Forze aeree svizzere

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Forze aeree svizzere
Schweizer Luftwaffe
Forces aériennes suisses
Aviatica militara svizra
Descrizione generale
Attiva 31 luglio 1914
Nazione Svizzera Svizzera
Alleanza Nazioni Unite Nazioni Unite
(Partenariato per la pace)
Servizio aeronautica militare
Battaglie/guerre seconda guerra mondiale
Parte di
Comandanti
comandante delle Forze aeree svizzere cdt C Aldo C. Schellenberg[1]
Simboli
Coccarda Swiss roundel.svg

fonti citate nel testo

Voci su forze aeree presenti su Wikipedia
Un F-5E de Patrouille Suisse

Le Forze Aeree Svizzere, in tedesco Schweizer Flugwaffe, in francese Forces Aériennes Suisses, in romancio Aviatica militara svizra, internazionalmente note con la dizione in lingua inglese Swiss Air Force e con la sigla SAF, è la designazione ufficiale attribuita, dal 1995, all'aeronautica militare della Confederazione Svizzera e parte integrante con le forze terrestri, dell'Esercito svizzero.

Precedentemente era indicata con il nome Truppe d'aviazione dell'Esercito svizzero o, in tedesco, Schweizerischen Fliegertruppe (talvolta semplicemente e genericamente Fliegertruppe).

Dal 1º marzo 2009 il comandante delle forze aeree è il Comandante di corpo Aldo C. Schellenberg.[1]

Storia[modifica | modifica wikitesto]

Le origini[modifica | modifica wikitesto]

L'Aeronautica svizzera fu creata il 31 luglio 1914 come componente dell'esercito grazie ad una colletta nazionale privata promossa dalla società degli ufficiali e che riuscì a raccogliere 1,7 milioni di franchi. Nel 1910 infatti il Consiglio federale si rifiutò di finanziare la formazione di piloti a scopo militare.
Allo scoppio della prima guerra mondiale la forza aerea elvetica si componeva di soli otto velivoli privati e nove piloti a disposizione. Il conflitto, che risparmiò il paese, favorì lo sviluppo dell'aviazione e nel 1918 la Svizzera disponeva di 68 aerei (prevalentemente da ricognizione).

Nell'immediato dopoguerra i mezzi a disposizione dell'aviazione rimasero prevalentemente gli stessi ma l'esercito si adoperò comunque per la creazione di nuove piste come Losanna e Payerne che si aggiungevano a Thun, Dübendorf e Beundenfeld. La spinta al riarmo, negli anni trenta, convinse l'esercito a dotarsi di nuovi velivoli da combattimento come i Fokker C.V-E, i Dewoitine D.27, gli EKW C-35, i Morane-Saulnier MS.406 ed i Messerschmitt Bf 109.

Nel 1936 si decise di separarla dalla componente terrestre dando vita alle due entità che ancora oggi compongono l'esercito svizzero (le forze terrestri e le forze aeree)[alcune fonti on line dichiarano che la designazione Truppe d'aviazione dell'Esercito svizzero rimase ufficialmente fino al 1995].

La seconda guerra mondiale[modifica | modifica wikitesto]

Agli albori della seconda guerra mondiale l'aviazione svizzera disponeva ancora di soli 120 velivoli idonei alle operazioni, tra i quali i caccia Messerschmitt Bf 109 D/E e i DKW D-3800/D-3801, copia nazionale del Morane-Saulnier MS.406, oltre che ai biplani biposto multiuso EKW C-35 di produzione nazionale. Vennero costruiti altri quindici campi d'aviazione sparsi nei vari angoli del paese. L'aviazione e la contraerea furono le uniche armi entrate in azione durante la guerra e risposero ad un importante numero di violazioni dello spazio aereo elvetico. Nel 1940 gli sporadici scontri tra Luftwaffe e Forze aeree svizzere si fecero più frequenti.

La Germania, irritata e sostenendo che i combattimenti si tennero fuori dallo spazio aereo svizzero, chiese al governo di Berna delle scuse ufficiali ed un risarcimento per i danni subiti. La crisi diplomatica che ne scaturì ebbe pericolose ripercussioni tra i due paesi. Il Reich tagliò per ritorsione le esportazioni di carbone verso la Svizzera ma le scaramucce aeree non si placarono. Nei primi giorni di giugno del 1940 gli svizzeri attaccarono ripetutamente una squadriglia di circa 35 bombardieri tedeschi sopra Neuchâtel abbattendo 3 Heinkel He 111 e l'8 giugno 15 Me 109 nazionali si ritrovarono a dover affrontare 28 apparecchi della Luftwaffe perdendone due, abbattendone uno e costringendo all'atterraggio altri due velivoli. Lo stesso giorno un aereo da ricognizione veniva abbattuto, 10 miglia all'interno della Svizzera, da sei caccia della Luftwaffe.

Complessivamente i tedeschi persero 11 aerei e gli svizzeri 3. Il 20 giugno 1940, per timore che questi combattimenti fungessero da pretesto tedesco per un'invasione, il generale Henri Guisan proibì all'aviazione i combattimenti sopra il paese. Fino a novembre del 1943 la difesa dello spazio aereo nazionale venne affidata esclusivamente all'artiglieria contraerea.

Verso la fine del conflitto, a causa dell'intensa attività bellica nel nord Italia da parte delle missioni di bombardamento alleate sull'allora Repubblica Sociale Italiana, furono numerosi gli episodi che videro al centro della contraerea elvetica sia i bombardieri dell'USAAF che i caccia dell'ANR causando perdite sia in termini di mezzi che di vite umane. Secondo alcune fonti[2], il pilota da caccia Aurelio Morandi, l'ultimo pilota italiano caduto in combattimento durante il conflitto, perse la vita a causa di un colpo della contraerea facendolo precipitare in un campo situato tra Fino Mornasco e Bulgorello, in provincia di Como.

Complessivamente, durante il servizio attivo, si registrarono 6 501 violazioni delle frontiere e 244 velivoli atterrarono, precipitarono o furono abbattuti sopra il territorio elvetico.

I primi aerei a reazione e primi elicotteri[modifica | modifica wikitesto]

Un Venom conservato nella base aerea di Payerne.

Nel 1956 le squadriglie della Forza Aerea svizzera furono le prime al mondo a dotarsi completamente di aerei a reazione dopo aver acquistato (e parzialmente costruito su licenza) 170 Vampire e 250 Venom. Nel 1958 entrarono in attivo anche i primi elicotteri di una certa importanza (Alouette II) ed i cacciabombardieri Hawker Hunter MK 58 che, successivamente (dal 1964 al 1994), diverranno gli aerei utilizzati dalla Patrouille Suisse (la pattuglia aerea acrobatica dell'esercito svizzero)

Nel 1961 l'Assemblea Federale approvò l'acquisto di 100 aerei da combattimento Mirage III (per una spesa complessiva di 871 milioni di franchi svizzeri). Nel 1964 il Consiglio Federale chiese un credito aggiuntivo di 576 milioni legato all'aumento dei costi di produzione vista la decisione di produrre i velivoli in Svizzera con licenza. Lo scandalo che ne seguì istituì per la prima volta una commissione d'inchiesta parlamentare in Svizzera. Dei 100 aerei previsti ne entrarono in funzione solamente 56.

Nel 1975 entrarono poi in servizio 110 F-5 E Tiger di produzione statunitense. Nel 1987 la svizzera si dotò di un nuovo elicottero per il trasporto (Super Puma). Nel 1993 l'esercitò svizzero acquistò 34 F/A-18 Hornet che attualmente rappresentano il fiore all'occhiello dell'aviazione. Nel 1977 l'aviazione militare svizzera partecipò alle sue prime esercitazioni all'estero che divennero prassi nei decenni successivi prima in Sardegna (sino al 1991) e poi sopra il Mare del Nord.

Dal 2000, sui cieli svizzeri, sono anche attivi alcuni aeromobili a pilotaggio remoto (APR) del tipo ADS-95 Ranger (coproduzione israeliana) utilizzati anche per operazioni di polizia.

Presente e futuro delle Forze aeree[modifica | modifica wikitesto]

La base aerea di Meiringen.

Ogni decisione riguardante l'acquisto di nuovi mezzi per l'aviazione è controverso dal punto di vista politico. In Svizzera, ormai da decenni e perlomeno dall'affare Mirage, i gruppi partitici che si oppongono alle forze armate ed ai suoi finanziamenti raccolgono un numero crescente di consensi e non è un caso se, già nel 1993, l'acquisto degli F/A-18 Hornet superò con margini esigui la votazione popolare.

Il programma d'armamento 2004 (che prevedeva l'acquisto di due aerei da trasporto tattico CASA C-295) venne respinto dal parlamento. Sorte simile anche per il programma 2009 (che chiedeva tra l'altro 404 milioni per l'ammodernamento della flotta F/A 18). In quest'ultimo caso hanno pesato sulle decisioni politiche sia lo scandalo Roland Nef (il capo dell'esercito indagato per violenza domestica), le tragedie della Jungfrau e del Kander (6 soldati travolti da una valanga nella prima; cinque travolti dalla corrente durante un'esercitazione nella seconda) e le difficili relazioni tra l'UDC ed il ministro della difesa Samuel Schmid. Nel 2008, inoltre, al popolo è stata sottoposta un'iniziativa denominata "contro il rumore dei velivoli da combattimento nelle regioni turistiche". La stessa, promossa da Franz Weber, è stata respinta ma ha nuovamente sottolineato il momento difficile dell'esercito svizzero e dell'aviazione in particolare.

L'ubicazione delle basi aeree militari in territorio svizzero:(1) jet (2) velivoli leggeri (3) elicotteri.

A partire dai primi anni del 2000, la Svizzera si è messa alla ricerca di un nuovo apparecchio per sostituire parzialmente i Tiger F-5 (alcuni di essi erano stati tra l'altro prestati alla vicina Austria). I produttori in lista per accaparrarsi la commessa (ed i cui velivoli erano già stati precedentemente testati dall'esercito) erano la francese Dassault con il Rafale, il consorzio EADS con l'Eurofighter e la svedese Saab con il Gripen, che il 30 novembre 2011 è risultato il velivolo prescelto[3]. Il referendum popolare del 18 maggio 2014 ha però bocciato l'acquisto dei 22 Gripen. Già nel 2014 la svizzera pensa ai moderni Scorpion, aerei ricognitori con un cannoncino da 20 mm e che non possono superare il muro del suono.[4]. Attualmente è in corso il programma UAS15 che permetterà alle Forze Aeree di sostituire i Droni RUAG ADS95 "Ranger" in servizio dal 2001, e i RUAG KZD85, i radiobersagli anch'essi in servizio dal 2001 con dei moderni UAV. Il concorso è stato vinto dall'Elbit Hermes 900HFE e rientra nel programma d'armamento 2015. Il parlamento ha approvato l'acquisto.

Basi aeree[modifica | modifica wikitesto]

Le Forze aeree svizzere hanno nove basi aeree sparse sul territorio nazionale, la più importante delle quali è situata a Payerne, nella Svizzera occidentale, nota anche per un air show internazionale dove si esibisce la pattuglia acrobatica nazionale Patrouille Suisse. Le altre sono la elibase situata a Alpnach, la base non operativa di Buochs e le basi minori di Berna (VIP only), Dübendorf, Emmen, Meiringen, Sion, Lodrino e Locarno. La base aerea presente a Mollis è stata chiusa dal gennaio 2007 mentre quella di Alpnach sarà ridotta di dimensioni.[5]

Aeromobili in uso[modifica | modifica wikitesto]

Aeromobile Origine Tipo Versione
(denominazione locale)
In servizio Note Immagine
aerei da combattimento
McDonnell Douglas F/A-18 Hornet Stati Uniti Stati Uniti Caccia multiruolo F/A-18C
F/A-18D

26
6 (J-5231, J-5237 persi)
32
Il 23 ottobre 2013 un F/A-18D è precipitato nei pressi dell'eliporto militare di Alpnach, morti i due occupanti Fa-18c.hornet.j5003.swissaf.jpgSwiss AF Boeing FA-18D Hornet.jpg
Northrop F-5 Stati Uniti Stati Uniti Caccia F-5E
F-5F
42
12
54
Ritiro dal servizio previsto per il 2016. Allo studio un programma di aggiornamento per allungarne l' operatività. F-5 auf Platte.jpgF-5F.jpg
altri velivoli
Pilatus PC-7 Svizzera Svizzera Addestratore basico NCPC-7 37 Su 28 aeromobili sono stati montati nuovi abitacoli (designazione NCPC-7). I restanti 9 PC-7 verranno venduti.
Pilatus PC7 02.jpg
Pilatus PC-9 Svizzera Svizzera Addestratore PC-9/F 8 (C-401, A-412, A-404 persi)
PC9.JPG
Pilatus PC-21 Svizzera Svizzera Addestratore avanzato PC-21 8 (A-101 - A-108)
Swiss Air Force PC-21 A-102 parked.jpg
Beechcraft 1900 Stati Uniti Stati Uniti Trasporto VIP 1900D 1 (T-729)
Swiss Air Force Beech 1900D Bidini-1.jpg
Beechcraft King Air Stati Uniti Stati Uniti Trasporto Mappatura fotografica BE350C 1 (T-721)
Swiss Air Force SuperKing air.JPG
Cessna Citation Excel Stati Uniti Stati Uniti Trasporto VIP Ce-560XL 1 (T-784)
Cessna.560xl.citation.excel.arp.jpg
de Havilland Canada DHC-6 Twin Otter Canada Canada Mappatura fotografica DHC-6 1 (T-741)
Swiss Air Force DHC-6.jpg
Dassault Falcon 900EX Francia Francia Trasporto VIP Falcon 900 1 (T-785)
SUI785.jpg
Pilatus PC-6 Turbo-Porter Svizzera Svizzera Trasporto leggero PC-6/B2-H2M-1 16
Swiss Air Force Pilatus PC-6 V-618 parked at IBT'11.jpg
Pilatus PC-12 Svizzera Svizzera Trasporto leggero PC-12/45 1 (HB-FOG)
HB-FOG.jpg
Diamond DA42 Stati Uniti Stati UnitiAustria Austria Sperimentale Diamond DA42 Aurora Centauer 1 (R-711)
Swiss Air Force Armasuisse R-711.jpg
ADS-95 Ranger Svizzera Svizzera UAV ADS-95 24 (D-108 - D-134, D-119 persi 13.09.11) In via di sostituzione con gli Elbit Hermes 900HFE [1]
RUAG ADS-90 Ranger ventral view.jpg
KZD 85 Svizzera Svizzera UAV KZD-85 30 (Z-30 - Z-90) radiobersaglio
Zieldrohne.JPG
elicotteri
Eurocopter AS332 Super Puma Francia Francia Trasporto medio AS332M1 15 (T-311 to T-325) Basati a Payerne, Militärflugplatz Dübendorf Swiss Air Force Super Puma T-325 side view 2.jpg
Eurocopter AS532 Cougar Francia Francia Trasporto medio AS532UL 11 (T-331 to T342) Basati ad Alpnach. Un Cougar (T-341) perso in incidente Cougar Swiss milouf 3.jpg
Eurocopter EC635 Francia Francia Germania Germania Elicottero utility EC635 P2+ 18 (T-353 to T-370) Basati ad Alpnach Swiss Air Force EC635P2+ T-352 at BRN (2).jpg
Trasporto VIP EC635 P2+ VIP 2 (T-351, T-352)

Armamento anti aereo[modifica | modifica wikitesto]

Name Origine Tipo In servizio Note Immagine
Oerlikon 35 mm cannone binato Svizzera Svizzera Cannone antiaereo 45 "Flab Kanone 63/90" Flab.JPG
FIM-92 Stinger Stati Uniti Stati Uniti MANPADS 288 Stinger (dummy) and case.png
Rapier Regno Unito Regno Unito missile superficie-aria 54 "Mobile Lenkwaffen Flugabwehr" Rapier Missile.JPG

Aeromobili non più in uso[modifica | modifica wikitesto]

Aeromobile Origine Tipo Versione
(denominazione locale)
Quantità Data entrata
in servizio
Data cessazione
servizio
Note Immagine
Aérospatiale Alouette II[6] Francia Francia osservazione, soccorso & collegamento II 30 1958 1992 10 acquisiti nel 1958, e 20 nel 1964. Alouette v-54 arp.jpg
Aérospatiale Alouette III[7] Francia Francia trasporto & addestramento III 84 1964 2010 14 persi in incidenti. Sostituiti dagli Eurocopter EC635. Alouette ag1.JPG
BAE Hawk Regno Unito Regno Unito addestramento T.66 19 1987 2002 Uno perso nel 1990. 18 ceduti alle forze armate della Finlandia nel 2008. Swiss Air Force BAe Hawk trainer U-1263.jpg
Beechcraft Expeditor[8] Stati Uniti Stati Uniti trasporto C18S,
C-45F
3 1948 1969 Swiss Air Force Beechcraft Model 18.jpg|
Beechcraft Twin Bonanza[9] Stati Uniti Stati Uniti trasporto E50 3 1957 1989 Beech E50 Twin Bonanza, Switzerland - Air Force AN1124474.jpg
BFW M.18[10] Germania Germania trasporto 18C & 18D 4 1929 1954 1 18C, 3 18D.
Bücker Jungmann Germania Germania addestramento Bü 131 94 1936 1971 Biplano biposto. 10 acquisiti da aeroclub. Swiss Air Force Bücker Bü 131 seen from below.jpg
Bücker Jungmeister Germania Germania addestramento Bü 133 52 1937 1968 Biplano addestratore monoposto acrobatico e per combattimento aereo
Comte AC-1[11] Svizzera Svizzera caccia AC-1 1 1928 1939 Alfred Comte AC-1.jpg
Comte AC-4[12] Svizzera Svizzera collegamento AC-4 1 1931 1938
Comte AC-11-V[13] Svizzera Svizzera collegamento AC-11-V 1 1943 1945
Dassault Falcon Francia Francia trasporto VIP 50 1 1996 2013 Sostituiti dai Dassault Falcon 900EX. Swiss Air Force Dassault Falcon 50 T-783 in its hangar at Belp.jpg
Dassault Mirage III Francia Francia sperimentale IIIC 1 1962 1999 Dassault (F+W Emmen) Mirage IIIS, Switzerland - Air Force AN0695824.jpgBremshaus.jpgDassault Mirage IIIS Switzerland - Air Force J-2324, LSMP Payerne, Switzerland PP1242384735.jpgMirage at LSMD.JPG
ricognizione IIIRS 18 1964 2003
caccia IIIS 36 1964 1999 Mirage IIIC svizzeri, aggiornati dalla SF Emmen nel 1988.
Uno scandalo finanziario ha portato alla riduzione degli acquisti rispetto all'ordine originale di 100.
addestramento IIIBS 4 1964 2003 2 persi in incidenti.
addestramento IIIDS 2 1983 2003 In sostituzione dei Mirage IIIBS persi in incidenti.
de Havilland Mosquito[14] Regno Unito Regno Unito bombardiere PR.4 & FB.6 2 1944 1954 1 utilizzato dalla Swissair per l'addestramento dei piloti.
Banco prova per il motore EFW N-20.
de Havilland Vampire Regno Unito Regno Unito caccia F.1 4 1946 1990 Primo aereo a getto della forze aeree svizzere. Utilizzato per prove. Vampire ag1.jpgDe Havilland Vampire FB.6, Switzerland - Air Force JP6713747.jpgDe Havilland (F+W Emmen) Vampire T55 (DH-115) AN2247367.jpg
caccia-bombardiere F.6 178 1949 1990 Incluso 3 realizzati con le parti di ricambio.
caccia notturno NF.10 1 1958 1961 Solo per prove.
addestramento T.55 39 1953 1990 Biposto da addestramento, 30 costruiti in Svizzera.
de Havilland Venom Regno Unito Regno Unito caccia-bombardiere FB.50 126 1954 1984 Vampire migliorato con nuove ali.
La versione svizzera FB.50 corrisponde alla versione RAF FB.1, la versione svizzera FB.54 corrisponde alla FB.5.
Swiss Air Force De Havilland DH-112 Mk 4 Venom being serviced.jpg
ricognizione FB.50R 24 1956 1975
caccia-bombardiere FB.54 100 1956 1983
ricognizione FB.54R 8 1980 1987
Dewoitine D.26 Francia Francia addestramento D.26 11 1931 1948 Dewoitine D26 HB-RAI.jpg
Dewoitine D.27 Francia Francia caccia D.27 66 1928 1944 Dewoitine D.27.jpg
Dornier Do 27 Germania Germania aerial spraying Do 27H2 7 1958 2005 Do-27.JPG
N-20.2 Arbalète Svizzera Svizzera sperimentale caccia N-20.2 1 1949 1952 Primo caccia a getto svizzero, costruito soltanto un prototipo per prove. N-20 Front.JPG
N-20.10 Aiguillon Svizzera Svizzera caccia N-20.10 1 1949 1952 Primo caccia a getto svizzero, non prodotto in serie. N-20 under QRA.JPG
EKW C-35[15][16] Svizzera Svizzera ricognizione C-35 & 35-1 90 1937 1954 8 costruiti dai ricambi. EKW C-35.jpg
EKW C-36 Svizzera Svizzera ricognizione C-3603 160 1942 1987 20 convertiti per il traino bersagli, 40 rimotorizzati con turboeliche. Swiss Air Force C-3603-1.jpg
Eurocopter Dauphin[17] Francia Francia trasporto VIP SA.365N 1 2005 2009 Utilizzati per voli di stato Swiss Dauphin helicopter 1.jpg
Fairey Fox[18] Regno Unito Regno Unito ricognizione VI.R 2 1937 1945
FFA P-16 Svizzera Svizzera attacco al suolo P-16.04 & P-16 Mk.II 5 1955 1960 Prototipi. Ordine per 100 aerei cancellato dopo un incidente. 2 restituiti alla FFA. FFA p16.jpg
Fieseler Fi 156 Germania Germania trasporto, osservazione
& ambulance
C-3 Trop 5 1940 1963 Il numero include 1 reimmatricolato. Fieseler Storch - Deutsches Museum.jpg
Focke-Wulf Fw 44 Germania Germania addestramento Fw 44F 1 1945 1953
Fokker C.V Paesi Bassi Paesi Bassi ricognizione D & E 64 1927 1954 Swiss Fokker C.V-E cutaway.JPG
Häfeli DH-1 Svizzera Svizzera ricognizione DH-1 6 1916 1919 Häfeli DH-1 rear view.jpg
Häfeli DH-3 Svizzera Svizzera ricognizione DH-3 109 1917 1939 Häfeli DH-3 cutaway.jpg
Häfeli DH-5 Svizzera Svizzera ricognizione DH-5 80 1922 1940 Häfeli DH-5 side view.jpg
Hanriot HD-1 Francia Francia caccia HD-1 16 1921 1930 Swiss Air Force Hanriot HD.1.jpg
Hawker Hunter Regno Unito Regno Unito caccia-bombardiere F.58 100 1958 1994 F.58 svizzero=RAF F.6, FB.58A=FGA.9, T.68=T.66.
Assemblaggio finale a Emmen.
3 lotti, alcuni da conversione di F.6 ex-RAF.
Hawker Hunter F58, Switzerland - Air Force AN2062712.jpgHawker Hunter at ILA 2010 04.jpg
caccia-bombardiere F.58A 52 1971 1994
addestramento T.68 8 1974 1994
Hiller UH-12[19] Stati Uniti Stati Uniti osservazione B 3 1952 1962
Junkers Ju 52/3m Germania Germania trasporto Versions 3 1939 1981 Dal 1983 presso il museo aeronautico di Dübendorf. Ju52 dub.JPG
Learjet 35 Stati Uniti Stati Uniti trasporto VIP A 2 1987 2006 Swiss Air Force Gates Learjet 35A Bidini-1.jpg
Messerschmitt Bf 108 Germania Germania collegamento B 18 1938 1959 Swiss Air Force Messerschmitt Bf 108.jpg
Messerschmitt Bf 109 Germania Germania caccia D-1 10 1939 1949 Swiss Messerschmitt Bf 109-E3 top left view.jpg
caccia E-1 & E-3 89 1939 1948
caccia F-4/Z 2 1942 1947
caccia G-6 & G-14 16 1944 1947
Morane-Saulnier G Francia Francia addestramento G or H 1 1914 1919
Morane-Saulnier MS.229 Francia Francia addestramento Et2 2 1931 1941
Morane-Saulnier MS.406[20] Francia Francia caccia MS.406 2 1939 1954 Utilizzati come addestratori dopo l'impiego come caccia fino al 1948.
17 3801 costruiti dai ricambi dopo la fine della produzione.rowspan=5
Morane2.jpg
caccia 3800 82 1940 1954
caccia 3801 224 1941 1959
caccia 3802 13 1946 1956
caccia 3803 1 1947 1956
Nardi FN.315 Italia Italia addestramento FN.315 2 1944 1948
Nieuport 23 Francia Francia addestramento 23 C.1 5 1917 1921
Nieuport 28 Francia Francia caccia 28 C.1 15 1918 1930 Swiss Air Force Nieuport 28 C-1.jpg
Nord Norécrin Francia Francia collegamento 1201 1 1948 1952 Swiss Air Force Nord 1203 Norécrin.jpg
Nord Norvigie Francia Francia collegamento NC.850 1 1949 1950 Provato e restituito alla Nord
North American P-51 Mustang[21] Stati Uniti Stati Uniti ricognizione P-51B-10 1 1944 1945 Alcuni acquisiti come surplus per $4000 US ognuno Swiss Air Force P-51 Mustang side view.jpg
caccia P-51D 113 1948 1957
caccia TP-51D 2 1948 1957
caccia F-6 15 1948 1957
North American Harvard[22] Canada Canada addestramento Mk.IIB 40 1948 1968 Surplus ex-RCAF (costruiti in Canada). Swiss AF North American T-6 Texan.JPG
Pilatus P-2[23] Svizzera Svizzera addestramento P-2 05 & 06 55 1945 1981 Pilatus P2 Sywell1 crop.jpg
Pilatus P-3[24] Svizzera Svizzera addestramento P-3 73 1956 1995 Il numero include i prototipi. Pilatus P-3 A-829.jpg
Piper Super Cub[25] Stati Uniti Stati Uniti osservazione PA-18-150 6 1948 1975
Potez 25[26] Francia Francia ricognizione L-25 A.2 17 1927 1940
Potez 63[27] Francia Francia bombardiere 630 & 633 2 1938 1944
Rockwell Grand Commander Stati Uniti Stati Uniti aerofotogrammetria 680FL 1 1976 1993 Con registrazione civile impiegato dall'ufficio federale di topografia.
Siebel Si 204 Germania Germania trasporto D-1 1 1945 1955 Internato
Stinson Sentinel Stati Uniti Stati Uniti collegamento L-5 1 1944 1945
Sud-Ouest Djinn[28] Francia Francia addestramento S.O.1221 4 1958 1964 Restituiti al costruttore a causa di problemi ai rotori.
Weber-Landolf-Münch WLM-1 Svizzera Svizzera aliante WLM-1 2 1951 unk

Basi aeree non più in uso[modifica | modifica wikitesto]

F-5E attraversa la strada alla base Mollis
l'ex base aere di Raron

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ a b Comandante di corpo Aldo C. Schellenberg in Forze aeree svizzere, http://www.lw.admin.ch/internet/luftwaffe/it/home.html. URL consultato il 13-2-2013.
  2. ^ Fascicolo Soldati e battaglie della seconda guerra mondiale (Le forze aeree della RSI: L'Aeronautica repubblicana vol 10 pagg. 17-18:"I piloti del 1º gruppo riuscirono ad abbatterne uno, ma subirono la perdita del tenente Morandi, colpito dalla contraerea svizzera mentre sorvolava il territorio elvetico."
  3. ^ ilVolo.it, http://www.ilvolo.it/index.php/201111307368/Costruttori-Aeronautici/Saab.html, 30 novembre 2011, http://www.ilvolo.it/index.php/201111307368/Costruttori-Aeronautici/Saab.html.
  4. ^ swissinfo.ch, 18 maggio 2014, http://www.swissinfo.ch/ita/politica/I_cittadini_svizzeri_non_fanno_decollare_il_Gripen.html?cid=38588980.
  5. ^ Impiego Forze aeree in Forze aeree svizzere, http://www.lw.admin.ch/internet/luftwaffe/it/home.html. URL consultato il 27 gen 2009.
  6. ^ (DE) Alouette II SE 3130 in Ausgemusterte Flugzeuge.
  7. ^ (DE) Alouette III SE-3160 in Ausgemusterte Flugzeuge.
  8. ^ (DE) Beechcraft C-45 F und C-18 S in Ausgemusterte Flugzeuge.
  9. ^ (DE) Beechcraft E-50 Twin Bonanza in Ausgemusterte Flugzeuge.
  10. ^ (DE) BFW M 18 in Ausgemusterte Flugzeuge.
  11. ^ (DE) Alfred Comte AC-1 in Ausgemusterte Flugzeuge.
  12. ^ (DE) Alfred Comte AC-4 Gentleman in Ausgemusterte Flugzeuge.
  13. ^ (DE) Alfred Comte AC-11 V in Ausgemusterte Flugzeuge.
  14. ^ (DE) De Havilland DH-98 Mk IV Mosquito in Ausgemusterte Flugzeuge.
  15. ^ (DE) C-35 in Ausgemusterte Flugzeuge.
  16. ^ (DE) C-35-1 in Ausgemusterte Flugzeuge.
  17. ^ (DE) Dauphin 2 SA365N in Ausgemusterte Flugzeuge.
  18. ^ (DE) Fairey Fox Mk Vl in Ausgemusterte Flugzeuge.
  19. ^ (DE) Hiller UH-12B in Ausgemusterte Flugzeuge.
  20. ^ (DE) Morane Saulnier in Ausgemusterte Flugzeuge.
  21. ^ (DE) North American P-51 Mustang in Ausgemusterte Flugzeuge.
  22. ^ (DE) North American AT-16 Harvard IIB in Ausgemusterte Flugzeuge.
  23. ^ (DE) Pilatus P2 in Ausgemusterte Flugzeuge.
  24. ^ (DE) Pilatus P3 in Ausgemusterte Flugzeuge.
  25. ^ (DE) Piper Super Cub PA-18 in Ausgemusterte Flugzeuge.
  26. ^ (DE) Potez L-25 in Ausgemusterte Flugzeuge.
  27. ^ (DE) Potez 63 in Ausgemusterte Flugzeuge.
  28. ^ (DE) SO. 1221S Djinn in Ausgemusterte Flugzeuge.

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

  • Stephen P. Halbrook, La Svizzera nel Mirino, (pagine 115-120), Edizioni Pedrazzini Locarno ed Edizioni Alberti Libraio Verbania.

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Forze armate e di polizia svizzere
Flag of Switzerland (Pantone).svg

Esercito svizzero · Forze aeree svizzere· Polizia cantonale (Gendarmeria · Sûreté) · Polizia comunale · Guardia di confine · Ufficio federale di polizia