Claudio Gorlier

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search

Claudio Gorlier (Perosa Argentina, 1926Torino, 4 gennaio 2017) è stato uno scrittore, accademico e traduttore italiano.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Nato a Perosa Argentina nel 1926,[1] insegnò Letteratura anglosassone all'Università Ca' Foscari di Venezia, alla Bocconi di Milano, all'Università di Torino e in diversi atenei dei paesi anglosassoni.

Fu amico di Beppe Fenoglio, Primo Levi, Cesare Pavese, Italo Calvino e Carlo Fruttero, cui ispirò il personaggio dell'americanista Bonetto nel romanzo La donna della domenica, scritto in coppia con Franco Lucentini.[2][3]

Collaborò con La Stampa, Panorama e i programmi culturali della Rai.

Tra le sue opere: L'Universo domestico e Umoristi della frontiera.

È morto a Torino il 4 gennaio del 2017.[4]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Bruno Quaranta, Addio a Claudio Gorlier, in La Stampa, 4 gennaio 2017. URL consultato il 10 aprile 2017.
  2. ^ Ida Bozzi, Morto Claudio Gorlier, l’americanista che ispirò Fruttero, in Corriere della Sera, 4 gennaio 2017. URL consultato il 10 aprile 2017.
  3. ^ Bruno Quaranta, “Così sono diventato l’americanista Bonetto”, in Corriere della Sera, 31 maggio 2016. URL consultato il 10 aprile 2017.
  4. ^ Morto Gorlier, grande americanista, in ANSA, 4 gennaio 2017. URL consultato il 10 aprile 2017.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autoritàVIAF (EN85831827 · SBN IT\ICCU\CFIV\025644 · GND (DE119414953