Episodi di Non uccidere (seconda stagione)

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search

La seconda stagione della serie televisiva Non uccidere, composta da 24 episodi, è stata trasmessa in prima visione assoluta in Italia dalla Rai, suddivisa in due parti: la prima parte è stata pubblicata in anteprima dal portale RaiPlay il 1º giugno 2017,[1] e poi trasmessa da Rai 2 dal 12 giugno[2] al 3 luglio 2017; la seconda parte è stata anch'essa pubblicata in anteprima da RaiPlay il 21 dicembre 2018,[3] e poi trasmessa da Rai Premium dal 19 gennaio 2019.[4]

Titolo Pubblicazione Prima TV
Prima parte
1 Episodio 1 1º giugno 2017 12 giugno 2017
2 Episodio 2
3 Episodio 3 14 giugno 2017
4 Episodio 4
5 Episodio 5 19 giugno 2017
6 Episodio 6
7 Episodio 7 21 giugno 2017
8 Episodio 8
9 Episodio 9 26 giugno 2017
10 Episodio 10
11 Episodio 11 3 luglio 2017
12 Episodio 12
Seconda parte
13 Episodio 13 21 dicembre 2018 19 gennaio 2019
14 Episodio 14
15 Episodio 15 26 gennaio 2019
16 Episodio 16
17 Episodio 17 2 febbraio 2019
18 Episodio 18
19 Episodio 19
20 Episodio 20
21 Episodio 21 9 febbraio 2019
22 Episodio 22
23 Episodio 23
24 Episodio 24

Episodio 1[modifica | modifica wikitesto]

Trama[modifica | modifica wikitesto]

La squadra indaga sull'omicidio di una donna, ospite in un centro antiviolenza assieme al figlio; all'ora del decesso, nelle vicinanze si trovava il marito sul quale ricadono i primi sospetti.
Nel frattempo, sul versante privato, Valeria si accorge che sua madre ha improvvisamente fatto perdere le sue tracce: a rapirla sembrerebbe essere stato tale Giuseppe Menduni. La Ferro seguendo l'uomo trova la fede della madre e tracce di sangue.

Episodio 2[modifica | modifica wikitesto]

Trama[modifica | modifica wikitesto]

Valeria affronta la morte della madre, il cui presunto omicida era presente nei pressi della casa al lago dove nel 1998 il padre venne ucciso. Menduni viene arrestato al matrimonio di sua figlia e durante l'interrogatorio con Lombardi confessa di avere ucciso Lucia poiché lo aveva lasciato anni prima in Calabria a pochi giorni dal matrimonio negando però un collegamento con l'omicidio del marito Mario, avvenuto 13 anni dopo. Valeria fa visita in carcere a Menduni, il suo vero padre: l'uomo confessa di aver ucciso Mario nel 1998 poiché si era voluto mettere in mezzo, Lucia si era presa la colpa e si era fatta 17 anni di carcere al posto suo ma una volta uscita lo aveva minacciato di raccontare la verità a Valeria.

Episodio 3[modifica | modifica wikitesto]

Trama[modifica | modifica wikitesto]

Barbara Alessi, una poliziotta, ritrova il cadavere del suo nipotino Matteo e viene arrestato suo cognato, Ettore Nardi, già condannato per abusi e soggetto a ordinanza restrittiva.
Valeria Ferro è distrutta per la morte della madre e quando finalmente esce di casa dopo diversi giorni finisce per distruggere un distributore di snack. Subito rilasciata dal suo nuovo superiore Boero (Lombardi è stato sospeso per le sue ombre sull'arresto di Lucia Ferro nel 1998) e spronata dai suoi cari, inizia a indagare sul caso Nardi proprio quando il fratello maggiore viene rapito da suo zio Jacopo, fratello problematico di Ettore.

Episodio 4[modifica | modifica wikitesto]

Trama[modifica | modifica wikitesto]

Jacopo Nardi e il nipotino Simone vengono ritrovati dalla polizia. Barbara Alessi uccide Manlio Carbone, suo compagno nonché custode delle elementari e vero assassino di Matteo, inscenando un'aggressione e in ospedale alla Ferro confessa di aver provato a incastrare il cognato a causa di vicende personali. La Ferro però scopre che il responsabile è Bruno Alessi, il nonno dei bambini, ma non arriva in tempo poiché Jacopo Mardi lo ha ucciso ammettendo poi di aver subito anche lui degli abusi dall'uomo.
Lombardi, nonostante la sospensione, continua a indagare e racconta al PM Marra che secondo lui a uccidere Lucia Ferro non è stato Menduni.

Episodio 5[modifica | modifica wikitesto]

Trama[modifica | modifica wikitesto]

Lombardi, dopo tre mesi di indagini, spiega alla figlia di Menduni perché è convinto dell'innocenza del padre il quale, nonostante la confessione, starebbe coprendo qualcuno.
Lavinia Oliveira, una donna cubana, viene ritrovata nel seminterrato di un palazzo strangolata dopo un gioco erotico. Giada denuncia la scomparsa di suo marito Antonio Pinto, scappato dopo il fatto e ritrovato poi morto in un parcheggio. Veronica Ferro scopre che è stata proprio Giada a uccidere il marito in casa spostando poi il corpo poiché era gelosa per la relazione che aveva con Sonia Fabris.

Episodio 6[modifica | modifica wikitesto]

Trama[modifica | modifica wikitesto]

Nel forno di una fabbrica di mattoni viene trovato il corpo carbonizzato di Claudio Rivetti, figlio del proprietario. I sospetti ricadono prima su un operaio straniero, Rami, che si è infortunato nelle stesse ore e che è l'amante della moglie della vittima, Manuela, e poi sull'amministratore delegato Carmine Bracco. Questo confessa di aver riciclato soldi della società tramite una off-shore e di aver ucciso Claudio poiché era contrario a quella pratica. La Ferro scopre però che dietro a Bracco c'è la 'ndrangheta e così l'uomo confessa di essersi occupato dello smaltimento di materiali di risulta nei mattoni e indica Francesco Rivetti come assassino del fratello Claudio.
Intanto Menduni nega alla figlia di aver coperto qualcuno e così lei se la prende con Lombardi.

  • Ascolti Italia: telespettatori 967.000 - share 4,4%[7]

Episodio 7[modifica | modifica wikitesto]

Trama[modifica | modifica wikitesto]

Viene arrestato Samuele Torti per aver ucciso la sua fidanzata. Elisa Pagano collega il ragazzo alla scomparsa di sua figlia Livia. Torti confessa di averla strangolata e porta la polizia dove aveva nascosto il suo corpo anni prima ma riesce a fuggire. Il cadavere che viene trovato però non è di Livia ma di una prostituta. Torti affronta Elisa Pagano negando di aver ucciso sua figlia dato che la amava e davanti a lei si toglie la vita tagliandosi la gola. L'ispettrice Ferro risale così a Vittorio Manni, socio del padre di Livia, che conferma di aver messo incinta Livia quando aveva solo 16 anni e di averla poi uccisa perché lo minacciava; ma è sua moglie Daniela infine a confessare di aver ucciso la ragazza nascondendone poi il cadavere in un cantiere.
Viola Menduni viene ricoverata in seguito a un incidente d'auto e poco dopo suo padre Giuseppe viene condannato a 26 anni di carcere.

Episodio 8[modifica | modifica wikitesto]

Trama[modifica | modifica wikitesto]

Francesca Molino, una stimata oncologa, sembra essersi suicidata in ospedale. I primi sospetti ricadono su Fabio Serra il quale aveva avuto un forte litigio con la dottoressa poiché non aveva voluto prendere in cura suo figlio Arturo. In realtà l’uomo è solo disperato per la condizione del figlio e la Ferro scopre che ad uccidere Francesca è stato il primario Domenico Riccardi per questioni di lavoro.
Menduni firma per far operare la figlia e chiama Veronica per chiederle di starle vicino.

Episodio 9[modifica | modifica wikitesto]

Trama[modifica | modifica wikitesto]

Padre Alessandro Cocci nella canonica trova il corpo di Eva Zajc, una ragazza polacca che lui aveva fatto assumere come donna delle pulizie. Nelle stesse ore nel monastero Padre Isaia, monaco con precedenti penali, tentava il suicidio e veniva soccorso da Padre Bernardo e Padre Saverio. Quest’ultimo confesserà che la ragazza è rimasta uccisa durante una lite con Padre Jacopo, suo vero padre e che anche il monaco era rimasto ucciso (il suo cadavere verrà trovato dalla polizia nel monastero); era stato proprio Padre Saverio a nascondere il suo corpo e a portare quello di Eva alla canonica.
Andrea Russo, collega e fidanzato di Valeria, scopre che Viola stava collaborando con Lombardi, da poco tornato in servizio. L’operazione va a buon fine e Valeria è sollevata per questo.

Episodio 10[modifica | modifica wikitesto]

Trama[modifica | modifica wikitesto]

La psicologa Giorgia Vetere viene trovata morta nel suo studio e si sospetta subito del tenente Adriano Navarro, suo amante. Il militare confessa di aver messo su un giro di droga con il collega Rosario Morra il quale aveva raccontato il fatto alla psicologa. Ad ucciderla però è stata Silvia Santini, una militare che per problemi psicologici rischiava il posto.
Viola si è risvegliata senza sensibilità nelle braccia e nelle gambe e a Valeria confida di essere stata contattata da Lombardi.

Episodio 11[modifica | modifica wikitesto]

Trama[modifica | modifica wikitesto]

Valeria affronta Lombardi e minaccia di denunciarlo al questore ma Andrea la dissuade. Racconta poi a suo fratello Giacomo di essere figlia di Menduni.
Lungo la tangenziale per Alba viene trovata Fabiana che morirà in ospedale per le coltellate inferte. Viene interrogato Roberto Piastra, capo di una comune di sole donne che praticano il culto sincretico, che ammette di essere il padre del bambino di Fabiana. Dalle indagini emerge che l'uomo abusava di tutte le ragazze e le faceva partorire di nascosto con la complicità del veterinario Cognetti e che ad uccidere Fabiana era stata la sua compagna.

Episodio 12[modifica | modifica wikitesto]

Trama[modifica | modifica wikitesto]

Durante una prova di danza muore per avvelenamento Flavio Trevisani e mezz'ora dopo si sente male anche la sua compagna Lavinia Mazza che viene ricoverata. È stato Yuri ad avvelenare Flavio per gelosia dato che gli aveva rubato il posto come primo ballerino e sua madre Olga aveva cercato di eliminare le tracce nel camerino.
Andrea e Lombardi iniziano a collaborare mentre Valeria racconta a Viola di essere sua sorella.

Episodio 13[modifica | modifica wikitesto]

Trama[modifica | modifica wikitesto]

Viene ritrovata morta Margherita Ricci e sua sorella gemella Caterina è scomparsa. Veronica Ferro arriva a scoprire che il padre delle due ragazzine è in realtà lo zio Sante, fratello di loro padre, e sua moglie Carla confesserà di aver ucciso Margherita per la rabbia.
Valeria decide di accogliere in casa Viola, ridotta in sedia a rotelle.

Episodio 14[modifica | modifica wikitesto]

Trama[modifica | modifica wikitesto]

Debora Perrone trova morta sua figlia Silvia Canale, rimasta vittima di una violenza di gruppo dopo aver consumato GHB durante un festino in casa, mentre la figliastra Rachele è in fin di vita. Tuttavia non è stato nessuno dei partecipanti alla festa a compiere il delitto bensì la nuova compagna del padre della ragazza ovvero la madre di Rachele.
Viola prosegue la riabilitazione e Valeria le presenta la sua famiglia ma il primo incontro finisce male dato che la ragazza di reazione tira uno schiaffo alla piccola Costanza. Nel frattempo Lombardi, che sta continuando a indagare insieme a Russo senza che la Ferro lo sappia, risale a Vito Mecenate, capo della 'ndrina di Palmi latitante dal 2010 e con interessi a Torino da quando Sandrina De Lorenzo, amica di Menduni, anni prima si era trasferita nel capoluogo piemontese con il marito Salvatore, ucciso da Menduni prima di Mario Ferro.

Episodio 15[modifica | modifica wikitesto]

Il ricco Ludovico De Millet riesce a salvarsi da una rapina nella sua villa uccidendo il ladro Paolo Ratti, una guardia giurata che aveva perso il lavoro al Moncalieri Country Club proprio per le pressioni del vicepresidente De Millet e che era andato a letto con sua moglie Nora. La donna in realtà si chiamava Lisa Gualdi e aveva cambiato nome nel 2007 dopo il presunto suicidio del compagno Diego De Rosa il cui padre tenta ora di ucciderla prima dell'arrivo della polizia. La donna scappa dal marito violento e si rifugia dalla cognata Matilde, sua amante, che uccide Ludovico facendolo soffocare nella camera di sicurezza che si era fatto installare in casa.
Sandrina De Lorenzo, in visita da Viola, fa la conoscenza di Valeria e Andrea e riporta tutto a Fausto Bodrino, avvocato di Menduni, non sapendo di essere intercettata da Russo e Lombardi.

Episodio 16[modifica | modifica wikitesto]

Trama[modifica | modifica wikitesto]

Lombardi scopre che la moglie del boss Vito Mecenate, Maria Grazia Pirrone, era scomparsa negli stessi giorni in cui Lucia Ferro arrivava a Torino. L'avvocato di Menduni si preoccupa di telefonare a Don Vito per rassicurarlo.
Viene ritrovato morto al fianco della sua auto l'imprenditore Pietro Kummel, minacciato di continuo da quando era uscito dal carcere dopo aver scontato un anno e mezzo di carcere per la morte di alcuni suoi operai. Nello scompartimento del capo area Glauco Testa viene arrestato Alessandro Parisi, operaio sopravvissuto all'incidente del 2012 e rimasto ferito nell'agguato dei cinque operai a Kummel architettato proprio da Testa; a sparargli per legittima difesa è stato Fabrizio D'Amato, ex compagno di cella di Kummel che lo stava accompagnando in banca per ottenere un prestito. L'uomo tenta di estorcere dei soldi dalla vedova Cristina Kummel per non aver intercesso per lui con la banca ma viene arrestato prima di poter fuggire con Katia. La polizia scopre che ad uccidere Kummel strangolandolo non sono stati ne i cinque operai ne D'Amato bensì la moglie di Testa arrivata sul posto dopo la loro fuga e desiderosa di vendicare la morte del figlio.

Episodio 17[modifica | modifica wikitesto]

Trama[modifica | modifica wikitesto]

I fratelli Mastrangeli in un tunnel rapinano un portavalori ma poco dopo nel conflitto a fuoco con la polizia Carmine e Rocco vengono uccisi mentre Cesare riesce a fuggire con il bottino da mezzo milione di euro. Poche ore dopo Bianca Giordano, moglie di Carmine, trova morta in casa la cognata Miranda Lorusso, moglie di Cesare il quale, dopo aver incontrato la figlia Alice, viene arrestato. Era stata proprio Alice ad uccidere la madre colpendola con un posacenere poiché aveva intuito che volesse scappare con il bottino insieme al suo amante Cristiano Donadio dopo aver teso l'imboscata ai Mastrangeli.

Episodio 18[modifica | modifica wikitesto]

Trama[modifica | modifica wikitesto]

A seguito di una rapina in casa Marta Valente rimane ferita mentre perdono la vita suo figlio Christian e Luigi Merlo, direttore di una ONLUS per disabili; a chiamare la polizia è stato Sergio Musso, un vicino di casa. Ada, madre di Marta, confesserà però la verità alla Ferro: durante una lite Marta uccide Luigi (i due avevano da tempo una relazione) e per inscenare una rapina con l'aiuto della madre imbavaglia Christian che però rimane soffocato.
Valeria, sbirciando sul telefono di Andrea, scopre dell'indagine segreta con Lombardi e così i due decidono di raccontarle tutto.

Episodio 19[modifica | modifica wikitesto]

Trama[modifica | modifica wikitesto]

Messa al corrente dell'indagine parallela di Russo e Lombardi, Valeria affronta il padre che però fa finta di niente e non ammette il suo legame con Sandrina De Lorenzo e il boss di Palmi. Subito dopo la Ferro recupera sua sorella Viola a casa della De Lorenzo. Bodrino chiama così Vito Mecenate che lo liquida dicendogli che il suo lavoro è terminato. Lombardi grazie all'antimafia scopre che Lucia e Maria Grazia Pirrone, moglie di Mecenate, sono la stessa persona. Viola riceve da Bodrino una chiave per una cassetta di sicurezza. Valeria si precipita così in carcere: il padre è appena stato appeso a una corda nella sua cella da alcuni carcerati.
Nel Motel Gemma si incrociano diverse storie: Emiliano Testa sta pianificando l'uccisione di suo fratello Carlo insieme a Ambra, sua cognata nonché sua amante, ma la guardia del corpo dell'uomo, l'ex poliziotto Diego Padovano, cerca di impedirlo. Nel bar di fronte al motel Erica scappa dal marito che inizia a sparare mettendo in fuga i coniugi Nesta; nello stesso momento Emiliano dalla finestra della sua stanza nel motel sta per sparare al fratello dalla distanza quando viene colpito in testa dal proprietario dello stabile, Orazio Sabatini.

Episodio 20[modifica | modifica wikitesto]

Trama[modifica | modifica wikitesto]

Carlo Nesta ha capito che qualcuno ha cercato di ammazzarlo e ordina a Padovano di mettere al sicuro sua moglie e suo fratello. Emiliano però è stato ucciso con un colpo in pancia e i resti del suo corpo vengono rinvenuti in un porcile. La polizia indaga anche sulla sparatoria avvenuta il giorno prima nel bar: due proiettili non sono stati sparati nel locale dal marito di Erica ma sono partiti dal motel di fronte che viene perquisito. Carlo viene messo al corrente dalla Ferro che suo fratello aveva intenzione di ucciderlo e picchia la moglie con un tirapugni; Padovano nel tentativo di fermarlo lo uccide sparandogli. Il marito di Erica la rintraccia e vuole recuperare gli ovuli di droga che lei ha nascosto ma Orazio Sabatini per difenderla lo colpisce con una chiave inglese. Interrogato dalla Ferro ammette di aver colpito Emiliano per evitare che sparasse ma fa capire che a farlo sparire era stato Padovano. A casa dell'ex poliziotto Lombardi trova il corpo di padre Joseph Pellegrini, ucciso da Carlo poiché stava raggirando Emiliano, e oltre tutto i proiettili che hanno ammazzato i fratelli Nesta sono gli stessi: ha ucciso Emiliano perché aveva scoperto che stava attuando uno spionaggio industriale contro la loro società.
Menduni, salvo per miracolo, in ospedale racconta a Valeria la verità: a Palmi lavorava per Mecenate e aveva fatto scappare a Torino la moglie del boss che aveva messo incinta (a Torino sarebbe poi nata Valeria); Salvatore, marito di Sandrina De Lorenzo, aveva riconosciuto Lucia in un supermercato torinese e, deciso a eliminarla, verrà ucciso da Menduni al lago (1998). La De Lorenzo, dopo aver visto insieme Giuseppe e Lucia quando questa era uscita dal carcere, aveva avvisato Mecenate il quale per vendicarsi ha eliminato la Ferro imponendo a Menduni di prendersi la colpa per salvare la vita a Viola. Tuttavia Giuseppe fa intendere che a uccidere Mario Ferro nel 1998 era stata per davvero Lucia.
Intanto Giacomo Ferro, convinto da Lombardi, accetta di trasferirsi in un condominio protetto con il resto della famiglia per evitare ritorsioni del boss calabrese, sempre latitante.

  • Ascolti Italia: telespettatori 181.000 - share 0,8%[13]

Episodio 21[modifica | modifica wikitesto]

Trama[modifica | modifica wikitesto]

Viene ritrovato morto Cristian Iorio, semiprofessionista di arti marziali miste. La Ferro mette nel mirino l'allenatore con precedenti Tony Speranza, l'atleta determinata Alessandra Boselli, la fidanzata del ragazzo Laura De Carolis con il padre eurodeputato.
Nel frattempo Giacomo si è trasferito nella nuova casa protetta insieme alla famiglia mentre l'avvocato Bodrino è scomparso dopo aver ripulito il proprio ufficio e anche per quanto riguarda la De Lorenzo è tutto fermo.

Episodio 22[modifica | modifica wikitesto]

Trama[modifica | modifica wikitesto]

Ai mercati generali in un furgone viene ritrovato morto uno chef affermato, Giancarlo Agostini, che la notte prima aveva avuto un duro diverbio con suo fratello Alberto. A uccidere l'uomo si scopre essere stato però Francesco Proietti, nato a Napoli da una relazione tra lui e Carmen Belotti: diventato cuoco nel suo ristorante torinese, una sera gli rivela di essere suo figlio e vedendosi rifiutato lo accoltella.
Dopo aver fatto visita alla tomba di Lucia insieme a Valeria, Menduni viene trasferito di carcere in attesa della revisione del processo e dei domiciliari; Lombardi ha dovuto passare il caso all'antimafia.
Nel terreno di un'azienda agricola vengono ritrovati dei sacchi neri contenenti parti del corpo di una donna: è Sandrina De Lorenzo.

Episodio 23[modifica | modifica wikitesto]

Trama[modifica | modifica wikitesto]

Andrea e Valeria si sposano con rito civile e Lombardi appena vede l’anello ci rimane parecchio male.
Luna Castellani viene ritrovata morta nella vasca da bagno di casa sua, uccisa a coltellate mentre stava facendo il bagno. I sospetti di Veronica ricadono da subito sulla sorella gemella Azzurra.

Episodio 24[modifica | modifica wikitesto]

Trama[modifica | modifica wikitesto]

L’impiegata Virginia Conti sporge denuncia perché un uomo ha tentato di aggredirla nel parcheggio della stessa discoteca dov’era presente la Castellani; Alibrandi viene arrestato appena in tempo dalla polizia mentre sta per uccidere la donna. Gabriele Scarpa, che era stato a casa della Castellani dopo la serata in discoteca, si costituisce ma non si ricorda nulla poiché era stato drogato ma sarà un video ad incastrarlo.
Lombardi non sopporta che Valeria si sia sposata: le dà appuntamento fuori Torino e cerca di violentarla ma l’ispettore riesce a divincolarsi e scappa. Qualche ora dopo Lombardi, dopo tre giorni di appostamenti fuori da un casolare, affronta Mecenate: il boss malato è ormai prossimo all morte, ammette di aver ucciso Lucia e di aver provato a incastrare Menduni per vendetta. Nel finale il poliziotto estrae il caricatore dalla sua pistola, toglie due proiettili e lì pone davanti a Mecenate esclamando: “un morto per un morto”. Valeria intanto è tormentata ed esce di casa nel cuore della notte per andare dove?

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Non uccidere 2, la seconda stagione dal 12 giugno su Raidue (ma dal 1° su Rai Play), su tvblog.it, 24 maggio 2017.
  2. ^ Nicoletta Tamberlich, Non uccidere 2, Miriam Leone come Antigone, su ansa.it, 31 maggio 2017.
  3. ^ Non Uccidere, la seconda parte della seconda stagione su RaiPlay (ma in tv?), su tvblog.it, 20 dicembre 2018.
  4. ^ Non Uccidere 2, la seconda parte di stagione su Rai Premium il sabato sera: la Rai rinuncia al poliziesco alternativo, su tvblog.it, 19 gennaio 2019.
  5. ^ Ascolti TV | Lunedì 12 Giugno 2017. Mai così Vicini 16.4%, Caduta Libera 15.6%, Non Uccidere 5.7%, su davidemaggio.it, 13 giugno 2017.
  6. ^ Ascolti TV | Mercoledì 14 Giugno 2017, su davidemaggio.it, 15 giugno 2017.
  7. ^ Ascolti TV | Lunedì 19 giugno 2017, su davidemaggio.it, 20 giugno 2017.
  8. ^ Ascolti TV | Mercoledì 21 giugno 2017, su davidemaggio.it, 22 giugno 2017.
  9. ^ Ascolti TV | Lunedì 26 giugno 2017, su davidemaggio.it, 27 giugno 2017.
  10. ^ Ascolti TV | Martedì 4 luglio 2017, su davidemaggio.it, 4 luglio 2017.
  11. ^ Ascolti TV | Sabato 19 gennaio 2019, su davidemaggio.it, 20 gennaio 2019.
  12. ^ Ascolti TV | Sabato 26 gennaio 2019, su davidemaggio.it, 27 gennaio 2019.
  13. ^ Ascolti TV | Sabato 2 febbraio 2019, su davidemaggio.it, 3 febbraio 2019.
  14. ^ Ascolti TV | Sabato 9 febbraio 2019, su davidemaggio.it, 10 febbraio 2019.
Televisione Portale Televisione: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di televisione