Maurizio Zaccaro

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Maurizio Zaccaro

Maurizio Zaccaro (Milano, 8 maggio 1952) è un regista e sceneggiatore italiano.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Nel 1992 vince il David di Donatello per il miglior regista esordiente con il film Dove comincia la notte e il premio Solinas per la sceneggiatura di L'Articolo 2. Ottiene cinque nomination e un David di Donatello con Il carniere (1997) e Un uomo perbene (1999) premio Pasinetti per la migliore regia in occasione della 56ª Mostra internazionale d'arte cinematografica di Venezia.

Dal 2000 al 2011 ha diretto anche diverse fiction e documentari, fra i quali Il Piccolo, Un foglio bianco, Adelante Petroleros - L'oro nero dell'Ecuador, La felicità umana.

Nel 2017 pubblica per Maggioli Editore il suo primo romanzo: "Bleu".

Nel 2018 realizza il film Nour, tratto dal libro Lacrime di sale scritto da Pietro Bartolo, medico di Lampedusa.

Nel 2020 pubblica per Vallecchi Editore "La scelta - L'amicizia, il cinema, gli anni con Ermanno Olmi". Sempre per Vallecchi Editore pubbblica nel 2022 "Sotto il sole - racconti di uomini, animali e ombre".

Filmografia[modifica | modifica wikitesto]

Cinema[modifica | modifica wikitesto]

Televisione[modifica | modifica wikitesto]

Documentari[modifica | modifica wikitesto]

  • Il piccolo (2009)
  • Un foglio bianco - Appunti su Il villaggio di cartone (2011)
  • Come voglio che sia il mio futuro (2012)
  • Adelante Petroleros! L'oro nero dell' Ecuador (2013)
  • Il piccolo fiume - Luoghi e persone di cui voglio riferire (2014)
  • La felicità umana - Human Happiness (2016)

Riconoscimenti[modifica | modifica wikitesto]

  • 1981 – Internationalen Kurzfilmtage Oberhausen – Jusopreis per Overkill (cortometraggio)
  • 1991 – Premio Solinas alla sceneggiatura di L'Articolo 2
  • 1992 – David di Donatello miglior regista esordiente per Dove comincia la notte
  • 1992 – Grolla d'Oro miglior sceneggiatura per Kalkstein – La valle di pietra
  • 1992 – Gran Premio O.C.I.C. (Office Catholique International du Cinèma) – Montreal Film Festival per Kalkstein – La valle di pietra
  • 1993 – Targa Anec miglior film per Kalkstein – La valle di pietra
  • 1993 – Premio San Fedele miglior film per Kalkstein – La valle di pietra
  • 1997 – Prix Sergio Leone al Festival di Annecy per Il carniere
  • 1997 – Premio Sergio Amidei miglior sceneggiatura per Il carniere
  • 1997 – FIBA d'Or al Festival Internazionale di Biarritz per La missione
  • 1999 – Premio Pasinetti56ª Mostra Internazionale d'Arte cinematografica di Venezia per Un uomo perbene
  • 2004 – Efebo d'oro miglior regia per Al di là delle frontiere
  • 2005 – Golden Chest al TV I.F.F. di Plovdiv per Il bell'Antonio
  • 2011 – Ninfa d'oro miglior miniserie al 51º Festival della televisione di Monte Carlo per Le ragazze dello swing
  • 2011 – Magnolia d'oro miglior regista Festival Internazionale di Shanghai per Le ragazze dello swing
  • 2016 – Premio Moige miglior film, e premio Charlot miglior regia a Il sindaco pescatore
  • 2016 – Premio Speciale della Giuria al 4° Peace Film Fest per il film La felicità umana
  • 2019 – Menzione speciale al 37° Torino Film Festival per il film Nour
  • 2020 – Prix du Public al 31º Festival di Bastia per il film Nour
  • 2020 – Premio al miglior film e Premio del Pubblico al 20º Festival Cinema di Frontiera per il film Nour
  • 2021 – Premio del Pubblico al 34º Festival Internazionale del Cinema di Bolzano per il film Nour
  • 2021 – Premio al miglior film e Premio del Pubblico al 2º Marettimo Film Festival Festival per il film Nour

Editoria[modifica | modifica wikitesto]

  • Bleu - Maggioli Editore, 2017
  • La Scelta - l'amicizia, il cinema , gli anni con Ermanno Olmi - Vallecchi Editore - 2020
  • Sotto il sole - racconti di uomini, animali e ombre - Vallecchi Editore - 2022

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Cura anche soggetto e sceneggiatura del quarto episodio
  2. ^ Collabora anche alla sceneggiatura

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autoritàVIAF (EN153079700 · ISNI (EN0000 0001 0262 1220 · SBN RAVV104284 · GND (DE173549314 · BNE (ESXX4983235 (data) · WorldCat Identities (ENviaf-153079700