Pier Giorgio Bellocchio

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Nota disambigua.svg Disambiguazione – Se stai cercando lo zio, critico letterario, giornalista e fratello di Marco Bellocchio, vedi Piergiorgio Bellocchio.

Pier Giorgio Bellocchio (Roma, 16 aprile 1974) [1] è un attore italiano.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Figlio del regista Marco Bellocchio e dell'attrice Gisella Burinato[1], Pier Giorgio Bellocchio debutta come attore all'età di sei anni, recitando al fianco dei genitori nelle pellicole Vacanze in Val Trebbia e Salto nel vuoto del 1980. Fatta eccezione per il cortometraggio Elena diretto dal padre, Pier Giorgio Bellocchio tornerà a recitare soltanto nel 1999 con La balia. Nel 2003 è in scena con lo spettacolo teatrale Tracce. Scritti e letture da Cesare Battisti per la regia di Renato Chiocca, in seguito Pier Giorgio Bellocchio prenderà parte a quasi tutti i film diretti dal padre, come Buongiorno, notte o Vincere, ed in altre pellicole come Radio West o Melissa P.

Oltre a recitare nei film del padre Marco, Pier Giorgio Bellocchio collabora anche nelle vesti di produttore, occupandosi degli aspetti finanziari delle pellicole.[1] Ha inoltre curato la produzione di altri film come H2Odio e videoclip come Non resisto di Irene Grandi. Come regista ha invece debuttato nel 1994 in DeGenerazione, film girato a più mani da numerosi registi italiani. Bellocchio in particolare ha diretto il segmento intitolato Arrivano i nostri.[2]

Filmografia[modifica | modifica wikitesto]

Televisione[modifica | modifica wikitesto]

Note[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autorità VIAF: (EN36696794 · LCCN: (ENno2007066008 · ISNI: (EN0000 0000 4627 9079