Bruno Cremer

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

Bruno Cremer (Saint-Mandé, 6 ottobre 1929Parigi, 7 agosto 2010) è stato un attore francese.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

La sua carriera da attore inizia a teatro nella piéce Robinson di Jules Supervielle. Negli anni successivi porta sui palcoscenici pièces di William Shakespeare, Oscar Wilde e Jean Anouilh.

Al cinema debutta negli anni cinquanta e nel corso della sua carriera cinematografica recita in diversi film francesi e non, al fianco di attori come Jean-Paul Belmondo e Alain Delon.

Tra le sue migliori interpretazioni cinematografiche sono da citare Il caso "Venere privata" di Yves Boisset (1970) dove ha prestato il fisico e il volto al personaggio di Duca Lamberti, un ex-medico e detective free-lance, nato dalla penna dello scrittore Giorgio Scerbanenco, e Lo sparviero di Philippe Labro (1976), nel quale ha vestito i panni della Iena, un freddo killer al soldo di un'organizzazione della malavita francese.

Nel 1988 interpreta Furore e grida (De bruit et de fureur), diretto dal regista Jean-Claude Brisseau.

Nel 1989 recita nel quarto capitolo de La piovra dove interpreta l'inquietante affarista Antonio Espinosa (presente anche nel quinto 1990 e nel sesto capitolo) e nel 1991 indossa per la prima volta i panni del commissario Maigret, il famoso personaggio nato dalla penna di Georges Simenon. Continuerà in questo ruolo sino al 2005, nella serie televisiva Il commissario Maigret, una produzione franco-belga-svizzera, che lo porta al successo nel mondo francofono e non solo.

Colpito da tempo da un tumore, muore il 7 agosto 2010 a Parigi, all'età di 80 anni.

Doppiatori italiani[modifica | modifica wikitesto]

Cremer nelle versioni italiane dei suoi film è stato doppiato rispettivamente da:

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autorità VIAF: 90603206 LCCN: nr97036216