Mirella Serri

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

Mirella Serri (Roma, 15 marzo 1949) è una saggista e giornalista italiana.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

È docente di letteratura italiana moderna e contemporanea all'Università La Sapienza di Roma. Insegna anche all'Università telematica internazionale "UniNettuno".

La sua attività accademica verte su autori come Carlo Dossi, Luigi Pirandello, Italo Svevo, Sibilla Aleramo, Elio Vittorini, Giaime Pintor, Eugenio Montale, Guido Gozzano e su questioni metodologiche come Il punto di vista nella narrativa del novecento, I rapporti tra critica e letteratura nel decennio 1970-1980, Il lettore della narrativa contemporanea, Le riviste letterarie degli anni Trenta e sul giornalismo italiano dal fascismo agli anni Ottanta[1].

Svolge attività saggistica riguardante letteratura, storia, politica e società.

Collabora con La Stampa,Ttl-Tuttolibri, Sette-Corriere della Sera e con i canali Rai Rai Cultura e Rai Storia.

È presidente dell'Associazione culturale Piazza Magenta, che gestisce il Premio internazionale Capalbio - Piazza Magenta. Fa parte della giuria del Premio Rapallo Carige per la donna scrittrice e della giuria del Premio Italo Calvino.

Opere[modifica | modifica wikitesto]

Saggi e Romanzi[modifica | modifica wikitesto]

  • Carlo Dossi e il racconto, Bulzoni editore, Roma, 1975
  • Doppio diario di Giaime Pintor: 1936-1943, a cura di Mirella Serri, presentazione di Luigi Pintor, Einaudi, Torino, 1978 (coll."Nuova Universale Einaudi", n.s. 59)
  • Storie di spie. Saggi sul Novecento in letteratura, Edisud, Salerno, 1992 ISBN 978-88-85224-49-0
  • Il breve viaggio. Giaime Pintor nella Weimar nazista, Marsilio Editori, Venezia, 2002 ISBN 978-88-317-7999-9 (premio Capalbio e premio Salvatore Valitutti)
  • Amorosi assassini. Storie di violenza sulle donne, Laterza, Roma-Bari, 2008.
  • I profeti disarmati. 1945-1948, la guerra fra le due sinistre, Corbaccio, 2008 ISBN 978-88-7972-978-9 (Premio Pannunzio)
  • I redenti. Gli intellettuali che vissero due volte. 1938-1948, Corbaccio, 2005-2009 ISBN 978-88-7972-714-3 (Premio Nabokov 2007[2], Premio Letterario Internazionale Isola d'Elba "Raffaello Brignetti", Premio Alessandro Tassoni e Premio letterario Ninfa Galatea-Isola dei Ciclopi)
  • Clara Maffei. La piccola grande tessitrice in AA. VV., Donne del Risorgimento, il Mulino, Bologna, 2011.
  • Sorvegliati speciali. Gli intellettuali spiati dai gendarmi: 1945-1980, Longanesi, Milano, 2012 ISBN 978-88-304-3268-0 (Premio Gen.Div. Amedeo e Elvira De Cia Palermo Dei Principi Di Santa Margherita, finalista al Premio Acqui Storia)
  • Un amore partigiano. Storia di Gianna e Neri, eroi scomodi della Resistenza, Longanesi, Milano, 2014, ristampato in Tea nel febbraio 2017
  • Gli invisibili. La storia segreta dei prigionieri illustri di Hitler in Italia, Longanesi, Milano, 2015 (Premio di saggistica "Città delle Rose" 2016)
  • Bambini in fuga. I giovanissimi ebrei braccati da nazisti e fondamentalisti islamici e gli eroi italiani che li salvarono, Longanesi, Milano, 2017

Opere collettive[modifica | modifica wikitesto]

  • AA.VV., Il Novecento delle italiane. Una storia ancora da raccontare, Editori Riuniti, 2001 ISBN 978-88-359-4919-0
  • AA.VV., Amorosi assassini: storie di violenze sulle donne, Laterza, Roma-Bari, 2008 ISBN 978-88-420-8514-0
  • AA.VV., Donne del Risorgimento, Il Mulino, Bologna, 2013
  • AA.VV., Donne nella Grande Guerra, Il Mulino, Bologna, 2014

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Pagina docente, su Sapienza. Università di Roma. URL consultato il 26 febbraio 2018.
  2. ^ Vincitori del Premio Nabokov

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autoritàVIAF (EN7471055 · ISNI (EN0000 0000 6646 3471 · LCCN (ENn79060372 · GND (DE1111530092 · BNF (FRcb123810105 (data) · NLA (EN35790534