Vittoria Febbi

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

Vittoria Febbi (Asmara, 13 febbraio 1939) è un'attrice, doppiatrice e direttrice del doppiaggio italiana.

Madre dell'adattatore Federico Nobili.

Biografia[modifica | modifica sorgente]

Inizia a lavorare da piccola a 10 anni con il regista Luigi Zampa nel film Campane a martello del 1949. Fino al 1960 gira 8 pellicole, contemporaneamente si dedica la teatro e alla prosa radiofonica della RAI, da Radio Roma e soprattutto al doppiaggio.

Uno dei suoi primissimi doppiaggi da bambina è stato quello di Alice nel film d'animazione Alice nel Paese delle Meraviglie (1951) prodotto da Walt Disney.

Doppiatrice tra le più note e dotate della sua generazione, Vittoria Febbi presta la sua voce suadente e vagamente nasale, a celebri attrici come Liv Ullmann (L'immagine allo specchio, Sussurri e grida, Sinfonia d'autunno), Gena Rowlands (Una moglie, Gloria - Una notte d'estate, Qualcosa di cui... sparlare), Jessica Lange (King Kong, Cape Fear - Il promontorio della paura), Kathy Bates (Misery non deve morire, La vedova americana, Insieme per caso), Charlotte Rampling (Il portiere di notte, Marlowe, il poliziotto privato, L'orca assassina), Carmen Maura (Donne sull'orlo di una crisi di nervi, Volver), Faye Dunaway (E venne la notte, L'inferno di cristallo, Chinatown), Stefanie Powers (Herbie il Maggiolino sempre più matto), Mia Farrow (Il grande Gatsby, Assassinio sul Nilo), Romy Schneider (Noi due senza domani, Fantasma d'amore) e molte altre.

Attiva anche come direttrice di doppiaggio, la Febbi lavora spesso anche in televisione: dal febbraio del 2006 fino all'agosto del 2013 ha doppiato il personaggio di Stephanie Douglas Forrester (Susan Flannery) nella soap opera Beautiful (in sostituzione della precedente doppiatrice, Angiolina Quinterno, scomparsa per leucemia).

Filmografia[modifica | modifica sorgente]

Attrice[modifica | modifica sorgente]

Doppiatrice[modifica | modifica sorgente]

Cinema[modifica | modifica sorgente]

Televisione[modifica | modifica sorgente]

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]