Valerie Perrine

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Valerie Perrine ad Amsterdam nel 1975

Valerie Ritchie Perrine (Galveston, 3 settembre 1943) è una modella e attrice statunitense, attiva in cinema e televisione.

La sua filmografia comprende il ruolo di Charlotta Steele, ex-moglie del campione di rodeo interpretato da Robert Redford ne Il cavaliere elettrico (The Electric Horseman, 1979).

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Figlia di Winifred McGinley, danzatrice, e di Kenneth Perrine, ufficiale dell'esercito[1], è cresciuta, a causa dei frequenti spostamenti del padre, in località diverse degli USA iniziando la carriera nel mondo dello spettacolo come showgirl a Las Vegas. Non è stata mai confermata ufficialmente la voce che abbia partecipato, non accreditata, alle riprese del film del 1971 Agente 007 - Una cascata di diamanti. Interpretò invece realmente nel 1972 il ruolo dell'attrice porno softcore Montana Wildhack nel film di George Roy Hill Mattatoio 5 (1972).

Perrine ha posato come modella per un servizio apparso nel maggio 1972 sulla rivista Playboy. È apparsa poi sulla copertina del medesimo rotocalco nell'agosto 1981. È stata la prima attrice ad apparire completamente svestita alla televisione statunitense: è accaduto il 4 maggio 1973 sulla rete Public Broadcasting Service nello spettacolo di prosa Steambath, interno al ciclo Hollywood Television Theater, in cui veniva ripresa mentre faceva la doccia. Solo alcune stazioni del circuito PBS trasmisero però il programma.

Nel 1975, per l'interpretazione di Honey Harlow, moglie di Lenny Bruce, nel film di Bob Fosse Lenny, Perrine ha avuto candidature per l'Oscar alla miglior attrice e per il Golden Globe come miglior attrice drammatica, ed ha vinto il Prix d'interprétation féminine al festival di Cannes.

Ha poi interpretato la figura di Carlotta Monti nel biopic W.C. Fields and Me (1976) ed uno fra i ruoli da lei interpretati maggiormente ricordati, ovvero quello di Miss Eve Teschmacher accanto a Lex Luthor in Superman (1978). Per questa interpretazione è stata nominata nel 1979 per il Saturn Award come migliore attrice non protagonista. Ha poi ripreso il ruolo di Miss Teschmacher in Superman II (1980).

La sua carriera ha poi avuto ulteriore impulso con la partecipazione al film Can't Stop the Music (1980), sebbene questa interpretazione le abbia fruttato una candidatura al Razzie Award come peggiore attrice. Questo film è tuttavia divenuto un cult.

Nel 1982, Perrine ha interpretato il ruolo di Marcy, moglie di un agente di polizia corrotto, in Frontiera (The Border) con Jack Nicholson. Dopo d'allora Perrine ha lavorato in progetti di più basso profilo, sebbene nel 2000 abbia avuto l'opportunità di recitare con Mel Gibson nel film What Women Want - Quello che le donne vogliono.

Nel 1995, Perrine ha fatto da guest star nella serie televisiva Homicide: Life on the Street.

Nelle distribuzioni per il mercato italiano Perrine è stata doppiata da Noemi Gifuni e da Daniela Nobili.

Filmografia[1][modifica | modifica wikitesto]

Film
Anno Titolo Ruolo Note
1972 Mattatoio 5 Montana Wildhack
1973 The Last American Hero Marge Dennison, segretaria di Morley titolo riedizione USA: Hard Driver
1974 Lenny Honey Bruce
1976 W.C. Fields and Me biopic su Carlotta Monti
1977 Mister Miliardo Rosie Jones anche The Windfall
1978 Superman Eve Teschmacher candidatura ai Saturn Award per la miglior attrice non protagonista
1979 The Magician of Lublin Zeftel
1979 Il cavaliere elettrico Charlotta Steele
1980 Gli altri giorni del Condor Brenda Wilcox anche Mind Games (titolo del VHS)
1980 Can't Stop the Music Samantha Simpson Razzie Awards 1980 (peggior attrice)
1980 Superman II Eve Teschmacher
1981 La corsa più pazza d'America Agente di polizia (non accreditata)
1982 Frontiera Marcy
1983 Malibu Dee Staufer TV miniseries
1985 Mask of Murder Maria
1985 Water Pamela Weintraub anche The Investigator
1987 A servizio ereditiera offresi Georgette Starkey
1991 Reflections in a Dark Sky Caterina
1991 Bright Angel Aileen
1993 Boiling Point Mona
1995 Girl in the Cadillac Tilly
1995 The Break Delores Smith
1998 Brown's Requiem Marguerita Hansen
1998 A Place Called Truth Estelle
1998 Shame, Shame, Shame Maura's Mother
1998 54 Elaine's Patron anche Fifty-Four
1999 My Girlfriend's Boyfriend Rita Lindross
1999 Picture This
1999 Curtain Call Monica Gilroy (non accreditata)
2000 What Women Want - Quello che le donne vogliono Margo
2001 Directing Eddie Gloria Vassick anche Project: Indie (USA)
2002 The End of the Bar Mrs. Duncan
2005 The Moguls V anche The Amateurs (nuovo titolo USA)
2005 The Californians Lenora Tripp
2008 Redirecting Eddie Gloria Vassick

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ a b Valerie Perrine Biography (1943–) in FilmReference.com, NetIndustries, LLC. URL consultato il 7 settembre 2010.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autorità VIAF: 12508672 LCCN: n95060310