Vzdušné síly armády České republiky

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Vzdušné síly armády České republiky
VVS ARC.jpg
Descrizione generale
Attiva 1993 – oggi
Nazione Rep. Ceca Rep. Ceca
Servizio aeronautica militare
Dimensione 190 aeromobili
Motto Il nostro mare è nell'aria
Simboli
Coccarda Czech roundel.svg
Coccarda a bassa visibilità Czech Low Visiablity Roundel.svg

[senza fonte]

Voci su forze aeree presenti su Wikipedia

La Vzdušné síly armády České republiky, spesso abbreviata in CZAF, è l'attuale aeronautica militare della Repubblica Ceca e parte integrante delle forze armate ceche. Nasce come erede dell'Aeronautica militare cecoslovacca (la Československé Vojenské Letectvo) nel 1993.

Storia[modifica | modifica wikitesto]

Il periodo interbellico[modifica | modifica wikitesto]

Essendo una nazione moderna, circondata da potenziali nemici e priva di uno sbocco sul mare, la Cecoslovacchia considerò fin dal principio lo sviluppo di una aeronautica militare come un punto imprescindibile della propria politica militare. A questo fine il governo appoggiò la costruzione, sul territorio nazionale, di importanti industrie aeronautiche, quali: la Walter Engines a.s., la Aero Vodochody, la Avia (facente parte del colosso industriale Škoda) e la statalizzata Letov.

La seconda guerra mondiale[modifica | modifica wikitesto]

A partire dal 15 marzo 1939 la Cecoslovacchia venne divisa in due parti: a Ovest il Protettorato di Boemia e Moravia, direttamente sotto il controllo della Germania, e a Est la Repubblica Slovacca, uno stato fantoccio posto comunque sotto il controllo nazista.

In questo periodo molti piloti cecoslovacchi riuscirono a fuggire, riparando prima in Francia e Polonia e successivamente nel Regno Unito, contribuendo in modo sostanziale alla causa alleata[1]. Ad esempio l'asso ceco Josef František si affermò come il miglior pilota alleato durante la Battaglia d'Inghilterra.

La guerra fredda[modifica | modifica wikitesto]

Un MiG-21 conservato al museo dell'aviazione di Praga.

Dopo la fine della Seconda Guerra Mondiale, nel 1955, la Cecoslovacchia entrò a far parte del Patto di Varsavia; di conseguenza l'aeronautica militare venne organizzata secondo la struttura sovietica e gli aerei utilizzati furono principalmente MiG. In particolare i caccia MiG-15, MiG-19 e MiG-21F vennero prodotti direttamente in Cecoslovacchia su licenza, mentre i MiG-23 e i MiG-29 vennero acquistati dall'Unione Sovietica, rispettivamente nel corso degli anni Settanta e Ottanta.

Dal 1993 ad oggi[modifica | modifica wikitesto]

Il primo aereo da caccia di nuova concezione acquistato dalla Repubblica Ceca fu il MiG-29; tuttavia gli alti costi di mantenimento (lievitati a causa della speculazione compiuta da parte russa) portarono la Repubblica Ceca a scambiare questi mezzi con la Polonia, ricevendo in cambio alcuni elicotteri da soccorso W-3 Sokol.

Alcuni MiG-23 della Repubblica Ceca presero parte ad esercitazioni congiunte con altri paesi, venendo così confrontati con i loro equivalenti di matrice occidentale. Nel corso di questi test i MiG risultarono migliori dei Mirage III, F1, 2000 e degli F-4 Phantom II nelle manovre verticali e in accelerazione, mentre vennero surclassati in ogni settore dai più moderni F-16 Fighting Falcon.

I MiG-23 vennero ritirati nel 1994, sostituiti dai MiG-21 per quello che doveva essere un periodo di transizione in attesa dell'acquisto di un nuovo caccia multiruolo (successivamente individuato nel Saab JAS 39 Gripen). Tuttavia il progetto di acquisto venne accantonato, dato che 10 Saab JAS 39 Gripen vennero presi in leasing per 10 anni dalla Svezia.

Nel dicembre 2008 la Repubblica Ceca manifestò l'interesse di addestrare i suoi piloti di elicotteri a volare in un ambiente desertico, in vista dell'imminente partecipazione della Repubblica Ceca alla missione ISAF in Afghanistan; tuttavia nessuno Stato accettò di ospitare queste esercitazioni sul proprio territorio nazionale, ad eccezione di Israele[2].

Aeromobili in uso[modifica | modifica wikitesto]

Aeromobile Origine Tipo Versione
(denominazione locale)
In servizio
(2014)[3]
Note Immagine
Aerei da combattimento
Saab JAS 39 Gripen Svezia Svezia caccia JAS39C
JAS39D
12
2
In leasing dalla Svezia fino al 2027.[4][5][6]
Saab JAS 39 Gripen Czech Air Force.jpg
Aerei da attacco al suolo
Aero L-159 ALCA Rep. Ceca Rep. Ceca attacco al suolo
addestramento
L-159A
L-159T1
19
4
36 accantonati presso la Aero Vodochody Aerospace.[7]
Aero.L159a.arp.jpg
Aerei da trasporto
EADS CASA C-295M Spagna Spagna trasporto C-295M 4
CASA C-295 of Czech Air Force 03.jpg
Let L-410 Turbolet Cecoslovacchia Cecoslovacchia trasporto L-410UVP-E
L-410UVP-T
L-410FG
5
Czech Air Force Let L-410FG Turbolet.jpg
Airbus A319 Germania Germania trasporto VIP A319CJ 2 Ha sostituito il Tu-154M.
Czech Air Force Airbus A319CJ Osokin.jpg
Yakovlev Yak-40 URSS URSS trasporto VIP 1 verrà ritirato dal servizio nel 2015
Czech air force yak 40 arp.jpg
Aerei da addestramento
Aero L-39 Albatros Cecoslovacchia Cecoslovacchia addestramento L-39ZA 8
L-39 2433 based at Náměště nad Oslavou.jpg
Elicotteri
Mil Mi-35 Russia Russia attacco Mi-35 12[8] I Mi-35 saranno ritirati del servizio nel 2018.[9] 7360 a Mi-35 "HIND" of the Czech Air Forces 221 lbvr. (3936809767).jpg
Mil Mi-8/Mil Mi-17 Russia Russia trasporto Mi-8S
Mi-8P
Mi-17
Mi-171Sh
3
1
5
16
Czech Air Force Mil Mi-17 Lofting-1.jpg
PZL W-3 Sokol Polonia Polonia utility W-3A 10 Solo 5 in condizioni di volo
PZL Swidnik W3A vr.jpg
Mil Mi-2 Polonia Polonia addestramento 2
Mil (PZL-Swidnik) Mi-2, Czech Republic - Air Force AN1591629.jpg

Aeromobili non più in uso[modifica | modifica wikitesto]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Brown 1998
  2. ^ http://www.ceskenoviny.cz/news/index_view.php?id=350692
  3. ^ Sandra Lewis-Rice, John Maloney & Marc-Antony Payne, World Air Forces directory 2014, Sutton, Surrey, UK, Flightglobal, 2014, p. 13.
  4. ^ http://www.defensenews.com/apps/pbcs.dll/article?AID=2014303120038
  5. ^ http://www.praguepost.com/eu-news/38144-ln-czech-slovaks-to-connect-their-fighter-squadrons
  6. ^ http://zpravy.idnes.cz/schopnosti-novych-ceskych-gripenu-dts-/domaci.aspx?c=A140402_115227_domaci_jw
  7. ^ http://www.defenseindustrydaily.com/czech-l-159s-cheap-to-good-home-03494/
  8. ^ Reorganizace Vzdušných sil AČR dokončena, koncepce dopravního a vrtulníkového letectva přijata in ATM, vol. 46, 1/2014, p. 54.
  9. ^ http://www.armadninoviny.cz/nechtene-bojove-vrtulniky-mi-2435.html

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]