Jean-Pierre Cassel

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jean-Pierre Cassel al festival di Cannes 2006

Jean-Pierre Cassel, all'anagrafe Jean-Pierre Crochon, (Parigi, 27 ottobre 1932Parigi, 19 aprile 2007), è stato un attore francese.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Da giovane esordì come ballerino di tip-tap e fu la controfigura di Gene Kelly durante una tournée in Francia dell'attore e ballerino americano. Negli anni cinquanta fu protagonista di alcune commedie teatrali di Philippe de Broca.

Al cinema i suoi primi ruoli di un certo livello sono stati in film di Jean Renoir, René Clair e Claude Chabrol.

Da ricordare le sue apparizioni ne Il fascino discreto della borghesia (1972) di Luis Buñuel, in Assassinio sull'Orient Express (1974) di Sidney Lumet e in Qualcuno sta uccidendo i più grandi cuochi d'Europa (1978) di Ted Kotcheff.

Ha preso parte alla trilogia de I tre moschettieri diretta da Richard Lester nel ruolo rispettivamente di Luigi XIII (I tre moschettieri del 1973 e Milady - I quattro moschettieri uscito nel 1974) e di Cyrano de Bergerac (Il ritorno dei tre moschettieri del 1989).

Si è poi raffinato nel dramma con i film La giacca verde (1980) e La trota (1982).

Negli anni novanta è stato chiamato in due occasioni da Robert Altman, per Vincent e Theo (1990) e Prêt-à-Porter (1994); ancora Chabrol lo sceglie per L'inferno (1994) e Il buio nella mente (1995).

Significativa la sua interpretazione ne I fiumi di porpora (2000) di Mathieu Kassovitz.

Muore nel 2007 all'età di 75 anni, ancora nel pieno della sua attività: è il padre di Cécile Cassel e di Vincent Cassel (ex marito di Monica Bellucci).

Filmografia parziale[modifica | modifica wikitesto]

Doppiatori italiani[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autorità VIAF: 74010506 LCCN: nr97036330