Umberto Marino

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search

Umberto Marino (Roma, 27 novembre 1952) è un commediografo, regista e sceneggiatore italiano.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Laureato in giurisprudenza, è stato criminalista grafico e magistrato onorario.
Ha studiato presso l'Accademia nazionale d'arte drammatica. Ha seguito seminari di Dario Fo, Judith Malina, Jerzy Grotowsky, Andrej Serban. Ha iniziato la carriera teatrale nelle vesti di attore ed assistente alla regia con: Orazio Costa, Giuseppe Patroni Griffi, Giorgio Albertazzi, Gianfranco De Bosio e Carlo Cecchi.

Ha insegnato drammaturgia e recitazione presso: l'Accademia nazionale d'arte drammatica, Civica di Milano, Centro sperimentale di cinematografia, IULM Milano, Centro internazionale di drammaturgia di Fiesole, Tutti in scena (regione Lazio). Nel 2019 diventa direttore della Scuola di sceneggiatura dell'ANAC Leo Benvenuti.

Ha pubblicato suoi radiodrammi, drammi, un romanzo e saggi sul teatro e sul cinema:

  • Sputo – il Ventaglio – 1986;
  • Sharps – il Ventaglio – 1987;
  • Il corridoio – Sipario 503/504 – 1990;
  • 06/7016484 - ERI - 1991;
  • Teatro – Garzanti – 1992;
  • Il teatro al cinema (in Nuovo cinema italiano di Mario Sesti) – Theoria- 1994;
  • I nostri campioni – Bradipo libri – 2006;
  • Articoli su Duel e 8 e1/2 – anni vari.
  • La ragazza che non conosceva Shakespeare - Centoautori - 2017
  • Roger - mds editore - 2018
  • Otto il rondinotto (con Elisabetta Zincone) - mds editore - 2019

Ha cominciato a scrivere e dirigere per la radio,con più di 200 regie radiofoniche. È poi passato alla scrittura teatrale e quindi a quella cinematografica e televisiva. Ha scritto numerosi lungometraggi di animazione.

Ha diretto, o hanno interpretato i suoi copioni, gli attori: Murray Abraham, Ambra Angiolini, Manuela Arcuri, Luca Argentero, Margherita Buy, Alessio Boni, Raoul Bova, Nancy Brilli, Enrico Brignano, Fabrizio Bentivoglio, Enzo Cannavale, Sergio Castellitto, Valentina Cervi, Roberto Ciufoli, Maria Grazia Cucinotta, Sergio Rubini, Ennio Fantastichini, Antonello Fassari, Sabrina Ferilli, Donatella Finocchiaro, Stefano Fresi, Lisa Gastoni, Massimo Ghini, Fabrizio Gifuni, Max Giusti, Terence Hill, Vanessa Incontrada, Nastassja Kinski, Daniele Liotti, Sophia Loren, Enrico Lo Verso, Neri Marcorè, Valerio Mastandrea, Giovanna Mezzogiorno, Enrico Montesano, Giorgio Panariello, Francesco Pannofino, Rocco Papaleo, Daniele Pecci, Paola Pitagora, Violante Placido, Renato Pozzetto, Vittoria Puccini, Massimo Ranieri, Kim Rossi Stuart, Patrizio Pelizzi, Pepe Sancho, Emilio Solfrizzi, Felipe Tovar e Humberto Zurita.

Testi teatrali[modifica | modifica wikitesto]

  • Non aspettando Godot (1978)
  • La ricerca del carciofo perduto (1979)
  • La gita (1983)
  • Il corridoio (1983)
  • Punizione di prima (1983)[1]
  • Colesterolo (1983)[1]
  • Innocenza (1983)[1]
  • Caffè e sigaretta (1983)[1]
  • La stazione (1985)
  • Il carcere (1985)
  • Sputo (1985)[1]
  • Perché avrei dovuto sposare Angela Marvulli (1985
  • No, non andare a Modena per comprare un vecchio sassofono (1986)
  • Italia-Germania 4 a 3 (1986)
  • L'ultima sigaretta (1986)
  • Sharps (1987)
  • La pipì (1987)[1]
  • Non mi chiamo Ramon e non ho mai organizzato un golpe alle Maracas (1987)
  • Ce n'est qu'’un debut (1988)
  • Il cielo (1988)
  • Dove nasce la notizia (1989)
  • 31 dicembre 1999 (1989)
  • Volevamo essere gli U2 (1990)
  • L'angelo non verrà (1995)
  • Bambine troppo intelligenti senza nessuna direzione (1995)
  • La casa dei gerani (1997)
  • Passo falso (2011)[1]
  • Kirk e Menisco (2012)
  • Flash (2013)
  • Roger (2015)[1]
  • Il vento tra i capelli (2017)
  • Forse era meglio Vasco (2018)
  • Molto prima di domani (2019)

Radiodrammi[modifica | modifica wikitesto]

  • Sardanapalo
  • MxG
  • Il re
  • Rumore di fondo
  • Soldatino di piombo
  • Tredicesimo uomo
  • 06/7016484.

Filmografia[modifica | modifica wikitesto]

Regista[modifica | modifica wikitesto]

Cinema[modifica | modifica wikitesto]

Mediometraggi[modifica | modifica wikitesto]

  • Sputo (1996)
  • L'ultima sigaretta (1997)
  • L'angelo non verrà (1999)

Televisione[modifica | modifica wikitesto]

Documentari[modifica | modifica wikitesto]

  • Utopia utopia per piccina che tu sia (1993)
  • Giovani Holden (1998)

Spot televisivi[modifica | modifica wikitesto]

Sceneggiatore[modifica | modifica wikitesto]

Cinema[modifica | modifica wikitesto]

Mediometraggi[modifica | modifica wikitesto]

  • Sputo (1996)
  • L'ultima sigaretta (1997)
  • L'angelo non verrà (1999)

Televisione[modifica | modifica wikitesto]

Documentari[modifica | modifica wikitesto]

  • Giovani Holden (1998)

Romanzi[modifica | modifica wikitesto]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ a b c d e f g h Monologo

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autoritàVIAF (EN7085779 · ISNI (EN0000 0001 1932 0846 · SBN IT\ICCU\RAVV\079083 · LCCN (ENno2003088202 · GND (DE137619200 · BNF (FRcb14118946t (data) · WorldCat Identities (ENno2003-088202