Robert Stack

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Robert Stack nel ruolo di Eliot Ness nella serie televisiva Gli intoccabili

Robert Stack, all'anagrafe Robert Langford Modini Stack (Los Angeles, 13 gennaio 1919Beverly Hills, 14 maggio 2003), è stato un attore statunitense.

Deve la sua popolarità sia ai più di 40 film interpretati nella sua carriera cinematografica, sia al ruolo di protagonista nella fortunata serie televisiva Gli intoccabili.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Robert Stack aveva solo un anno quando i genitori divorziarono, così venne allevato unicamente dalla madre Mary Elizabeth Wood, mentre il padre, James Langford Stack, ricco proprietario di un'agenzia di pubblicità, morì quando il figlio aveva solo 9 anni. Il nonno, un cantante d'opera, originario dell'Illinois, si chiamava Charles Wood ma era noto come "Modini".

Pur essendo nato a Los Angeles, Stack visse la primissima giovinezza in Europa, dove imparò a parlare correntemente il francese e l'italiano, mentre non iniziò a parlare l'inglese fin quando non tornò a Los Angeles.

A soli 16 anni era membro della nazionale statunitense di skeet, specialità in cui stabilì due record mondiali e divenne campione nazionale. Nel 1971 verrà inserito nella Hall of Fame nazionale di tiro a volo. A 20 anni era inoltre un discreto giocatore di polo e, con il fratello, vinse l'International Outboard Motor Championships a Venezia.

Carriera[modifica | modifica wikitesto]

Robert Stack in Come le foglie al vento (1956)

Stack studiò recitazione al Bridgewater State College. La sua voce profonda unita al bell'aspetto fisico richiamarono l'attenzione dei produttori di Hollywood, dove esordì in coppia con Deanna Durbin nella commedia Il primo bacio (1939), un film accolto in maniera controversa.

Il primo ruolo di successo giunse l'anno dopo con Bufera mortale (1940), nel quale l'attore interpretò il ruolo di un giovane che aderisce al partito nazista. La pellicola fu una delle prime a schierarsi apertamente contro la figura di Adolf Hitler. Nel 1942 fu tra gli interpreti della commedia Vogliamo vivere! (1942) con Carole Lombard, per la quale Stack ammise poi di aver preso una sbandata[senza fonte]. La Lombard morì poi poco dopo l'uscita del film in un incidente aereo.

Durante la seconda guerra mondiale, Stack prestò servizio nella United States Navy come istruttore di tiro. Al termine del conflitto rientrò a Hollywood e proseguì la sua carriera cinematografica in film come Falchi in picchiata (1948), Così sono le donne (1948) e Buana Devil (1952). Successivamente arrivò un ruolo di grande spessore, quello di antagonista di John Wayne in Prigionieri del cielo (1954).

Nel 1957 Stack ebbe una nomination agli Oscar come miglior attore non protagonista per il melodramma Come le foglie al vento (1956) di Douglas Sirk, regista con cui lavorò anche l'anno seguente ne Il trapezio della vita (1957).

Alla fine degli anni cinquanta Stack iniziò a impersonare il poliziotto Eliot Ness nella serie televisiva Gli intoccabili (1959-63), ambientata a Chicago ai tempi del proibizionismo. Grazie a questo ruolo, vinse un Premio Emmy come miglior attore protagonista nel 1960.

In seguito fu protagonista di altre tre serie: Reporter alla ribalta (1968-1971), Most Wanted (1976) e Strike Force (1981). In ognuna di queste serie interpretò la parte di un poliziotto, richiamando in maniere diverse il personaggio de Gli intoccabili che gli portò tanta fortuna e che riprese in un'unica altra occasione, The Return of Eliot Ness, un film TV prodotto nel 1992.

Tra i ruoli da caratterista di Stack ci sono due apparizioni in 1941: Allarme a Hollywood (1979) di Steven Spielberg (nei panni di un generale che è l'unico personaggio totalmente con i piedi per terra in tutta la pellicola) e L'aereo più pazzo del mondo (1980) di Jim Abrahams, David Zucker e Jerry Zucker (è il pilota che deve aiutare il protagonista ad atterrare e continua a parlarne male nel tragitto fino all'aeroporto). Si dedica anche all'animazione, entrando in un cast di star per Transformers: The Movie (1986), nel ruolo di Ultra Magnus.

Stack apparve ancora nella mini-serie televisiva Hollywood Wives (1985) e in diversi episodi della popolare soap opera Falcon Crest nel 1986. Nel 1987 debuttò come presentatore televisivo del programma Unsolved Mysteries, una trasmissione incentrata su casi insoluti che egli portò al successo, conducendola fino al 2002. Il programma continua ad andare in onda con Dennis Farina come presentatore.

Partecipa anche al documentario Walt - il papà di Topolino (Walt: The Man Behind the Myth) nel 2001. Nella riduzione italiana di questo titolo l'attore ha la voce di Pino Ammendola.

Vita privata[modifica | modifica wikitesto]

Robert Stack fu sposato con l'attrice Rosemarie Bowe dal 1956 fino alla morte, sopraggiunta il 14 maggio 2003 per un attacco cardiaco, mentre l'anziano attore era già in cura per un tumore alla prostata.

Filmografia[modifica | modifica wikitesto]

Robert Stack alla serata degli Oscar del 1988

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autorità VIAF: 69116881 LCCN: n78073876