In Treatment (serie televisiva 2013)

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
In Treatment
In Treatment - serie TV 2013.JPG
Logo della serie
Titolo originale In Treatment
Paese Italia
Anno 2013-2017
Formato serie TV
Genere drammatico
Stagioni 3 Modifica su Wikidata
Episodi 105 Modifica su Wikidata
Durata 25 min (episodio)
Lingua originale italiano
Rapporto 16:9
Crediti
Ideatore Hagai Levi
Interpreti e personaggi
Casa di produzione Wildside
Prima visione
Dal 1º aprile 2013
Al 6 maggio 2017
Rete televisiva Sky Cinema Uno (st. 1-3)
Sky Atlantic (st. 2-3)
Sky Cinema Cult (st.2)
Opere audiovisive correlate
Originaria BeTipul, In Treatment

« 5 storie. 5 segreti. »

(Tagline della serie)

In Treatment è una serie televisiva italiana prodotta dal 2013 al 2017.

La serie è incentrata sullo psicoterapeuta Giovanni Mari, interpretato da Sergio Castellitto, e le sue settimanali sedute con i suoi pazienti. La serie è un remake della serie televisiva statunitense della HBO In Treatment, a sua volta liberamente ispirata al format israeliano BeTipul.

La prima stagione della serie è stata trasmessa in prima visione in Italia su Sky Cinema Uno dal 1º aprile al 17 maggio 2013.[1] La seconda stagione viene trasmessa su Sky Atlantic dal 23 novembre 2015.[2]. La terza ed ultima stagione è stata trasmessa dal 25 marzo al 6 maggio 2017.[3]

Trama[modifica | modifica wikitesto]

La serie segue le sedute di psicoterapia del dottor Giovanni Mari, che riceve nel suo studio dal lunedì al giovedì pazienti dalle diverse problematiche. L'approccio seguito dal dottor Mari è di tipo psicoanalitico. Il venerdì diventa lui stesso paziente, sottoponendosi a sedute con l'amica e mentore Anna, per fronteggiare la sua difficile situazione familiare.

Episodi[modifica | modifica wikitesto]

Stagione Episodi Prima TV
Prima stagione 35 2013
Seconda stagione 35 2015-2016
Terza stagione 35 2017

Personaggi e interpreti[modifica | modifica wikitesto]

Personaggi principali[modifica | modifica wikitesto]

  • Giovanni Mari (stagioni 1-3), interpretato da Sergio Castellitto.
    È uno psicoterapeuta, sposato e padre di due figli.
  • Lea (stagioni 1-2), interpretata da Barbora Bobuľová.
    È una donna in carriera, moglie di Pietro con cui è in piena crisi coniugale, e con il quale affronta assieme una terapia di coppia.
  • Pietro (stagioni 1-2), interpretato da Adriano Giannini.
    È un artista mancato, marito di Lea con cui è in piena crisi coniugale, e con la quale affronta assieme una terapia di coppia.
  • Anna (stagioni 1-2), interpretata da Licia Maglietta.
    È la terapeuta di Giovanni, nonché sua mentore.
  • Sara (stagione 1), interpretata da Kasia Smutniak.
    È una donna dalla vita sentimentale tormentata, la quale durante la terapia si è invaghita di Giovanni.
  • Dario (stagione 1), interpretato da Guido Caprino.
    È un carabiniere sotto copertura, coinvolto in una difficile indagine su una pericolosa organizzazione criminale.
  • Alice (stagione 1), interpretata da Irene Casagrande.
    È un'adolescente che ha tentato il suicidio, in terapia da Giovanni per superare il suo trauma.
  • Irene (stagione 2), interpretata da Maya Sansa.
    È una ex paziente di Giovanni, ora avvocato di successo. Rivede Giovanni per una consulenza legale e ridiventa sua paziente.
  • Guido (stagione 2), interpretato da Michele Placido.
    È un dirigente d'azienda che soffre di attacchi di panico.
  • Elisa (stagione 2), interpreta da Greta Scarano.
    È una ragazza colpita da un tumore e insofferente alle cure.
  • Rita (stagione 3), interpreta da Margherita Buy.
    È un'attrice cinquantenne affetta da una cronica mancanza di autostima che si insinua praticamente in ogni aspetto della sua vita, privata e professionale.
  • Padre Riccardo (stagione 3), interpretato da Domenico Diele.
    È un giovane sacerdote in crisi di vocazione.
  • Luca (stagione 3), interpretato da Brenno Placido.
    È un ragazzo omosessuale appassionato di fotografia.
  • Bianca (stagione 3), interpreta da Giulia Michelini.
    È una trentenne che non riesce a gestire l'ansia.
  • Adele (stagione 3), interpreta da Giovanna Mezzogiorno.
    È la nuova terapeuta di Giovanni.

Personaggi secondari[modifica | modifica wikitesto]

  • Eleonora (stagioni 1-3), interpretata da Valeria Golino.
    È la moglie di Giovanni, con cui è in crisi coniugale.
  • Irene (stagione 1), interpretata da Valeria Bruni Tedeschi.
    È la madre di Alice.
  • Sergio (stagione 1), interpretato da Pier Giorgio Bellocchio.
    È il padre di Alice.
  • Vittorio (stagioni 1-2), interpretato da Rodolfo Bianchi.
    È il padre di Dario.
  • Lavinia (stagione 2), interpreta da Alba Rohrwacher.
    È la figlia di Guido.
  • Mara (stagione 2), interpretata da Isabella Ferrari.
    È un'ex fidanzata e ritorno di fiamma di Giovanni, in analisi con Anna.
  • Claudio (stagione 3) interpretato da Daniele Antonini.
    È il marito di Bianca.

Produzione[modifica | modifica wikitesto]

La serie televisiva è prodotta dalla Wildside con la collaborazione di Sky Cinema e LA7, sotto la produzione di Lorenzo Mieli e Mario Gianani. Gli episodi sono diretti dal regista Saverio Costanzo e scritti da Stefano Sardo, Alessandro Fabbri, Ludovica Rampoldi, Ilaria Bernardini e Giacomo Durzi.[4]

Le riprese sono iniziate a Roma il 19 novembre 2012.[5]

Rodolfo Bianchi, interprete di Vittorio (il padre di Dario), ha doppiato Gabriel Byrne nella serie statunitense.[6]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ In Treatment: arriva sullo schermo la serie made in Italy, mag.sky.it. URL consultato il 19 marzo 2013.
  2. ^ Simone Rossi, Sky Atlantic HD, le grandi storie seriali dal 9 aprile nel canale dei sogni, Digital-Sat, 3 aprile 2014. URL consultato il 3 aprile 2014.
  3. ^ skyatlantic.sky.it, http://skyatlantic.sky.it/skyatlantic/news/2017/03/02/in-treatment-3-cast.html .
  4. ^ In Treatment Sky: la storia e i personaggi italiani, blogapuntate.it. URL consultato il 19 marzo 2013.
  5. ^ “In Treatment” primo ciak per l’analista Castellitto, La Stampa. URL consultato il 19 marzo 2013.
  6. ^ Antonio Genna, In Treatment, antoniogenna.net. URL consultato il 19 marzo 2013.

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]