Johnny Mnemonic

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Johnny Mnemonic
Johnny Mnemonic.jpg
Titolo originale Johnny Mnemonic
Paese di produzione Stati Uniti d'America
Anno 1995
Durata 96 min
Colore colore
Audio sonoro
Genere fantascienza
Regia Robert Longo
Soggetto William Gibson (racconto)
Sceneggiatura William Gibson
Fotografia François Protat
Montaggio Ronald Sanders
Effetti speciali Rory Cutler
Musiche Brad Fiedel
Scenografia Nilo Rodis-Jamero
Interpreti e personaggi
Doppiatori italiani

Johnny Mnemonic è un film di fantascienza del 1995 per la regia di Robert Longo, con Keanu Reeves. È liberamente tratto dal racconto Johnny Mnemonico di William Gibson (raccolto in La notte che bruciammo Chrome).

Trama[modifica | modifica sorgente]

« La mia capacità di memoria? - Più che adeguata! »
(Johnny Mnemonic rispondendo ad un uomo della Pharmakom)

Johnny è un ricordante, un corriere-dati che è stato ingaggiato, tramite il malvivente Ralfi che gli ha proposto un affare, per trasportare software illegale senza fare domande, in una bolla di memoria inserita chirurgicamente nel proprio cervello, la cui installazione gli ha inoltre provocato la perdita di gran parte dei propri ricordi passati (in particolare l'infanzia) e che ora vorrebbe rimuovere per ricordare di nuovo.

Al momento del caricamento dei dati, Johnny stavolta scopre che la sua capacità di immagazzinamento è la metà del necessario,[1] obbligandolo ad usare un metodo pericoloso, che minaccia di provocargli in breve tempo un collasso neurale.

Si trova inoltre coinvolto in una storia poco piacevole in quanto i suoi clienti hanno rubato qualcosa di molto importante e la Yakuza con a capo Shinji, per conto della multinazionale Pharmakom di Takahashi (che controlla anche Chrome, una misteriosa intelligenza nel computer della sede centrale), la rivuole indietro. La temuta organizzazione, che ha assorbito da tempo la Mafia e le Triadi, invia un killer armato con un laccio monomolecolare in grado di tagliare in due chi tenta di opporglisi.

A spalleggiare Johnny, salvandolo, arriva Jane, una bella guardia del corpo dagli innesti bionici in vena di avanzamento socio-economico. Comincia una lunga fuga che porterà i due fino ai sobborghi più squallidi e pericolosi della sterminata città. Dopo un tentativo fallito da parte di Johnny di contattare la Pharmakom, con cui contrattare un accordo per salvarsi restituendo i dati rubati ed evitare così il collasso neurale, i due vanno prima dal dottore di strada Spider che ha creato gli impianti a Jane, da cui lui cerca inutilmente un rimedio, poi giungono durante la loro fuga nel territorio dominato dai Lo-Tek guidati da J-Bone, una subcultura metropolitana ribellatasi al dominio delle multinazionali. Nel frattempo, la Yakuza ha ingaggiato un sicario, una sorta di maniaco religioso, il Predicatore di strada Karl Honig, che da cyborg si considera il primo post-umano e agisce in solitario parallelamente agli altri uomini inviati dall'organizzazione criminale.

Johnny si troverà al centro di un conflitto tra i Lo-Tek, che sono gli unici a possedere una tecnologia (il delfino Jones) in grado di aiutarlo a sopravvivere recuperando i dati, la Yakuza (all'interno della quale si muove un ulteriore scontro tra il capo ed il suo vice) e, per finire, il terribile "sicario religioso".

I preziosi dati sarebbero sulla cura di una micidiale malattia epidemica, che sembrerebbe causata dalla sovraesposizione alle apparecchiature tecnologiche; infatti la multinazionale, invece di dare la soluzione per guarire, avrebbe scelto di fornire dei trattamenti a vita.

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ Al minuto 6:30 del film, cioè poco prima di accettare il lavoro, Johnny utilizza un "raddoppiatore di capacità", che stima la sua capacità di immagazzinamento iniziale in 80 gigabyte; dopo l'attivazione del dispositivo, arriva a 160 gigabyte, cioè quasi 100 volte la capacità media degli hard disk presenti nei computer casalinghi all'epoca in cui il film è stato girato.

Voci correlate[modifica | modifica sorgente]

Altri progetti[modifica | modifica sorgente]

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]