Parigi brucia?

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Parigi brucia?
Parigi brucia.png
Gert Fröbe e Harry Meyen in una scena del film
Titolo originale Paris brûle-t-il?
Paese di produzione Francia, USA
Anno 1966
Durata 175 min
Colore B/N
Audio sonoro
Rapporto 2,20 : 1
Genere storico
Regia René Clément
Soggetto Larry Collins, Dominique LaPierre
Sceneggiatura Gore Vidal, Francis Ford Coppola
Produttore Paul Graetz
Casa di produzione Paramount Pictures
Fotografia Marcel Grignon
Montaggio Robert Lawrence
Musiche Maurice Jarre
Scenografia Willy Holt
Costumi Pierre Nourry, Jean Zay
Trucco Aïda Carange
Interpreti e personaggi
Doppiatori italiani

Parigi brucia? (Paris brûle-t-il?) è un film del 1966 diretto da René Clément, ispirato all'omonimo libro di Larry Collins e Dominique Lapierre. Il titolo del film deriva dalla domanda che Hitler fece telefonicamente, tentando di mettersi in comunicazione con Choltitz, impegnato a firmare la resa: Ist Paris verbrennt? (Parigi è bruciata?)

Trama[modifica | modifica wikitesto]

Parigi, agosto 1944, le truppe Alleate si stanno avvicinando velocemente alla capitale francese ed il servizio segreto statunitense è venuto a conoscenza dell'intenzione di Hitler di distruggere, prima della ritirata delle truppe tedesche, le principali infrastrutture e tutti i simboli storici della città.

Il piano tuttavia non sarà realizzato sia per l'avvio dell'insurrezione della resistenza francese, che riuscì ad occupare la prefettura ed altri punti strategici della capitale, sia per la precisa volontà del governatore militare tedesco, il generale Dietrich von Choltitz che, contravvenendo all'ordine del Führer, consegnò la città, vista l'impossibilità di resistere, il 25 agosto al generale Leclerc.

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]