88-043-4886-3.
  • In nome dell'Europa (In Europe's Name: Germany and the Divided Continent, 1993), traduzione di A. Mazza e M. Minna, Collezione Le Scie, Milano, Mondadori, 1994, ISBN 978-88-043-7456-5.
  • Dossier Romeo. La mia vita a Berlino Est raccontata dalla polizia segreta (The File: A Personal History, 1997), Collana Ingrandimenti, Milano, Mondadori, 1997, ISBN 978-88-044-2134-4. - riedito col titolo Il dossier, Collana Saggi, Milano, Garzanti, 2017, ISBN 978-88-116-7262-3.
  • Storia del presente. Dalla caduta del Muro alle guerre nei Balcani (History of the Present: Essays, Sketches, and Dispatches from Europe in the 1990s, 1999), Collezione Le Scie, Milano, Mondadori, 2001, ISBN 978-88-044-8843-9.
  • Free World. America, Europa e il futuro dell'Occidente (Free World: America, Europe, and the Surprising, 2004), traduzione di E. Valdrè, Collana Saggi, Milano, Mondadori, 2005, ISBN 978-88-045-4388-6.
  • Libertà di parola. Dieci principi per un mondo connesso (Free Speech. Ten Principles for a Connected World, 2016), traduzione di S. Cherchi, Collana Saggi, Milano, Garzanti, 2017, ISBN 978-88-116-7338-5.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autoritàVIAF (EN32041037 · ISNI (EN0000 0000 8111 0113 · SBN IT\ICCU\BVEV\003697 · LCCN (ENn83174603 · GND (DE119520206 · BNF (FRcb121853171 (data) · NLA (EN36580772