Oliviero La Stella

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

Oliviero La Stella (Roma, 30 ottobre 1949) è uno scrittore e giornalista italiano.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Nato e cresciuto a Roma[1]. Giornalista professionista.[2] Lavora per le pagine culturali de Il Messaggero.[1]

Fa il suo esordio nella narrativa nel 2003, con la raccolta di racconti Lo spiaggiatore, per Fazi, che si aggiudica il prestigioso Premio Berto al'opera prima. Il libro è una "commedia umana" che scivola tra i "non luoghi" cittadini: condomini anonimi, uffici, locali notturni, redazioni di giornali, commissariati, confuse feste in villa, spaccati di borgata.[3] La sua seconda opera, Mira, esce sempre per Fazi, nel 2008, e racconta la storia di una prostituta, con il classico piglio del romanzo d'impegno sociale.[4]

La Stella, inoltre, ha pubblicato anche numerosi racconti su Lo Straniero.[1]

Opere[modifica | modifica wikitesto]

Romanzi[modifica | modifica wikitesto]

  • Mira, Roma, Fazi Editore, 2008.

Racconti[modifica | modifica wikitesto]

  • Lo spiaggiatore, Roma, Fazi Editore, 2002. (Vincitore del Premio Berto)

Saggi[modifica | modifica wikitesto]

  • Francesco Ippoliti. Un anarchico abruzzese agli inizi del Novecento, Pescara, Ianieri Edizioni, 2007.
  • Marcello Mariani: archetipi 1971-1997, Milano, Quality S.A.S., 1997.

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ a b c Oliviero La Stella fazieditore.it
  2. ^ La Stella, Oliviero ordinedeigiornalisti.it
  3. ^ Lo Spiaggiatore fazieditore.it
  4. ^ Mira fazieditore.it

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]