Falcon Crest

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Falcon Crest
Falcon Crest.png
Lo stemma di Falcon Crest
Titolo originale Falcon Crest
Paese Stati Uniti d'America
Anno 1981-1990
Formato serial TV
Genere soap opera
Stagioni 9
Puntate 227
Durata 50 min
Lingua originale inglese
Caratteristiche tecniche
Aspect ratio 4:3
Colore colore
Audio mono
Crediti
Ideatore Earl Hamner
Interpreti e personaggi
Produttore Amanda & MF/Lorimar Television
Prima visione
Prima TV Stati Uniti d'America
Dal 4 dicembre 1981
Al 17 maggio 1990
Rete televisiva CBS
Prima TV in italiano (gratuita)
Dal 3 ottobre 1982
Al 1994
Rete televisiva Italia 1; poi su Rete 4 e Italia 7
Premi
(EN)

« The vineyards are our life's blood. »

(IT)

« (t.l.) I vigneti sono il sangue della nostra vita. »

(Angela Channing[1])

Falcon Crest è un serial statunitense, andato in onda dal 1981 al 1990 sulla CBS. In Italia, è arrivato il 3 ottobre 1982, trasmesso da Italia 1. In seguito è stato trasmesso in prima serata anche su Rete4 dal 1983 e da Canale 5 nell'estate del 1985 e 1987 (episodi inediti della quarta stagione) per continuare, nel 1988, su Italia 7 (all'epoca controllata dalla Fininvest). Nell'estate del 1992 va in onda su Rete 4 la sesta stagione, inizialmente al pomeriggio, spostata poi al mattino, a causa degli scarsi ascolti. La settima stagione è l'ultima vista in Italia ed è stata trasmessa da Italia 7 nel 1994.

Trama[modifica | modifica wikitesto]

La serie aveva come protagonista il Premio Oscar Jane Wyman (Giorni perduti, Johnny Belinda, Paura in palcoscenico) nel ruolo di Angela Channing, donna dispotica e autoritaria alla guida dell'azienda vinicola di famiglia nella fittizia Tuscany Valley in California (modellata sulla vera Napa Valley). Robert Foxworth (Six Feet Under), invece, interpretava Chase Gioberti, che aveva ereditato una parte dell'azienda in seguito alla morte di suo padre, Jason, fratello di Angela, avvenuta durante il primo episodio. La rivalità fra i due sarebbe stata alla base di molti episodi della serie.

Angela aveva designato come suo erede suo nipote Lance Cumson (Lorenzo Lamas, Renegade, Beautiful), playboy assetato di denaro e potere ma senza la determinazione e la disciplina di Angela. La donna aveva una forte influenza su di lui, tanto che lo aveva persuaso a lavorare per l'azienda e per il quotidiano di suo nonno. Quando poi Angela si rese conto che non sarebbe mai riuscita a ottenere la parte dell'azienda controllata da Chase, cercò di allargare il suo impero spingendo Lance a sposare Melissa Agretti (Ana Alicia), ricca erede dei vigneti e dell'azienda vinicola di suo padre, Carlo. Melissa si rivelò però lei stessa un'affarista egoista e intrigante e avrebbe causato ben presto problemi ai vari abitanti della Tuscany Valley. Altri personaggi presentati nella prima stagione erano le figlie di Angela, Julia (Abby Dalton), capo viticoltrice e madre di Lance, e la fragile e problematica Emma (Margaret Ladd), sospettosa che suo zio Jason fosse stato ucciso e per questo messa in cura presso uno psichiatra. La famiglia di Chase, spinta da Angela a rimanere nella valle così da poterla tenere sotto il suo controllo, includeva Maggie (Susan Sullivan, Il matrimonio del mio migliore amico, Dharma & Greg in tv), moglie di Chase – che in seguito avrebbe lavorato come scrittrice freelance, influenzata da Angela – e i loro due figli, Cole (William R. Moses, Mystic Pizza) – che si sarebbe innamorato di Melissa (ricambiato per poi essere rifiutato quando Melissa avrebbe accettato di sposare Lance) – e Vickie (Jamie Rose, poi sostituita da Dana Sparks), studentessa di college. Nessuno di questi personaggi, però, poteva misurarsi con il dispotismo di Angela tanto quanto quello di un personaggio che sarebbe entrato in scena nella seconda stagione: Richard Channing (David Selby). Originariamente editore di quotidiani, Richard – figlio del primo marito di Angela, Douglas Channing – sarebbe arrivato a Falcon Crest con l'intento di prendere il controllo dell'azienda vinicola.

Caratteristiche[modifica | modifica wikitesto]

Lo show fu creato da Earl Hamner, già ideatore di Una famiglia americana (The Waltons). Alla base vi era l'idea di un "serial drama" che si sviluppasse attorno ad un'azienda vinicola. La CBS, però, gli ordinò di renderlo più "forte", alla maniera di Dallas. L'emittente televisiva, infatti, puntava a raggiungere il primato nei "rating" Nielsen del venerdì sera. Così, Falcon Crest venne programmato alle 22.00, subito dopo Dallas, occupando la fascia oraria de L'incredibile Hulk. Il tema musicale della serie fu affidato a Bill Conti, lo stesso di Dynasty, I Colby e New York New York (Cagney & Lacey).

L'accoppiata Dallas-Falcon Crest si rivelò una mossa azzeccata per la CBS e Falcon Crest rimase per molti anni nella top 20 dei programmi più visti nella classifica Nielsen: 13° nella stagione 1981-1982, 8° nella stagione 1982-1983, 7° nella stagione 1983-1984 e 10° nella stagione 1984-1985.

Nonostante la sua sminuente reputazione di "Dallas con l'uva", Falcon Crest trovò subito la sua nicchia fra i "serial drama" degli anni '80, occupando il posto di mezzo fra i due estremi del genere: più elegante di Dallas ma non eccessivo come Dynasty. La particolare location della Napa Valley dove la serie veniva girata e il tono pungente e umoristico della sceneggiatura facevano brillare lo show di luce propria.

La rivalità tra Angela, Chase e Richard rimase al centro della serie per anni, mescolata a storie prettamente più romantiche. Lance e Cole, per esempio, si sarebbero trovati imbrigliati non solo nella lotta al potere delle rispettive famiglie, ma anche a competere per l'amore di Melissa.

Come Dallas e Dynasty, anche Falcon Crest usava colpi di scena alla fine di ogni stagione (i cosiddetti "cliffhanger") per conquistare le classifiche di audience. La seconda stagione per esempio terminò con un misterioso omicidio (alla maniera del famoso "Chi ha sparato a J.R.?" di Dallas), per mano di Julia, figlia di Angela e assassina di Carlo Agretti, padre di Melissa: la donna puntò la pistola sull'intero cast, si udirono degli spari e si vide una bara che veniva sotterrata, lasciando il pubblico a chiedersi chi fosse stato ucciso. Altri finali pieni di suspense furono messi in scena in seguito, come un incidente aereo con alcuni dei personaggi principali coinvolti, l'esplosione di una bomba e un terremoto che colpì l'intera vallata.

Evoluzione e fine della serie[modifica | modifica wikitesto]

Alla fine della quinta stagione, la volubile sorella di Maggie, Terry (Laura Johnson) rimase uccisa nel terremoto che colpì la Tuscany Valley. All'inizio della seguente stagione, Cole Gioberti decise di lasciare la valle e veleggiò letteralmente verso il tramonto a bordo di un'imbarcazione chiamata "Free Will" (un gioco di parole nato dalla decisione di William R. Moses di lasciare la serie). Alla fine della stagione, la perfida Melissa rapì il neonato di Maggie. Inseguita da Chase, Maggie e Richard, l'auto di Melissa cadde nelle acque della baia di S. Francisco. Chase saltò giù per salvare il bambino e poi tornò sott'acqua per salvare anche Melissa. Ci riuscì, ma lui morì annegato (dato che Robert Foxworth aveva deciso di lasciare il telefilm). Melissa stessa sarebbe morta in un incendio nella penultima stagione, mentre all'inizio della nona Maggie sarebbe annegata nella piscina di Falcon Crest, in seguito alla decisione di Susan Sullivan di lasciare il suo ruolo. Con l'uscita di scena di Maggie, la produzione introdusse due nuovi attori, Gregory Harrison nel ruolo di Michael Sharpe e Wendy Phillips nel ruolo di Lauren Daniels, due personaggi mai amati dal pubblico.

Con la defezione di molti personaggi principali, lo show cominciò a perdere molto pubblico, nonostante si cercò sempre di tenere alto l'interesse con intrighi tipo la storia d'amore tra Richard e Maggie o la scioccante rivelazione che i due acerrimi nemici, Angela e Richard, erano madre e figlio. Ma la serie non aveva più la vivacità degli inizi.

Al pubblico non piacque il radicale cambiamento del cast all'inizio dell'ottava stagione, soprattutto il licenziamento di Ana Alicia e l'introduzione di Kristian Alfonso nel ruolo di Pilar Ortega, un personaggio che sarebbe stato meno amato di Melissa. Gli ascolti precipitarono sensibilmente con l'arrivo della Alfonso tanto da spingere la produzione a riassumere la Alicia (in un altro ruolo), ma il danno era ormai fatto.

Ma il peggio doveva ancora accadere. Nell'ultima stagione, infatti, Angela, il personaggio fondamentale della serie sin dal primo episodio, giacque in coma su un letto di ospedale per quasi tutti gli episodi. Questa decisione alquanto bizzarra nasceva dal fatto che l'attrice aveva dei seri problemi di salute, dovuti al diabete, e i dottori le proibirono di affaticarsi troppo. La serie allora cominciò ad assumere un tono più tetro e oscuro (a partire dal tema musicale di Bill Conti, che venne rielaborato da Patrick O'Hearn) e furono messi in scena i giochi di potere degli altri protagonisti nati dall'assenza di Angela a Tuscany. Vennero introdotti nuovi personaggi, ma tutti fallirono agli occhi del pubblico. La CBS decise così di chiudere Falcon Crest alla fine della stagione. Jane Wyman, allora, contro il parere dei medici, decise di partecipare agli ultimi tre episodi.

Dopo tanti eventi drammatici durante le nove stagioni della serie, Falcon Crest si chiudeva felicemente con un matrimonio nella tenuta dell'azienda. E Angela tenne un discorso - scritto dalla stessa Wyman - che metteva definitivamente fine al telefilm. Nel suo discorso Angela fece menzione di tanti personaggi ed eventi del passato e, guardando al futuro, alzò un bicchiere di champagne e disse: "A te Falcon Crest, che tu possa vivere ancora a lungo".

Personaggi[modifica | modifica wikitesto]

Exquisite-kfind.png Per approfondire, vedi Personaggi di Falcon Crest.

Le "Special Guest Star"[modifica | modifica wikitesto]

Una delle particolarità di Falcon Crest durante i suoi nove anni di vita fu quella di ospitare una pletora di star di Hollywood per uno o più episodi. Lana Turner, nel ruolo di Jacqueline Perrault, madre di Chase, è la più famosa tra queste, ma il viavai di stelle fu costante fino all'ultima stagione. Solo nella settima, per esempio, parteciparono alla serie Leslie Caron, Lauren Hutton, Ed Marinaro, Ursula Andress, Eddie Albert, Eve Arden, Roscoe Lee Browne e Rod Taylor, che fu confermato anche per le ultime due stagioni. La partecipazione di stelle di Hollywood non passò inosservata, anche per i problemi che vennero a crearsi sul set soprattutto con la protagonista. Nel periodo in cui partecipò la Turner, per esempio, «potevi tagliare la tensione con un coltello»[2]. La Wyman era molto irritata dall'atteggiamento da primadonna della sua collega (si presentava sul set con segretaria, parrucchiere personale e guardarobiera; si chiudeva per ore nel suo camerino a preoccuparsi del make-up, dei capelli e dei vestiti), ed ebbe a ridire anche sulla sua recitazione che definì «arruginita»[2]. Quando la Turner ebbe finito il suo lavoro e lasciò il set, la Wyman disse ai produttori che se fosse tornata come ospite l'anno seguente, lei non ci sarebbe stata. Fu forse anche per questo motivo che il personaggio di Jacqueline Perrault fu eliminato. Nonostante le "voci", però, nel 1982, durante il Phil Donahue Show (il cui video è facilmente reperebile su YouTube), la Turner negò con forza che tra lei e la Wyman ci fosse una faida:

« È un mucchio di sciocchezze. È solo pubblicità che alimenta questa lotta tra noi. Io adoro la Wyman. La rispetto come donna e come artista, e non esistono conflitti tra me e lei. »

Anche Anne Jeffreys, altra star di Hollywood e guest star della serie nella seconda stagione, ricorda che la Turner diede dei grattacapi alla troupe durante uno degli episodi, a causa di ripetuti ritardi dell'attrice, tanto da far slittare le riprese di due ore e, «per un episodio che va girato nell'arco di 7 giorni, un tale incidente deve rappresentare un grave contrattempo per il lavoro di un intero team»[3].

Celeste Holm, che interpretò il ruolo di Anna Rossini tra la quarta e la quinta stagione, raccontò in un'intervista al "Soap Opera Digest" che la Wyman si rifiutò di parlare con lei per tutto il tempo, sebbene poi la stessa Holm venisse inserita dalla rivista tra le dieci star di soap opera più difficili. Fortunatamente, altri attori-ospiti ebbero molte soddisfazioni partecipando a Falcon Crest. Lauren Hutton fu molto felice di dividere la scena con David Selby e Susan Sullivan. Cesar Romero sembra che adorasse lavorare con la Wyman, così come Rod Taylor che in un'intervista del 1989 affermò che «di certo lei domina sul set, ma tutti se lo aspettano. Io la adoro»[2][4].

Episodi[modifica | modifica wikitesto]

Esiste un episodio pilota della serie, intitolato The Vintage Years, girato nella primavera del 1981 che non fu mai trasmesso. La puntata presentava differenze notevoli con quello che sarebbe stato poi lo show vero e proprio:

  • Il personaggio di Richard Channing era già presente nel pilot - interpretato da Michael Swan - ed era il figlio biologico di Angela.
  • Il personaggio di Abby Dalton, Julia, si chiamava qui Dorcas.
  • Jane Wyman indossava una parrucca grigia.
  • Gli interpreti di Chase e Maggie erano Clu Gulager e Samantha Eggar.
  • Emma non era presente come un vero e proprio personaggio, ma come una donna in lacrime rinchiusa in una delle stanze della tenuta.

Sebbene mai trasmesso e mai pubblicato in DVD, The Vintage Years è stato diffuso in streaming a pagamento da AOL per il suo sito on-demand In2TV.

Stagione Episodi Prima TV originale Prima TV italiana
Prima stagione 18 19811982 1982
Seconda stagione 22 19821983 1983
Terza stagione 28 19831984 19851986
Quarta stagione 30 19841985 1986-1987
Quinta stagione 29 19851986 1988
Sesta stagione 28 19861987 1992
Settima stagione 28 19871988 1994
Ottava stagione 22 19881989 inedita
Nona stagione 22 19891990 inedita

I retroscena[modifica | modifica wikitesto]

  • Per gli esterni, i produttori scelsero di girare la serie presso la Spring Mountain Vineyard, un'azienda vinicola sita a St. Helena, nella Napa Valley (California). Per gli esterni dell'abitazione di Angela e della sua famiglia, furono usate una magiona vittoriana del 1884 chiamata "Villa Miravalle" e un edificio adibito a cantina costruito durante la metà degli anni '70[5][6].
  • Furono girati quattro differenti finali a conclusione della 2ª stagione, quando venne rivelato il nome dell'assassino di Carlo Agretti. Richard, Lance, Julia e Diana vennero considerati tutti dei probabili assassini. E oltre a Carlo Agretti, vennero considerati quattro diversi personaggi come vittime del killer: Vickie, Melissa, Diana e Jacqueline Perrault (Lana Turner).
  • Quando Chase rischiò di rimanere ucciso da Julia, Robert Foxworth espresse il suo disappunto per il fatto che la serie stesse diventando troppo simile a Dallas e Dynasty e cominciò a pensare ad un ipotetico abbandono. Gli sceneggiatori allora pensarono al suo personaggio come terza vittima di Julia, ma Foxworth rimase dopo che i produttori gli diedero la possibilità di dirigere alcuni episodi della serie.
  • Secondo alcune voci, fra Jane Wyman e Robert Foxworth ci furono dei seri problemi. Quando a Foxworth venne data la possibilità di dirigere degli episodi, la Wyman fece aggiungere una clasuola nel suo contratto che permettesse anche a lei di dirigere la serie, sebbene poi non l'abbia mai effettivamente fatto. L'importante per l'attrice sembra fosse solo avere sul contratto lo stesso ruolo di Foxworth.
  • Sofia Loren venne contattata per ricoprire il ruolo di Francesca Gioberti, la sorellastra segreta di Angela intenta a prendere il controllo dell'azienda vinicola. La Loren avrebbe dovuto girare 13 episodi e i produttori le promisero uno splendido guardaroba e una parte peggiore (quanto a cattiveria) dell'Alexis di Dynasty. Ma all'ultimo momento, le negoziazioni, e di conseguenza l'accordo, fallirono. Venne quindi contattata Gina Lollobrigida, che firmò solo per 4 episodi.
  • Il personaggio di Meredith Braxton, interpretato da Jane Badler nella 6ª stagione, doveva essere all'inizio omosessuale e innamorata di Erin Jones. Ma la Wyman, cattolica convinta, fece obiezione. Così i due personaggi diventarono sorelle.
  • Lauren Bacall e Mia Farrow furono contattate per comparire nella 3ª stagione in ruoli non ben definiti. Anche in questo caso, le negoziazioni fallirono. Altre celebrità che dovevano partecipare alla serie sono Brooke Shields (nel ruolo di un'amante di Lance), Richard Burton (nel ruolo dell'ex marito di Jacqueline Perrault) ed Anthony Quinn che doveva recitare la parte del fratello di Peter Stavros. Si disse che a Burton furono offerti 2 milioni e mezzo di dollari per cinque minuti di apparizione. Angie Dickinson e Tom Cruise avrebbero dovuto partecipare alla 7ª stagione della serie.
  • Jane Wyman, Chao-Li Chi e Lorenzo Lamas erano gli unici attori rimasti del cast originale quando la serie fu cancellata. David Selby è apparso in 8 stagioni, senza mancare un solo episodio. Solo Lamas è apparso in tutti i 227 episodi, mentre la Wyman è presente in 208 a causa dei suoi problemi di salute.
  • Quando la Wyman ebbe problemi di salute gravi all'inizio della 9ª stagione, i produttori pensarono di far trasferire il personaggio di Angela in Grecia, per far visita al suo ex marito (Cesar Romero). Ma si optò per l'espediente del coma. Nel 20º episodio, quando Lance e Pilar vanno in ospedale per far visita ad Angela, quest'ultima era sparita per far ritorno a casa (la Wyman infatti sarebbe ricomparsa negli ultimi tre episodi).

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Dall'episodioVendemmia (prima stagione)
  2. ^ a b c (EN) Citato, Falcon Crest: A Tribute – Special Guest Stars, a cura di Adrian McConchie, http://web.archive.org/. URL consultato il 03-07-2014.
  3. ^ (EN) Thomas J. Pucher, Phillip's Secret Affair: Anne Jeffreys – About her guest role on "Falcon Crest" in http://www.falconcrest.org/, 2011. URL consultato il 31-07-2014.
  4. ^ (EN) Adrian McConchie (a cura di), Falcon Crest: A Tribute – Special Guest Stars in http://web.archive.org/. URL consultato il 03-07-2014.
  5. ^ (EN) Spring Mountain Vineyard Winery History: Miravalle – After Tiburcio. URL consultato il 26 dicembre 2012.
  6. ^ (EN) Spring Mountain Vineyard Winery History: Miravalle – Fame. URL consultato il 26 dicembre 2012.

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Elenco dei serial televisivi trasmessi in Italia: 0-9 | A | B | C | D | E | F | G | H | I | J | K | L | M | N | O | P | Q | R | S | T | U | V | W | X | Y | Z
televisione Portale Televisione: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di televisione