Stefania Rocca

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Stefania Rocca nel 2012

Stefania Rocca (Torino, 24 aprile 1971) è un'attrice italiana.

Nel corso della sua carriera ha ottenuto 2 nomination al David di Donatello, 2 nomination al Nastro d'Argento e 1 vittoria, 2 nomination al Globo d'Oro e 1 vittoria, 2 nomination al Roma Fiction Fest 2 vittorie.[1]

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Nata a Torino il 24 aprile 1971, si trasferisce a Roma per frequentare i corsi di recitazione di Beatrice Bracco e successivamente il Centro sperimentale di cinematografia. In seguito va a New York, frequenta l'Actors Studio.

Gli anni Novanta[modifica | modifica wikitesto]

Nel 1994 debutta nel cinema con il cortometraggio Effetto, seguito nel 1995 da Palermo Milano - Solo andata. Il successo arriva con la parte di Naima, l'esperta di hardware di Nirvana (1997).

Nel 1998 è protagonista del film Viol@, nel quale interpreta una giovane donna che si appassiona al sesso virtuale on line[2], in piena era del boom di Internet: il film non viene accolto con critiche esaltanti, ma la performance di Stefania Rocca è molto apprezzata ed ottiene un buon riscontro di pubblico.[3]. Nello stesso anno partecipa al programma televisivo Totem di Alessandro Baricco e Gabriele Vacis[4], in onda per due puntate (21 e 28 dicembre) su Raidue[4].

Nel 1999 recita una parte nel film Il talento di Mr. Ripley.

Gli anni 2000[modifica | modifica wikitesto]

Nel 2000 è protagonista, insieme ad Alessia Merz e Flavia Vento, degli spot per la campagna di privatizzazione dell'Enel ed è nel cast di Pene d'amor perdute. Nel 2002 recita nel film Heaven. Il film ottiene consensi di critica e pubblico[5]. Nel 2002 è inoltre al fianco di Fabio Volo in Casomai. La pellicola è accolta con particolare entusiasmo da parte del pubblico. Nel 2004 recita ne Il cartaio di Dario Argento e ne L'amore è eterno finché dura. Nel 2005 è nel cast de La bestia nel cuore. Il film riceve diversi premi e nomination, tra cui una nomination al David di Donatello a Stefania Rocca come miglior attrice non protagonista. Nel 2006 torna infine a lavorare con Alessandro D'Alatri in Commediasexi. Nel 2007 è nel cast di Go Go Tales e tra il 2008 e il 2009 è protagonista insieme ad Emilio Solfrizzi della serie tv Tutti pazzi per amore, in cui interpreta il ruolo di Laura Del Fiore.

Dal 2011[modifica | modifica wikitesto]

Nel 2011 è protagonista della fiction televisiva Rai Edda Ciano e il comunista, insieme ad Alessandro Preziosi e nel 2012 è uno dei personaggi principali di Una grande famiglia, serie televisiva di Rai 1, dove interpreta Chiara, a fianco di Stefania Sandrelli, Gianni Cavina e Alessandro Gassmann. Nel 2013 torna al cinema con la pellicola Il terzo tempo diretta da Enrico Maria Artale, e nello stesso torna in TV con la seconda stagione di Una grande famiglia e a fianco di Luca Zingaretti in Adriano Olivetti - La forza di un sogno.

Nel 2014 prende parte al film Scusate se esistoǃ con Raoul Bova e Paola Cortellesi, mentre l'anno dopo torna a interpretare Chiara nella terza serie di Una grande famiglia sempre su Rai 1.

Nel 2018 prende parte alla tredicesima edizione del talent show di Rai Uno Ballando con le stelle.[6]

Vita privata[modifica | modifica wikitesto]

Sorella di Silvia Rocca, dopo aver vissuto a Parigi, si trasferisce a Milano. Dal 2005 è compagna dell'imprenditore Carlo Capasa da cui ha avuto due figli: Leone Ariele, nato nel 2007 e Zeno nato nel 2010[7].

Filmografia[modifica | modifica wikitesto]

Cinema[modifica | modifica wikitesto]

Televisione[modifica | modifica wikitesto]

Cortometraggi[modifica | modifica wikitesto]

  • Effetto, regia di Federico Cagnoni (1994)
  • Francesca, regia di Mauro Conciatori (1995)
  • La misura dell'amore, regia di Maurizio Dell'Orso (1996)
  • Effetto placebo, regia di Eros Puglielli (1996)

Riconoscimenti[modifica | modifica wikitesto]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Stefania Rocca premi e nomination, su movieplayer.it. URL consultato il 29 agosto 2012.
  2. ^ dalla scheda del film Viol@ sul sito MYmovies.it [1]
  3. ^ Viola@ scheda e trama del film, su comingsoon.it. URL consultato il 30 agosto 2012.
  4. ^ a b Pag.37 del Corriere della Sera, edizione del 19 dicembre 1998, vd. Archivio Storico Corriere della Sera [2] .
  5. ^ Heaven Tomatometer and Audience, su rottentomatoes.com. URL consultato il 30 agosto 2012.
  6. ^ Ballando con le Stelle 2018, quando inizia? Concorrenti e giudici, su Tv per tutti. URL consultato il 15 febbraio 2018.
  7. ^ il Giornale - Donazione del cordone ombelicale In 250 lo «spediscono» all'estero

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autoritàVIAF (EN107279842 · ISNI (EN0000 0001 1938 6845 · SBN IT\ICCU\UBOV\490880 · LCCN (ENno2005042213 · GND (DE140602445 · BNF (FRcb14221391p (data)