Philippe Leclerc de Hauteclocque

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Philippe Leclerc de Hauteclocque
Leclerc de XF.2, L'armee françaises combat en France!.jpg
Leclerc de Hauteclocque durante la liberazione della Francia
22 novembre 1902 - 28 novembre 1947
Nato a Belloy-Saint-Léonard
Morto a Béchar
Cause della morte incidente aereo
Dati militari
Paese servito Francia Francia
Forza armata Armée française
France Libre
Arma Armée de terre
Anni di servizio 1920 - 1947
Grado Maresciallo di Francia
Guerre Seconda guerra mondiale
Guerra d'Indocina
Battaglie Battaglia di Cufra
Campagna di Tunisia
Battaglia di Normandia
Sacca di Falaise
Liberazione di Parigi
Battaglia di Dompaire
Campagna della Linea Sigfrido
Invasione Alleata della Germania
Comandante di "colonna Leclerc"
2e division blindée
Corps expéditionnaire français en Extrême-Orient
Studi militari ESM Saint-Cyr

[senza fonte]

voci di militari presenti su Wikipedia

Philippe François Marie Leclerc de Hauteclocque[1] (Belloy-Saint-Léonard, 22 novembre 1902Béchar, 28 novembre 1947) è stato un generale francese della seconda guerra mondiale. Dopo aver aderito al movimento della Francia libera divenne famoso comandando un distaccamento mobile in Nord Africa contro le forze dell'Asse. A partire dall'estate 1944 guidò con abilità ed energia la 2e division blindée dimostrando notevole capacità nella condotta di operazioni con mezzi corazzati.

Dopo la guerra, assunse per breve tempo il comando delle forze francesi in Indocina, morì nel 1947 in seguito ad un incidente aereo. Ricevette il titolo postumo di maresciallo di Francia nel 1952.

È considerato personaggio di rilievo nazionale, la sua memoria è onorata con monumenti in varie piazze di città e paesi francesi. L'esercito francese ha assegnato il nome Leclerc al suo più recente modello di carro armato.

Carriera[modifica | modifica sorgente]

La sua carriera militare iniziò all'École spéciale militaire de Saint-Cyr, l'accademia militare francese, da cui uscì nel 1924 per raggiungere il grado di capitano nel 1937.

Partecipò alla seconda guerra mondiale e, all'atto della resa francese nel giugno 1940, raggiunse Londra; nella capitale britannica già si trovava il generale Charles de Gaulle, capo della cosiddetta Francia libera, organizzazione che raccoglieva tutti i francesi che non avevano accettato la resa ai tedeschi e che, pur con mezzi limitati, tentava di ripristinare l'onore militare della Francia cominciando dal controllo delle sue colonie sparse nel mondo.

Il generale Leclerc in Francia nell'agosto 1944.

Fu proprio questa la prima missione di Leclerc, promosso al grado di maggiore e inviato nell'Africa Equatoriale Francese per assumere il controllo della colonia del Camerun, incarico retto dal 29 agosto 1940 al 12 novembre 1940.

Ma la Francia Libera era pressata dalla necessità di aumentare il proprio credito presso gli Alleati con alcune vittorie militari, e questo portò alla pianificazione di un attacco nel Sahara libico, allora sotto il controllo dell'esercito italiano.

Il 16 gennaio 1941, promosso colonnello della Francia libera Leclerc guidò un tentativo di conquista dell'oasi libica di Murzuk con una colonna proveniente dal Ciad, ma fu respinto dalle truppe italiane delle compagnie sahariane e dovette ritirarsi.

Andrà meglio nel successivo assedio dell'oasi di Cufra, conquistata con l'appoggio degli inglesi il 1º marzo 1941. Successivamente, con le forze italo-tedesche ormai in arretramento continuo, ebbe modo di distinguersi nelle battaglie in Tunisia fino alla capitolazione definitiva delle forze italo-tedesche in Africa (13 maggio 1943).

Sbarcato in Normandia il 1 agosto 1944 alla testa della 2e division blindée, una unità corazzata composta di veterani francesi della campagna d'Africa ed equipaggiata con materiale americano, partecipò alla campagna di Francia incluse la battaglia della sacca di Falaise e la liberazione di Parigi. Furono i reparti corazzati del generale Leclerc che entrarono per primi nella capitale francese come insistentemente richiesto dal generale de Gaulle. Dopo un nuovo brillante successo nella battaglia di Dompaire; Leclerc guidò la 2e division blindée nella liberazione di Strasburgo e successivamente partecipò all'invasione della Germania nazista sempre alla testa delle sue unità meccanizzate.

Comandante abile, coraggioso e deciso, Leclerc venne coinvolto in alcune polemiche in seguito al suo operato in un fatto avvenuto al termine della guerra, nella piccola città termale bavarese di Bad Reichenhall. Il 7 maggio 1945 le sue forze catturarono una dozzina di volontari francesi della Divisione SS "Charlemagne" che tentavano il rientro in patria, ed egli diede ordine di fucilarli l'indomani perché ritenne "arrogante" la risposta data alla sua domanda sul perché dei francesi indossassero uniformi tedesche. Gli fu risposto che anche lui non indossava un'uniforme francese, bensì americana, dato che i Francesi Liberi erano equipaggiati con armi, mezzi ed uniformi americane.

Egli avrebbe ordinato di fucilarli «quattro per volta, affinché gli ultimi vedessero morire i precedenti»; sembra inoltre che essi provenissero da un ospedale militare, essendo convalescenti da ferite riportate sul Fronte Orientale. Formalmente la fucilazione avvenne senza un processo o una corte marziale che avrebbe potuto accusarli di collaborazionismo.

Terminate le operazioni contro la Germania, Leclerc fu inviato in Estremo Oriente dove firmò per conto della Francia il documento di resa del Giappone (2 settembre 1945) e successivamente fu impegnato nella riconquista dell'Indocina Francese, in cui erano nati forti fermenti indipendentisti sostenuti dal movimento paramilitare comunista dei Viet Minh. Sostituito in questo incarico dal generale Jean-Étienne Valluy, in quanto ritenuto troppo incline al negoziato piuttosto che alla lotta contro il pericolo comunista, tornò in Francia.

Philippe François Marie Leclerc de Hauteclocque morì il 28 novembre 1947 in seguito ad un incidente aereo avvenuto a Colomb-Béchar, nel deserto dell'Algeria, durante un volo di trasferimento.

Onorificenze[modifica | modifica sorgente]

Stemma di Philippe Leclerc de Hauteclocque

Blason Philippe Marie Leclerc de Hautecloque (1902-1947).svg


Onorificenze francesi[modifica | modifica sorgente]

Cavaliere dell'Ordine della Legion d'onore - nastrino per uniforme ordinaria Cavaliere dell'Ordine della Legion d'onore
— 20 dicembre 1935
Compagno dell'Ordre de la Libération - nastrino per uniforme ordinaria Compagno dell'Ordre de la Libération
— 6 marzo 1941
Ufficiale dell'Ordine della Legion d'onore - nastrino per uniforme ordinaria Ufficiale dell'Ordine della Legion d'onore
— 6 febbraio 1945 con effetto retroattivo al 25 maggio 1943
Commendatore dell'Ordine della Legion d'Onore - nastrino per uniforme ordinaria Commendatore dell'Ordine della Legion d'Onore
— 4 febbraio 1945 con effetto retroattivo al 25 agosto 1944
Grand'Ufficiale dell'Ordine della Legion d'Onore - nastrino per uniforme ordinaria Grand'Ufficiale dell'Ordine della Legion d'Onore
— 11 febbraio 1945 con effetto retroattivo al 25 dicembre 1944
Cavaliere di Gran Croce dell'Ordine della Legion d'Onore - nastrino per uniforme ordinaria Cavaliere di Gran Croce dell'Ordine della Legion d'Onore
— 8 maggio 1945
Médaille militaire - nastrino per uniforme ordinaria Médaille militaire
— 6 giugno 1946
Croix de guerre 1939-1945 - nastrino per uniforme ordinaria Croix de guerre 1939-1945
Medaglia della Resistenza con rosetta - nastrino per uniforme ordinaria Medaglia della Resistenza con rosetta
Médaille commémorative des services volontaires dans la France libre - nastrino per uniforme ordinaria Médaille commémorative des services volontaires dans la France libre
Médaille commémorative de la guerre 1939-1945 - nastrino per uniforme ordinaria Médaille commémorative de la guerre 1939-1945
Medaille d'Outre-Mer con barette "Maroc" "Fezzan" "Koufra" "Tripolitaine" "Tunisie" "Extrême-Orient" - nastrino per uniforme ordinaria Medaille d'Outre-Mer con barette "Maroc" "Fezzan" "Koufra" "Tripolitaine" "Tunisie" "Extrême-Orient"
Médaille des Évadés - nastrino per uniforme ordinaria Médaille des Évadés
Médaille des Blessés - nastrino per uniforme ordinaria Médaille des Blessés

Onorificenze straniere[modifica | modifica sorgente]

Grand'Ufficiale dell'Ordine della Corona (Belgio) - nastrino per uniforme ordinaria Grand'Ufficiale dell'Ordine della Corona (Belgio)
Croix de guerre 1939-1945 con palma di bronzo (Belgio) - nastrino per uniforme ordinaria Croix de guerre 1939-1945 con palma di bronzo (Belgio)
Cavaliere di III Classe dell'Ordine del Leone Bianco (Cecoslovacchia) - nastrino per uniforme ordinaria Cavaliere di III Classe dell'Ordine del Leone Bianco (Cecoslovacchia)
Croce di guerra Cecoslovacca del 1939-1945 (Cecoslovacchia) - nastrino per uniforme ordinaria Croce di guerra Cecoslovacca del 1939-1945 (Cecoslovacchia)
Cavaliere di Gran Croce dell'Ordine Reale della Cambogia (Cambogia) - nastrino per uniforme ordinaria Cavaliere di Gran Croce dell'Ordine Reale della Cambogia (Cambogia)
Croce di guerra greca del 1940 di I Classe (Grecia) - nastrino per uniforme ordinaria Croce di guerra greca del 1940 di I Classe (Grecia)
Cavaliere di Gran Croce dell'Ordine della Corona di Quercia (Lussemburgo) - nastrino per uniforme ordinaria Cavaliere di Gran Croce dell'Ordine della Corona di Quercia (Lussemburgo)
Croce di guerra lussemburghese 1939-1945 (Lussemburgo) - nastrino per uniforme ordinaria Croce di guerra lussemburghese 1939-1945 (Lussemburgo)
Cavaliere di Gran Croce dell'Ordine di Ouissam Alaouite (Marocco) - nastrino per uniforme ordinaria Cavaliere di Gran Croce dell'Ordine di Ouissam Alaouite (Marocco)
Croce d'Argento dell'Ordine Virtuti Militari (Polonia) - nastrino per uniforme ordinaria Croce d'Argento dell'Ordine Virtuti Militari (Polonia)
Gran Cordone dell'Ordine del Milione di Elefanti e del Parasole Bianco (Regno del Laos) - nastrino per uniforme ordinaria Gran Cordone dell'Ordine del Milione di Elefanti e del Parasole Bianco (Regno del Laos)
Cavaliere Commendatore dell'Ordine del Bagno (Regno Unito) - nastrino per uniforme ordinaria Cavaliere Commendatore dell'Ordine del Bagno (Regno Unito)
Compagno del Distinguished Service Order (Regno Unito) - nastrino per uniforme ordinaria Compagno del Distinguished Service Order (Regno Unito)
Silver Star (Stati Uniti) - nastrino per uniforme ordinaria Silver Star (Stati Uniti)
Commendatore della Legion of Merit (Stati Uniti) - nastrino per uniforme ordinaria Commendatore della Legion of Merit (Stati Uniti)
Bronze Star Medal (Stati Uniti) - nastrino per uniforme ordinaria Bronze Star Medal (Stati Uniti)
Presidential Unit Citation (Stati Uniti) - nastrino per uniforme ordinaria Presidential Unit Citation (Stati Uniti)
Cavaliere Gran Commendatore dell'Ordine di Nichan Iftikar (Tunisia) - nastrino per uniforme ordinaria Cavaliere Gran Commendatore dell'Ordine di Nichan Iftikar (Tunisia)

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ Nato Philippe François Marie, conte de Hauteclocque, assunse tale nome grazie ad un decreto del 1945 che lo autorizzava ad incorporare nel proprio il nome di copertura che si era scelto durante la militanza nella Resistenza Francese (Jacques-Philippe Leclerc).

Bibliografia[modifica | modifica sorgente]

Altri progetti[modifica | modifica sorgente]

Voci correlate[modifica | modifica sorgente]

Controllo di autorità VIAF: 76318700 LCCN: n83010369

biografie Portale Biografie: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di biografie