Il terzo tempo (film 2013)

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Il terzo tempo
Paese di produzioneItalia
Anno2013
Durata94 min
Rapporto2,35:1
Generesportivo, drammatico
RegiaEnrico Maria Artale
SoggettoEnrico Maria Artale, Luca Giordano, Alessandro Guida
SceneggiaturaEnrico Maria Artale, Francesco Cenni, Luca Giordano
ProduttoreAurelio De Laurentiis, Luigi De Laurentiis
Casa di produzioneFilmauro, Centro Sperimentale di Cinematografia Production
Distribuzione in italianoUniversal Pictures International Italia
FotografiaFrancesco Di Giacomo
MontaggioPaolo Landolfi
MusicheRonin
ScenografiaLaura Boni, Valeria Di Claudio
CostumiIrene Amantini
Interpreti e personaggi

Il terzo tempo è un film del 2013, diretto da Enrico Maria Artale, alla sua opera prima, e prodotto da Aurelio De Laurentiis assieme al figlio Luigi.

Il film è stato presentato in concorso alla 70ª Mostra internazionale d'arte cinematografica di Venezia, nella sezione Orizzonti.

Trama[modifica | modifica wikitesto]

Samuel è un adolescente problematico, con una madre tossicodipendente e un padre che non ha mai conosciuto. Ha trascorso gli ultimi anni della sua vita commettendo furti, rapine e aggressioni, entrando e uscendo dal riformatorio minorile. Dopo aver scontato l'ennesima pena, viene inserito in un programma di riabilitazione: ottiene la semilibertà e inizia a lavorare nell'azienda agricola di un paesino della provincia romana. Il suo supervisore è Vincenzo, un assistente sociale che, dopo la morte della moglie, fatica a ritrovare il proprio equilibrio. La sua vita si divide tra il lavoro, la figlia adolescente e la locale squadra di rugby che lui, ex giocatore professionista, allena. Samuel si adatta con difficoltà alle regole e ai nuovi ritmi di vita. Il suo rapporto con Vincenzo si rivela da subito problematico, ma è proprio l'assistente sociale a introdurlo nel mondo del rugby.

Il terzo tempo, che dà il titolo al film, nel rugby è quello che si svolge al termine della partita: un incontro tra squadre avversarie e tifosi. In un clima conviviale, basato sul fair play e sul riconoscimento del valore reciproco, si festeggia tutti assieme, a prescindere da chi ha vinto o perso. È proprio questa la fase più importante della partita, quella che insegna lo spirito di fratellanza e il rispetto dell'avversario. Valori che il giovane protagonista, classico bullo abituato a vivere in un mondo basato sulla legge del più forte, non ha mai appreso. Quella del terzo tempo è la prima regola del rugby che Vincenzo insegna a Samuel, mostrandogli per la prima volta un mondo dove il gioco di squadra è più importante delle azioni da solisti. Un universo in cui il ragazzo non si riconosce, ma a cui, pian piano, inizierà ad appassionarsi, come mai aveva fatto prima.

Produzione[modifica | modifica wikitesto]

Riprese[modifica | modifica wikitesto]

Il film è stato prodotto da Filmauro e da Centro Sperimentale di Cinematografia Production. Le riprese sono state effettuate nella provincia di Roma, tra le località di Frascati, Grottaferrata, e in altre zone dei castelli romani.

Colonna sonora[modifica | modifica wikitesto]

La colonna sonora è stata realizzata dai Ronin, e arrangiata insieme al regista, per la Warner/Chapell.

Riconoscimenti[modifica | modifica wikitesto]

Il film è stato insignito del Premio Pasinetti Speciale come opera prima, assegnato dal SNGCI alla 70ª Mostra Internazionale d'Arte Cinematografica di Venezia.

Distribuzione[modifica | modifica wikitesto]

Il film è uscito nelle sale, distribuito da Universal Pictures Italy, il 21 novembre 2013.

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Cinema Portale Cinema: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di cinema