Gudrun Landgrebe

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Gudrun Landgrebe

Gudrun Landgrebe (Gottinga, 20 giugno 1950) è un'attrice tedesca.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Gudrun Landgrebe è cresciuta a Bochum e ha frequentato tra il 1968 e il 1971 la scuola di teatro a Colonia. Nel 1971 ha debuttato sul palco del Teatro Comunale di Bielefeld, in seguito alla quale è stata impegnata in diversi teatri tedeschi, tra cui il Teatro di Stato di Baden in Bruchsal, nel 1972. Nel 1973, ha recitato in Städtebundtheater, e nel 1974 al Teatro di Stato Detmold e il chiostro Play su Feuchtwangen. Nel 1975 ha fatto parte del Teatro Comunale di Pforzheim, e dal 1977 al 1981 dell'Ensemble del Teatro della città di Dortmund .

Nel 1981 ha ricevuto il suo primo ruolo principale nel film commedia Dabbel Trabbel, e nel 1983 è arrivato il successo internazionale con il film Die flambierte Frau (La donna in fiamme). Due anni dopo è stata protagonista di un'altra pellicola di successo, Interno berlinese (in tedesco Leidenschaften e in inglese The Berlin Affair), diretta da Liliana Cavani. Seguono altri film quali: Oberst Redl (1985), Annas Mutter (1984), Opernball (1988) e nello stesso anno Die Opfer/Die Täter con Heiner Lauterbach, Franka Potente e Wolfgang Böck. Nel 1997 è apparsa in Rossini (film 1997), con Mario Adorf, Veronica Ferres e Heiner Lauterbach.

Oltre al cinema è apparsa in numerose serie televisive quali Il commissario Köster (Der Alte), Derrick, Wolff, un poliziotto a Berlino, Siska ecc.

Dal 1992 è tornata a recitare in teatro.

In Italia è conosciuta anche per aver recitato nel film TV Carla. Quattro storie di donne del 1989, e nella miniserie Delitti privati del 1993.

Gudrun Landgrebe è sposata con il medico Ulrich von Nathusius, la coppia non ha figli e vive a Hunsrück.

Filmografia[modifica | modifica wikitesto]

Film[modifica | modifica wikitesto]

Televisione[modifica | modifica wikitesto]

Riconoscimenti[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autorità VIAF: (EN76500646 · LCCN: (ENnr98011140 · ISNI: (EN0000 0001 1575 6474 · GND: (DE12124024X · BNF: (FRcb138963096 (data)