Generale

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
bussola Disambiguazione – Se stai cercando altri significati, vedi Generale (disambigua).

In quasi tutte le forze armate del mondo è detto generale o, più esattamente, ufficiale generale il militare che appartiene alla più elevata categoria degli ufficiali. All'interno di questa categoria possono esserci più gradi, uno dei quali, in molte forze armate, è denominato generale, senza ulteriori specificazioni: si tratta di uno dei gradi più elevati, se non il più elevato, superiore al generale di corpo d'armata o tenente generale.

I gradi di generale sono utilizzati dalle forze armate di terra e dalle forze aeree che adottano un sistema di gradi mutuato dall'esercito. I corrispondenti gradi della marina militare sono quelli di ammiraglio, mentre nel Regno Unito e nei paesi che hanno adottato lo stesso sistema, i corrispondenti gradi dell'aeronautica militare sono quelli di maresciallo dell'aria.

Il titolo di capitano generale comparve in Europa a partire dal XIV secolo per indicare il comandante in capo sul campo di un esercito (o una flotta). In seguito comparvero i gradi di luogotenente generale (l'attuale tenente generale) e sergente maggiore generale (dal quale deriva l'attuale maggior generale), secondo e terzo nel comando dopo il capitano generale. Nella prima metà del XVI secolo comparve in Francia il colonnello generale, comandante di tutti i reggimenti appartenenti ad una determinata arma (fanteria, cavalleria ecc.). Nel XVIII secolo la denominazione di capitano generale cadde in disuso, contraendosi in quella di generale; si conservò, però, in Spagna e in alcuni suoi ex possedimenti, dove è attualmente utilizzata come grado militare onorifico attribuito al capo dello Stato.

Sistemi di gradi[modifica | modifica sorgente]

I sistemi di gradi per gli ufficiali generali più diffusi nei vari paesi si possono ricondurre a due modelli.

Il primo modello risale all'Ancien Régime ed è tuttora utilizzato dai paesi anglosassoni e, con variazioni, da altri paesi. Vi si trovano solitamente i seguenti gradi, in ordine ascendente:

Il secondo modello deriva dai gradi adottati in Francia all'epoca della Rivoluzione, poi imitati da altri paesi, tra i quali l'Italia. In questo caso i gradi prendono il nome dell'unità che l'ufficiale dovrebbe comandare e solitamente sono, in ordine ascendente:

I gradi di maresciallo, feldmaresciallo o altri equivalenti (ad esempio, generale dell'esercito), utilizzati in passato o in tempo di guerra, sono talvolta solo onorifici.

Forze armate italiane[modifica | modifica sorgente]

Nelle forze armate italiane quello di generale è il massimo livello gerarchico raggiungibile. Il grado è istituito presso l'Esercito e presso l'Aeronautica, mentre il grado corrispondente per la Marina Militare è quello di ammiraglio. Nell'Arma dei Carabinieri[1] il massimo livello è quello di comandante generale (con il grado di generale di corpo d'armata), ma questi non può ricoprire il ruolo di capo di Stato Maggiore della Difesa, mentre nel corpo della Guardia di Finanza (pur esistendo tra gli ufficiali del Corpo il grado di generale) il comandante generale è equivalente ad un generale di corpo d'armata dell'Esercito Italiano, in quanto il Corpo non ha rango di forza armata ed inoltre non dipende dal Ministero della Difesa, ma da quello delle Finanze.

Il grado di generale od ammiraglio, senza specificazione, è stato introdotto nel 1997 al fine di investirne solo coloro che assumevano l'incarico di capo di Stato Maggiore della Difesa, incarico che può essere assunto solo da coloro che provengono dai ranghi degli stati maggiori dell'Esercito, della Marina Militare e dell'Aeronautica Militare.[1]

Tra gli ufficiali generali dell'Esercito esiste una gerarchia suddivisa in quattro gradi. Per le forze armate terrestri, il distintivo del grado è la greca più un diverso numero di stelle, che aumentano proporzionalmente all'aumentare del grado:

Fino al 1943 era previsto il grado di generale d'armata.

Esistono generali il cui distintivo ha una stella bordata di rosso. Si tratta di un ufficiale che, pur avendo un grado inferiore, ha un incarico corrispondente al grado superiore. I casi più importanti sono quelli del capo di Stato Maggiore dell'Esercito, del comandante generale dell'Arma dei Carabinieri e del comandante generale della Guardia di Finanza.

Nell'Aeronautica Militare, nel distintivo di grado degli ufficiali generali le stelle sono sostituite da altrettante barre orizzontali, dette binari, con l'ultima che forma una losanga. Le definizioni dei vari gradi sono leggermente differenti:

Fino al 1943 era previsto il grado di generale d'armata aerea.

Generale[modifica | modifica sorgente]

Il grado di generale è il massimo grado raggiungibile dai militari italiani. L'abbreviazione utilizzata nei documenti è Gen., è equivalente al codice NATO OF-9.[2]

Esercito svizzero[modifica | modifica sorgente]

Exquisite-kfind.png Per approfondire, vedi Generale dell'esercito svizzero.
it: Generale, fr: Général, de: General

Nell'esercito svizzero, il grado di generale è assegnato solamente in caso di guerra. La persona designata sarà il comandante in capo dell'esercito svizzero.

Corpi militari sammarinesi[modifica | modifica sorgente]

Le Tre Penne militari, simbolo di appartenenza ai Corpi militari sammarinesi e distintivo di grado per gli ufficiali; possono essere dorate o argentate a seconda dei corpi

Nella Repubblica di San Marino il grado di "generale" è il grado vertice degli ufficiali superiori (maggiore, tenente colonnello, colonnello, generale).

Nell'organizzazione militare della Repubblica di San Marino, al vertice dei corpi militari e' istituito il "Comando Superiore delle Milizie" con un "Comandante Superiore delle Milizie" con il grado di generale. Il grado è rappresentato da una greca con tre "tre penne", simbolo della militarita' usato per i gradi degli ufficiali e sulle mostrine e alamari dei diversi corpi.

I gradi omologhi nel resto del mondo[modifica | modifica sorgente]

Di seguito è riportata una lista dell'equivalente del grado per le principali forze armate mondiali:

Arabia Saudita Arabia Saudita
?
Argentina Argentina
Teniente general/OF-9
Australia Australia
General
Belgio Belgio
général / generaal
Brasile Brasile
General-de-exercito
Canada Canada
No equivalent
Cile Cile
General de ejército
Cina Cina
Shang Jiang
Corea del Nord Corea del Nord
?
Corea del Sud Corea del Sud
?
Cuba Cuba
?
Danimarca Danimarca
General
Egitto Egitto
?
Finlandia Finlandia
?
Francia Francia
Général d'armée
Germania Germania
General
Grecia Grecia
Strategos
Giappone Giappone
Rikujō-Bakuryōchō-taru-Rikushō,陸上幕僚長たる陸将(Rikugun-Taishō, 陸軍大将)
India India
?
Iran Iran
Sardar
Iraq Iraq
?
Irlanda Irlanda
No equivalent
Israele Israele
Aluf
Messico Messico
Presidente de la República (en su calidad de Comandante Supremo de las Fuerzas Armadas)
Norvegia Norvegia
No equivalent
Paesi Bassi Paesi Bassi
No equivalent
Perù Perù
?
Polonia Polonia
General
Regno Unito Regno Unito
Field Marshal
Russia Russia
Генерал армии
Spagna Spagna
General de ejército
Siria Siria
?
Svezia Svezia
No equivalent
Stati Uniti Stati Uniti
General of the Army
Sudafrica Sudafrica
?
Turchia Turchia
?

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ a b www.difesa.it, il capo di Stato Maggiore della Difesa.
  2. ^ vedi NATO STANAG 2116, (NATO standardization agreement - accordo sulle norme) NATO Codes for Grades of Military Personnel (codici per i gradi del personale militare) versione 5, 13 marzo 1996. URL consultato il 3 luglio 2007.

Voci correlate[modifica | modifica sorgente]

Altri progetti[modifica | modifica sorgente]

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]

Guerra Portale Guerra: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di Guerra