Luftwaffe (Bundeswehr)

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Luftwaffe
Aeronautica militare tedesca
German Air Force
Bundeswehr Logo Luftwaffe with lettering.svg
Logo della Luftwaffe
Descrizione generale
Attiva 9 gennaio 1956 - oggi
Nazione Flag of Germany.svg Germania Ovest (1955 - 1990)
Flag of Germany.svg Germania (1990 - oggi)
Alleanza Natoflag.gif NATO
Servizio aeronautica militare
Dimensione 60.300 effettivi, 426 aeromobili
Motto Wir.Dienen.Deutschland
(Serviamo Germania)[1]
Colori Blu, grigio e bianco
Battaglie/guerre Guerra del Kosovo
Parte di
Comandanti
Generale di Corpo d'Armata Klaus-Peter Stieglitz
Simboli
Coccarda Bundeswehr Kreuz.svg

[senza fonte]

Voci su forze aeree presenti su Wikipedia

La Luftwaffe (arma dell'aria – pronuncia: ˈlʊftvafə Ascolta[?·info]) è l'attuale aeronautica militare della Repubblica Federale Tedesca e parte integrante del Bundeswehr, le forze armate tedesche.

Storia[modifica | modifica wikitesto]

Luftwaffe (Bundeswehr) e Luftstreitkräfte/Luftverteidigung der NVA (Nationale Volksarmee)[modifica | modifica wikitesto]

Exquisite-kfind.png Per approfondire, vedi Luftstreitkräfte und Luftverteidigung der Deutschen Demokratischen Republik.

Dopo la guerra, l'aviazione civile tedesca venne severamente ridotta, e quella militare fu completamente vietata fino all'ingresso della Germania Ovest nella NATO, negli anni cinquanta. Nel corso dei decenni seguenti, la Luftwaffe venne equipaggiata principalmente con aerei statunitensi fabbricati in Germania su licenza. Durante gli anni sessanta la crisi degli Starfighter fu un grosso problema per la politica tedesca, in quanto molti caccia Lockheed Corporation F-104 si schiantarono dopo essere stati modificati per adattarsi alle esigenze della Luftwaffe.

Le "Luftstreitkräfte" della Germania Est utilizzarono aerei di fabbricazione sovietica, come il MiG-29. Dopo la riunificazione vennero acquisiti dalla Germania unita, ma messi fuori servizio a causa dei tagli al bilancio degli anni seguenti e venduti a paesi dell'Europa dell'est.

Dagli anni settanta la Luftwaffe della Germania Ovest e in seguito della Germania unita ha perseguito attivamente la costruzione di un aereo da combattimento europeo con il Panavia Tornado e recentemente con l'Eurofighter.

Nel 1999, per la prima volta dal 1945 la Luftwaffe venne ingaggiata in operazioni di combattimento come parte della forza NATO impegnata nella Guerra del Kosovo. Il ruolo della Luftwaffe fu limitato al supporto, ad esempio con la soppressione delle difese aeree nemiche (SEAD).

Nessun aereo della Luftwaffe fu perso durante questa campagna, ma il ruolo dell'aviazione tedesca si dimostrò controverso in Germania, a causa del forte sentimento ancora presente nella popolazione, che si oppone all'uso della forza da parte della Germania nelle questioni internazionali.


Aeromobili in uso[modifica | modifica wikitesto]

Aeromobile Origine Tipo Versione
(denominazione locale)
In servizio
(2014)[2]
Note Immagine
Aerei da combattimento
Eurofighter Typhoon Regno Unito Regno Unito
Germania Germania
Italia Italia
Spagna Spagna
caccia 74 ordinati ulteriori 25
2010-06-11 Eurofighter Luftwaffe 31+21 EDDB 02.jpg
Panavia Tornado Regno Unito Regno Unito
Germania Germania
Italia Italia
cacciabombardiere Tornado ECR
Tornado IDS
29
84
Panavia Tornado ECR 46+28 (9362192148).jpg
Aerei per rifornimento in volo
Airbus A310 MRTT Unione europea Unione europea tipo A310 MRTT 4
Airbus A310 MRTT.jpg
Aerei da trasporto
Airbus A310 Unione europea Unione europea trasporto A310-304 1
10+25 Airbus A.310 Luftwaffe (7443305360).jpg
Airbus A400M Unione europea Unione europea trasporto tattico 0 Ordine ridotto dagli iniziali 60 a 53 (più 7 in pozione) di cui 13 sono in corso negoziati per la vendita portando il totale a 40
Transall C-160 Unione europea Unione europea trasporto C-160D 71
Transall C-160D Luftwaffe (GAF) 50+96 - MSN D133 (2989202540).jpg
Elicotteri
Sikorsky CH-53 Stati Uniti Stati Uniti
Germania Germania
trasporto CH-53G 78 Dal 1 gennaio 2013 tutti gli elicotteri CH-53G dell'esercito sono stati trasferiti all'aeronautica militare e incorporati nel 64° Gruppo elicotteri.[3]
Aerei da addestramento
Grob G-120 Germania Germania addestramento 6 Operati dalla Lufthansa
Lufthansa.JPG

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Dopo la notifica del Presse- und Informationszentrum der Luftwaffe
  2. ^ Sandra Lewis-Rice, John Maloney & Marc-Antony Payne, World Air Forces directory 2014, Sutton, Surrey, UK, Flightglobal, 2014, p. 14.
  3. ^ (DE) Ray Roland, Wir wollen Ihnen eine neue militärische Heimat bieten in Schwäbische Zeitung, 14 dicembre 2012. URL consultato il 6 gennaio 2013.

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

  • Gabriele Zaffiri Sonder Buro n. 13 - Unternehme Uranus. Patti (ME), Nicola Calabria Editore, 2004. ISBN 978-8888-010458-104

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]